Selvaggia Lucarelli VS l’omofobia: duro sfogo sui social contro le “sentinelle in piedi”

By on ottobre 7, 2014
foto selvaggia lucarelli

E’ di oggi la notizia che l’attuale Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, stia per emanare una circolare che “invita” tutti i sindaci ad annullare, cancellare tutte le trascrizioni delle unioni tra persone dello stesso sesso contratte all’estero. Molte le reazioni negative da parte dei rappresentanti del mondo LGBT, di politici (soprattutto PD e SEL) e dei sindaci stessi (soprattutto quelli di Bologna e Napoli) che affermano, fin da ora, di opporsi a questa oscenità. Forte dissenso al decreto proviene anche dalla famosa blogger, la quale afferma …

Non si può cancellare Alfano dal registro dei ministri?” questa la risposta di Selvaggia Lucarelli alla decisione presa dal politico del partito Nuovo CentroDestra. Con l’occasione la giornalista e scrittrice italiana, nonchè conduttrice televisiva/radiofonica, ha colto l’occasione per schierarsi contro qualsiasi forma di omofobia e soprattutto contro il fenomeno che ultimamente si sta diffondendo nelle piazze italiane, ossia quello delle “sentinelle in piedi“.

[..]Andate sul sito delle sentinelle. C’è da rabbrividire. Loro non sono un’associazione, sono un metodo. Loro fanno le veglie per tutelare la libertà d’espressione. La loro però, quella di esprimere il dissenso nei confronti del mondo gay, ma non quella degli omosessuali di esprimere la loro identità. Di vivere la loro vita. Di vedersi riconosciuti i propri diritti” con queste parole Selvaggia Lucarelli si schiera contro l’omofobia e le sentinelle e continua …

foto_protesta_contro_sentinelle

Inaugurano una nuova moda. Mascherarsi da pacifisti perbene e tolleranti per negare i diritti basilari agli omosessuali. Per seminare idee omofobe e razziste, col vestitino della cresima e il libricino delle preghiere in mano [..] Perché loro mica li vogliono deportare, i gay, però ecco, evitassero di farsi notare“.

Sicuramente queste sono dichiarazioni molto forti, ma ormai la blogger ci ha abituato a questo suo modo di esplicitare e dire quello che pensa, il tutto accompagnato dalla solita intelligente ironia. Dimostrazione di questa sua capacità è raccolta nella seguente frase: “Quelli che mi augurano di avere un figlio gay non hanno capito che per me questo augurio equivale a quello di avere un figlio biondo. O castano. Provate con “ti auguro di avere un figlio scemo come me”, se volete farmi davvero paura“.

Insomma Selvaggia Lucarelli, recentemente protagonista di un battibecco a distanza con Belen Rodriguez, o la si ama o la si odia. Io, in questa circostanza, l’ho “amata”!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

2 Comments

  1. Rossella

    ottobre 7, 2014 at 20:49

    Purtroppo questo sentimento (che non giustifico) è alimentato dal veleno che si sparge ogni qual volta si mette in discussione il matrimonio… badiamo bene, non un matrimonio (sono cose che capitano!)…no, fa discutere l’idea che una coppia possa stare insieme tutta la vita. C’è chi sostiene che un matrimonio riuscito sia un terno a lotto e chi a dirittura azzarda pronostici sulla durata… se funziona sarà sicuramente:
    1- un matrimonio di copertura
    2-un matrimonio d’interesse
    3-un matrimonio di corna e chi più ne ha più ne metta.
    A questo punto sarebbe interessante capire da dove nasce questo pessimismo visto e considerato che stiamo attraversano un periodo di grande crisi economica che di per sé basterebbe a spiegare la frustrazione di un padre di famiglia che non può provvedere al sostentamento dei suoi figli… perché aggiungere pesi tanto gravosi sull’autostima della gente? Perché un giovane disoccupato deve essere prevenuto sulle donne? Perché le donne sono disegnate come delle arrampicatrici sociali o come dei personaggi in cerca d’autore? Perché si è diffusa l’idea che il tradimento è una cosa alla portata di tutti?
    Insomma… gli occhi ce li abbiamo tutti! Che due persone dello stesso sesso decidano di sposarsi ben venga… si tratta della loro vita! Anzi, non mi sembra il caso di strumentalizzare la libertà degli altri… sarebbe buona regola parlare in prima persona singolare.

  2. Pingback: Michelle Hunziker e la lista nozze “d’oro”: Selvaggia Lucarelli non ci sta e dice la sua | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *