Pippo Baudo vs Domenica In: basta talent in TV. Guerra con la Perego?

By on ottobre 7, 2014

All’indomani della prima puntata di quello che almeno fino all’anno scorso era il salotto domenicale più amato d’Italia (guarda qui gli ascolti di Domenica 5 Ottobre ), non tardano ad arrivare le critiche. Alcune riguardanti i contenuti, altre gli ascolti, altre ancora i conduttori. L’inedita coppia Insegno – Perego, infatti, pare non abbia convinto, e, stando ad alcuni commenti sui social, nemmeno i contenuti, per niente apprezzati dal pubblico, che in alcun modo è riuscito a trovare quel fil rouge a cui la pluridecennale trasmissione domenicale ci ha abituati.

Tra le tante critiche alla nuova edizione di Domenica In, una in particolare è saltata all’occhio (e forse anche alle coscienze) e cioè quella di colui che di “Domeniche In” ne ha presentate ben dieci: Pippo Baudo, il cui disappunto risulta ben chiaro leggendo un’intervista inserita nel prossimo numero della rivista Oggi, in edicola domani.

“La mia Domenica In era un rotocalco culturale importante che parlava per sei ore di storia, filosofia, libri, teatro. Ho avuto ospiti come Francois Truffant. Oggi manca una linea editoriale”: queste le parole di Baudo, che accusa la nuova Domenica In di essersi (ingiustamente) trasformata in un ennesimo Talent. Uno show che anziché ospitare Oriana Fallaci (come appunto fece Pippo Baudo), invita Marina Occhiena, che, per chi non la ricordasse (è giustificato!), era la seconda voce femminile dei Ricchi e Poveri.

foto_baudo_domenica_in

Parole forti, dunque, quelle di colui che per anni ha davvero fatto compagnia a tutte le famiglie italiane “dall’ora del tè a quella dell’aperitivo“, come ha detto ad apertura di trasmissione Paola Perego nel vano tentativo di sembrare quanto più vicina alle abitudini domenicali degli italiani.

Quella di Baudo, dunque, pare essere una vera e propria invettiva contro i due conduttori di Domenica In, un’invettiva che, probabilmente, nel corso delle prossime settimane potrà diventare ancora più forte o, al contrario, potrebbe svanire…questo dipenderà solo dalle scelte su come reimpostare il programma, considerando, quindi, eventuali cambi di rotta.

Voi, invece, da che parte Vi schierate?

About Giorgio Galluzzo

Nato a Mesagne (BR) l'8 Gennaio 1993, è il secondo di due figli. Ha conseguito la maturità classica presso il Liceo Benedetto Marzolla di Brindisi e adesso studia Giurisprudenza presso l'Università Statale di Milano. Ama la televisione ed in particolare i programmi di intrattenimento. Ha lavorato come figurante in alcune trasmissioni della Rai e oggi fa parte del team di TV TALK, in onda tutti i sabato pomeriggio su Rai 3.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *