Una pallottola nel cuore, Gigi Proietti e la ragazza del parco: anticipazioni della seconda puntata

By on ottobre 28, 2014
Foto Una pallottola nel cuore, anticipazioni seconda puntata

Grande successo per l’attore romano che, ieri sera, nella prima puntata della fiction che ha visto il suo ritorno su Rai 1, ha vinto la gara degli ascolti. Nella prima serata di lunedì ha incollato davanti alla tv 6.184.000 telespettatori, quasi 2 milioni in più rispetto a Squadra Antimafia e al bel Commissario Calcaterra. Insomma un ottimo inizio per la fiction diretta da Luca Manfredi.

Cosa succederà lunedì 3 novembre? In Una pallottola nel cuore Gigi Proietti deve scoprire l’assassino di una ragazza trovata morta in un parco e dalle anticipazioni della seconda puntata si capisce che l’impresa non è facile. Un caso irrisolto a causa di un’indagine che si è arenata per una falsa pista.

Così il nostro cronista di nera, dopo aver ritrovato il suo vecchio amore, una figlia e un nipote, è alle prese con un altro cold case. Lunedi prossimo in Una pallottola nel cuore, quindi, Gigi Proietti deve fare luce sul delitto della ragazza del parco e della anticipazioni della seconda puntata vi assicuriamo che succede anche altro. La gelosia di Bruno per Paola e Maddalena che va a vivere a casa sua.

foto_una_pallottola_nel_cuore_una_valanzano

La ragazza del parco, questo è il titolo del secondo episodio di Una pallottola nel cuore che va in onda il 3 novembre. Dopo aver risolto il caso della maga di Piazza Navona, Bruno Palmieri (Gigi Proietti) è diventato famoso e alla redazione del quotidiano va una donna per chiedere il suo aiuto. Si tratta di Valeria Bernardi (Lidia Biondi), una donna semplice che gestisce una tintoria, e che cerca giustizia per la figlia Alice (Benedetta Valanzano), trovata uccisa la notte del Capodanno 2000 nel parco di Villa Borghese.

Valeria è disperata, non solo perchè l’omicidio della figlia è rimasto senza un colpevole, ma anche perche alcuni testimoni hanno infangato la sua memoria. Infatti, ai tempi delle indagini Marco Donati (Ignazio Oliva), fidanzato della vittima, e una portiera d’albergo, Sara Colbani (Sara Bertelà), avevano detto alla polizia che Alice amava gli oggetti di lusso e per poterseli permettere si prostituiva con uomini facoltosi.

Un’accusa infamante e che, all’epoca, aveva fatto arenare le indagini perchè i sospettati potevano essere troppi. Valeria, però, non può accettare tutto questo e non si rassegna e la sua determinazione convince Bruno a riprendere in mano il caso per cercare altre piste. Il primo sospettato all’epoca del delitto era stato proprio il fidanzato di Alice e, così, il giornalista lo trova.

Marco, però, non è più il brillante avvocato di un tempo ma adesso è un alcolizzato e, nonostante il padre Adriano (Giacomo Piperno) sia uno degli avvocati più noti di Roma, lui si occupa solo di misere cause. L’ex uomo di successo è, ormai, un uomo finito e solo. L’unica a non averlo abbandonato è Antonella (Mary Petruolo), figlia del socio di Adriano e praticante dello studio.

Bruno scopre, poi, che anche la vita dell’altra testimone è completamente cambiata ma in meglio. Infatti, Sara da portiera d’albergo è diventata proprietaria di una grande palestra. Un grande miglioramento economico e sociale che desta grossi sospetti nel giornalista, che pubblica un articolo in cui sottolinea tutte le incongruenze del caso e delle indagini. Il pezzo di Bruno riaccende l’interesse dell’opinione pubblica sull’omicidio della ragazza del parco, tanto che Marco, logorato dai sensi di colpa, ritratta la sua testimonianza, riabilitando così la memoria della fidanzata.

Se Alice non era una prostituta, chi l’ha uccisa allora? Bruno non si arrende e parla con gli invitati di quella festa dell’ultimo dell’anno da cui la ragazza non è mai tornata e, grazie al suo intuito investigativo, tra ricordi ed immagini tragiche, fa emergere una verità inaspettata che potrete scoprire lunedì 3 novembre in prima serata su Rai 1 nella seconda puntata di Una pallottola nel cuore.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *