Squadra Antimafia 6: il riassunto della settima puntata

By on ottobre 21, 2014
foto questore Licata

Ieri sera su Canale 5 è tornata la serie Taodue con protagonisti Domenico Calcaerra, Lara Colombo e Rosy Abate: il vicequestore si è temporaneamente alleato con i Ragno per distruggere Don Basile e Crisalide, unendo le forze con il clan. Nel frattempo la Duomo segue i loro movimenti ed intercetta ogni minimo errore, per anticipare i malavitosi e fermarne le gesta. Cosa è accaduto di preciso?

La settima puntata di Squadra Antimafia 6 – come stiamo per capire meglio dal riassunto – ci ha riservato non poche sorprese, anche perché la storia si avvia alle battute finali: all’epilogo infatti mancano solamente tre puntate.

Calcaterra e Arcieri arrivano ad un passo dal raggiungere il loro scopo, mentre la Duomo cattura un testimone chiave che però si ritira appena prima di collaborare. Rosy è lontana, mentre Domenico si cala nella parte e bacia Rachele. Vediamo nel dettaglio il riassunto della settima puntata di Squadra Antimafia 6.

foto_covo_ragno_antimafia_6

Mentre Calcaterra trascorre del tempo nel covo dei Ragno, la stampa lo massacra e i suoi ormai ex colleghi si convincono della sua colpevolezza. Arcieri intanto si finge un hacker e va da Calcaterra per trovare Don Basile, e rintraccia il boss. Anche la Duomo però è nelle vicinanze, e dopo uno scambio illecito interviene arrestando Donati e gli uomini di Don Basile. Calcaterra e i Ragno però fuggono, mentre al catturato viene offerto di collaborare in cambio di protezione.

L’uomo accetta e parla di Crisalide. Calcaerra sente Arcieri di nascosto e segue Donati insieme a Rachele, che è l’unica a difenderlo dai sospetti del fratello Ettore. Nel frattempo Marta continua ad ignorare Francesca, mentre Vito cerca di parlare con Carmela, inutilmente. Lara va da Sandro con l’intenzione di ‘studiare’ i dossier di Crisalide, ma a casa del poliziotto si nasconde Pastrone, il braccio destro di Don Carmine, che prende la ragazza in ostaggio: dopo uno scontro a fuoco Sandro riesce ad ucciderlo ma Lara viene trasportata d’urgenza in ospedale. Calcaterra, intercettando la radio della polizia, lo scopre, e si reca all’ospedale per accertarsi che stia bene senza dare nell’occhio: Rachele lo segue e gli promette di coprirlo, ma gli chiede un favore in cambio.

Il capo di Crisalide ordina a De Silva di uccidere Calcaterra quando se lo troverà davanti. Intanto il vicequestore distrae coloro che sorvegliano Donati, mentre Rachele va a minacciare l’uomo per farsi dire dove si trova Don Basile. Poco dopo la Ferretti e Lara giungono presso la stessa abitazione ma l’uomo non si sbottona troppo. La polizia arriva nel nascondiglio di Don Basile ma il boss è già scappato, intanto Calcaterra si mette in buona luce con i Ragno e subisce le avances di Rachele. De Silva tiene sotto tiro la ex di Arcieri mentre lei incontra l’uomo che le porta dei soldi, intanto Lara è sulle tracce di Domenico.

I Ragno e Calcaterra sono alle costole del braccio destro di Don Basile e si preparano ad attaccarlo: mentre Ettore e Saro si avvicinano al bersaglio, Rachele approfitta di Calcaterra e lo bacia. Lara scopre che Domenico è stato da Donati quindi va a chidergli delucidazioni: l’uomo le rivela che Rachele gli ha fatto visita. Infine, mentre Calcaterra si trova poco lontano dai Ragno nei pressi del complice di Don Basile, qualcuno gli punta una pistola alla testa: di chi si tratta? L’appuntamento per scoprirlo è per lunedì prossimo, 27 ottobre, in prima serata sugli schermi di Canale 5, con l’ottava puntata di Squadra Antimafia 6.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *