Amore Criminale, 1 dicembre: puntata con 3 storie tra cui quella di Addolorata Palmisani

By on novembre 30, 2014
foto de rossi amore criminale

Domani, lunedì 1 dicembre, torna l’ormai consolidato appuntamento con Barbara De Rossi e Amore Criminale. Per il programma, in onda su Rai3 alle 21:05, puntata davvero densa con addirittura 3 storie il cui denominatore comune è la violenza sulle donne. Dopo settimana scorsa, con l’esperienza vissuta da Rosaria Aprea, è dunque ora di conoscere altre situazioni non meno drammatiche.

Si parte come al solito dall’anteprima nella quale troviamo Veronica De Laurentiis a intervistare una donna sopravvissuta alle violenze psicologiche e fisiche del proprio compagno. Nonostante l’incubo sia finito, cerca ora di ricostruire la propria vita e un passo importante è quello di condividere il doloroso vissuto per dare un messaggio di speranza.

La seconda delle tre storie vede come protagonista Addolorata Palmisani. Ada, così chiamata dagli amici, vive in una famiglia numerosa e piena di problemi. Da giovanissima deve contribuire al sostentamento della famiglia e dunque lascia gli studi. Il padre, molto severo e tradizionalista, la obbliga alla vita di bracciante agricola e a star tra le mura domestiche.

Proprio per questo motivo, a soli 18 anni, fugge di casa con quello che credeva fosse l’uomo della sua vita: Domenico Maggio. I due presto si sposano e hanno 3 figli ma Ada viene quasi subito a conoscenza delle perversioni del marito e del suo lato violento. La donna chiede così la separazione e vive tra l’Italia e il Lussemburgo, dove si è stabilito uno dei figli. I litigi tra gli ex coniugi sono molti.

Domenico non si occupa della famiglia, non ne provvede infatti al mantenimento e inoltre non si interessa più dei figli. Ada glielo rinfaccia costantemente. Le liti si fanno sempre più frequenti fino a quando, il 4 settembre 2011, l’uomo mette fine a questa situazione conflittuale con un gesto di grande violenza: uccide l’ex moglie. La condanna per lui è di 14 anni di carcere.

La terza storia invece è quella di Laura. La donna, romana e amante degli animali, si innamora di un uomo che condivide la sua stessa passione. La frequentazione sembra andare bene: lui infatti è attento e premuroso. Quello che Laura scopre del compagno, però, cambia tutto. Il passato di violenze ai danni dell’ex moglie diventa il suo presente ma lei interrompe la relazione.

Lui la minaccia e viene condannato a 6 mesi ma, appena pagato il conto con la giustizia, ricomincia con le persecuzioni. Ospiti nello studio di Amore Criminale l’attore Urbano Barberini che leggerà un estratto della deposizione di Domenico Maggio, assassino di Addolorata, e l’avvocato Geraldine Pagano, esperta di violenza sulle donne. L’appuntamento dunque è per domani 1 dicembre su Rai3 con Barbara de Rossi.

About Manuel Lardelli

Nato nel 1996, giovane aspirante giornalista, frequenta il quinto anno del liceo linguistico. Le sue passioni sono la musica e la televisione; ama infatti Madonna e Kylie Minogue e si diletta a scrivere riguardo a ciò che succede davanti e dietro le quinte del piccolo schermo. Sogna una vita fatta di scadenze, corse, orari incerti, pezzi scritti, servizi montati e magari di apparire in video.

One Comment

  1. Rossella

    novembre 30, 2014 at 13:38

    I programmi sulla famiglia mi rendono critica rispetto alla scelta di Napolitano di accettare l’ultimo mandato. Se da una parte non abbiamo la famiglia presidenziale come gli americani dall’altra dobbiamo riconoscere che la storia d’Italia passa anche da figure come la mitica signora Ciampi: eh? Indubbiamente la signora Clio è molto più anticonformista e per questo ci è piaciuta seduta stante… però mi permetto di osservare che questa sua peculiarità caratteriale potrebbe – e dico potrebbe- aver contribuito a creare un vuoto istituzionale… tant’è che una donna altrettanto easy è riuscita a guadagnare le luci della ribalta, mi riferisco alla signora Renzi. La scena politica francese ci dimostra che la famiglia è molto importante… d’un tratto l’Europa ha smesso di avere il volto di Angela Merkel! Penso che gli storici negli anni a venire potrebbero non essere molto indulgenti con la politica italiana… ho la netta sensazione che la nostra politica interna vada ad incidere sullo scacchiere europeo: altro che ultima ruota del carro!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *