Rita Dalla Chiesa divisa tra il matrimonio di Fabrizio Frizzi e la perdita del loro ex nido d’amore

By on ottobre 2, 2014

C’è ancora profumo di fiori d’arancio nell’aria. Dopo i tanti matrimoni che si sono celebrati nei passati mesi estivi, e che Silvia Toffanin ha mostrato a Verissimo con Tutti Sposi, a quanto pare anche la stagione autunnale non si fa mancare questi eventi così gioiosi, dove l’amore e la famiglia sono l’unica cosa che conta. In questo week end piovoso, secondo le previsioni meteo, sarà uno dei conduttori più amati della televisione italiana, nonché ex concorrente della passata edizione di Tale e Quale show.

Fabrizio Frizzi sposerà Carlotta Mantovan dopo dieci anni di unione e la piccola Stella. Curiosando sulla lista degli invitati, a sorpresa sbuca un nome molto famigliare allo sposo. Si tratta di Rita Dalla Chiesa, ex moglie, con la quale ha passato molti anni della sua vita. Un comportamento insolito tra due ex coniugi, forse la consuetudine ha fatto abituare a vedere coppie che si fanno la guerra per ogni cosa. Ma questo non è il loro caso, nonostante la Dalla Chiesa ha deciso che non prenderà parte alla cerimonia.

Rita Dalla Chiesa se non prenderà parte alle nozze dell’ ex marito Fabrizio Frizzi non sarà per gelosie del passato, tutt’altro. La sua decisione è dettata dal buon gusto, e dal rispetto che prova nei riguardi della coppia. Come se non bastasse, dopo lo stop dal mondo della televisione, la Dalla Chiesa sta affrontando anche una questione spinosa per la casa al mare ad Anzio, la quale rischia di essere abbattuta, creando grande dispiacere nella conduttrice televisiva, poichè la casa era stata comprata con Frizzi durante gli anni del loro matrimonio.

foto_rita

La casa al mare che il Comune di Livinio ha deciso di demolire, è la stessa abitazione nella quale Frizzi e la Dalla Chiesa hanno passato 8 anni di amore e felicità. La stessa Dalla Chiesa, ha definito quella casa: “un pezzo di cuore che non devono strapparmi”. Inoltre ha aggiunto: “piuttosto mi incateno al cancelletto e non mi muovo”. A quanto pare alcune forme burocratiche, in particolare la concessione erano scadute questa estate a sua insaputa, visto il continuo pagamento di tasse e demanio. Purtroppo nei mesi estivi è scaduta la validità della concessione e quindi il comune vorrebbe demolirla.

Per la nota ex conduttrice di Forum è davvero un colpo al cuore visto  che aveva rimesso a nuovo l’ abitazione al mare per l’arrivo del suo nipotino. La Dalla Chiesa, aggiunge anche che per Fabrizio Frizzi fu dura abbandonare la casa, poiché segnava un tassello fondamentale nella loro vita.

Davvero un triste epilogo quello che Rita Dalla Chiesa sta vivendo in questi anni, tutte le sue paure più grandi purtroppo hanno preso forma, e il sopravvento nella sua vita. La paura di perdere il suo amato Fabrizio Frizzi è diventata realtà, vista anche la differenza di età, essendo lei più grande di 10 anni. La paura di perdere la casa d’amore comprata con tanti sacrifici durante il matrimonio, ed infine l’abbandono come conduttrice del programma che le ha dato tanto e viceversa: Forum.

In questi momenti difficili che le vere donne combattive si rimboccano le mani e vanno avanti a testa alta e con il sorriso, l’unica cosa da fare è augurare il meglio alla signora Dalla Chiesa, con l’augurio che almeno la storia della casa venga risolta nel migliore dei modi.

About Leila Cimarelli

Leila Cimarelli, nasce il 10 marzo 1990, originaria di Roma, nel 2000 si trasferisce con la famiglia a Salerno. Amante del cinema, del teatro e della televisione, da sempre. Diplomata nel 2009 all'Istituto Tecnico Commerciale "A.Genovesi" - Salerno, nel 2010 si iscrive alla facoltà di Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo presso l' Università degli Studi di Salerno, laureandosi nel febbraio 2014. Ora è iscritta al corso di laurea magistrale di Editoria, Informazione e GiornalismoTelevisione dell’Università Roma Tre. Sogna un giorno, di poter lavorare nel mondo del giornalismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *