Amore Criminale, 17 novembre: la storia di Rosi Bonanno al centro della quinta puntata

By on novembre 16, 2014
foto amore criminale

Domani 17 novembre quinta puntata di Amore Criminale. Il programma, condotto egregiamente da Barbara De Rossi, si aprirà con la testimonianza di una donna che ha subito violenza fisica e psicologica dal proprio uomo; a intervistarla sarà, come di consueto in questa edizione, Veronica De Laurentiis, anche lei vittima in passato di un compagno violento. E dopo la vicenda di Sabrina Blotti, eccone un altra.

Al centro della quinta puntata di Amore Criminale assisteremo alla storia di Rosi Bonanno. Sarà infatti Benedetto Conti, ex compagno, ad ucciderla a Palermo il 10 luglio 2013, dopo una relazione difficile durante la quale l’uomo aveva dato tutti i pericolosi segnali che potevano far intendere il triste epilogo.

I due si incontrano nel 2009, Rosi ha 22 anni mentre lui ne ha 10 in più. Nonostante ciò, lei se ne innamora e interrompe la relazione nella quale è impegnata. La coppia però trova subito dell’ostilità da parte dei genitori di lei: Benedetto, oltre ad essere più grande, svolge lavori saltuari, scarsamente retribuiti ed ha precedenti penali.

Rosi è molto fragile e la conflittualità tra la famiglia e l’amore la mette in crisi ma, pur di continuare la relazione, decide di fuggire di casa. Benedetto tuttavia non ha le disponibilità per mantenerla e dunque devono entrambi vivere in auto per un periodo. E’ allora che i Bonanno decidono di trovar loro un appartamento che non disti troppo da dove vivono, pur di aiutare la figlia in seria difficoltà.

E’ la convivenza, però, a far scaturire tutti i problemi della coppia: Rosi scopre che Benedetto non ha alcuna voglia di lavorare e mantenere la famiglia. Ad ogni osservazione della ragazza lui risponde con grande violenza e tutto ciò porta i due ad allontanarsi e riavvicinarsi mentre la gli abusi nei confronti di Rosi aumentano. Nasce poi un figlio: il conflitto tra loro si concentra ora sull’affidamento della creatura.

Entrambi non possono provvedere al mantenimento perciò il Tribunale, più volte, affida il bambino ai genitori dell’uno e dell’altra. La crisi arriva quando Benedetto vieta a Rosi di vedere il figlio e lei minaccia il suicidio. La ragazza riesce, fortunatamente, a riprendersi e, con l’aiuto dei genitori, ottiene l’affidamento rompendo anche con il compagno nel gennaio 2013.

L’uomo, secondo un copione ormai scontato, non accetta la decisione e si presenta sotto la casa della ragazza più volte, molestando e minacciando sia lei che la famiglia. Arriva quindi il 10 luglio 2013 e Benedetto trova Rosi a casa sola con il loro bambino. Scoppia il litigio violento e lui afferra un coltello colpendola 17 volte. L’uomo, arrestato sotto casa, aveva tentato la fuga dopo l’omicidio. La condanna per lui è di 30 anni.

Ad Amore Criminale, domani 17 novembre, ospiti in studio l’attore Duccio Camerini che leggerà una delle denunce presentate da Rosi Bonanno e Anna Costanza Baldry, psicologa e criminologa.

About Manuel Lardelli

Nato nel 1996, giovane aspirante giornalista, frequenta il quinto anno del liceo linguistico. Le sue passioni sono la musica e la televisione; ama infatti Madonna e Kylie Minogue e si diletta a scrivere riguardo a ciò che succede davanti e dietro le quinte del piccolo schermo. Sogna una vita fatta di scadenze, corse, orari incerti, pezzi scritti, servizi montati e magari di apparire in video.

2 Comments

  1. Pingback: Questioni di famiglia, il programma di Rai 3 che racconta la famiglia: le storie della prima puntata | LaNostraTv

  2. Pingback: Amore Criminale, sesta puntata del 24 novembre: la storia a lieto fine di Rosaria Aprea | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *