Antonella Clerici perde colpi, in tutti i sensi: troppo lavoro?

By on novembre 5, 2014
Foto Antonella Clerici

Dopo un giorno di pausa per via dello sciopero, La prova del cuoco è tornato con il quotidiano appuntamento su Rai1Sergio Barzetti quest’oggi ci ha insegnato a mondare i cavolini di Bruxelles e il cavolfioreAnna Moroni, invece, ha preparato un pasto a beneficio del portafogli, come spesso ci ha insegnato a fare in tutti questi anni di partecipazione alla trasmissione (ecco tutti i meravigliosi piatti del 5 novembre 2014).

Durante la puntata di oggi di Dolci dopo il Tiggì con Mario Ragona, consulente di pasticceria, i due sfidanti, Vincenzo Monaco e Andrea Bonati, hanno gareggiato preparando delle golosissime peschine dolci di Anna Moroni (qui potete trovare la ricetta). Al termine della preparazione, Antonella Clerici dimentica la scaletta e passa all’angolo della decorazione. Segno di troppa stanchezza?

La presentatrice, anziché lanciare i replay delle ricette, è andata subito nell’angolo della decorazione, dove ad attenderla c’era Letizia Grella, la “regina della pasta di zucchero“. Più tardi, accortasi dell’errore, si è scusata, commentando in modo ironico l’accaduto: “ieri non siamo andati in onda e oggi anch’io ho saltato un passaggio“.

Questo non è il primo segno di stanchezza che la presentatrice mostra nella diretta di Rai1. Qualche giorno fa, Antonella Clerici si è trovata costretta a condurre seduta la puntata de La Prova del Cuoco a causa di un colpo della strega che l’ha messa K.O.  Pare che Antonella perda i colpi, in tutti i sensi. Troppo lavoro?

Negli ultimi tempi sono diminuiti gli ascoltatori de La prova del cuoco, ma in compenso sono sempre di più coloro che seguono Dolci dopo il Tiggì. L’amatissima Antonella pare essere stanca per il troppo lavoro, e noi la comprendiamo, dato che alle due trasmissioni quotidiane si aggiungerà uno show serale che andrà in onda in primavera, e non possiamo che apprezzarla e supportarla.

About Giovanni Sicurello

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *