Ascolti tv 4 novembre 2014: Il Segreto e Pomeriggio 5 da record

By on novembre 5, 2014

Ieri, martedì 4 novembre 2014, complice lo sciopero degli operatori Rai che ha impedito la messa in onda di diverse trasmissioni, tra cui UnoMattina e La vita in diretta, c’è stato un vero e proprio boom di ascolti per i programmi del pomeriggio di Canale 5.  A beneficiarne è stato soprattutto il talk show di Barbara D’Urso, Pomeriggio 5, che ha registrato il suo record assoluto per questa stagione.

In particolare la prima parte del programma della D’Urso è stata seguita da una platea di oltre 3.2 milioni di spettatori pari al 28% di share; la seconda parte, invece, è stata vista da 3 milioni pari al 20.86%. Ottimi ascolti anche per Il Segreto: la puntata di ieri è arrivata a sfiorare una media di quasi 3.5 milioni di spettatori pari al 30.5% di share.

Per quanto riguarda gli ascolti del prime time, il secondo appuntamento con la fiction Questo nostro amore 70 in onda su Rai1 è stato seguito da una media di 5.047.000 pari al 19.72% di share. Ottimo risultato anche per la nuova puntata di Made in Sud in onda su Rai2, seguita da una platea di oltre 2.4 milioni di spettatori pari al 10.50% di share. Ascolti decisamente deludenti per il film di Canale 5, La peggior settimana della mia vita, seguito da 3.084.000 spettatori pari all’11.75% di share.

La nuova sfida tra i due talk show politici di Rai 3 e La7 è stata vinta da Ballarò condotto da Massimo Giannini: più di 1.5 milioni hanno sguito il programma di approfondimento politico proposto dalla rete di Andrea Vianello, mentre il programma di Floris, DiMartedì si è fermato ad una media di 910mila spettatori. La sfida dell’access prime time è stata vinta dal game Affari Tuoi, seguito da 5.2 milioni di spettatori contro i 4.9 milioni registrati da Striscia la notizia su Canale 5.

About Domenico Mungiguerra

One Comment

  1. Rossella

    novembre 5, 2014 at 12:47

    In Rai il protocollo è molto rigido, difficile che si manifesti grande giubilo o grande afflizione… gli scioperi avevano senso quando c’era il varietà; vi ricordate la coppia Giurato Azariti? Siprattutto vi ricordate giurato? Bene, adesso si può dire che sono sempre in sciopero, i programmi sembrano scritti e diretti da Schopenhauer! Made in sud sarebbe da censura… è un programma caricaturale… si ride anche della saggezza popolare, in scena c’è un professore che spiega battute di una banalità più unica che rara. Sconcertante. Ieri sera Alberto Sordi si sarà rivoltato nella tomba, la citazione della scena alla Biennale… attentato alla poesia! Ci vorrebbe il maresciallo. Mi è sembrato tutto talmente scadente che ho fatto in tempo ad accorgermi di Picone, fino a ieri sera non lo avevo mai notato come uomo e soprattutto come uomo diviso da Ficarra, per me erano un tutt’uno… allucinante, un tempo per dividere mediaticamente una coppia di comici ci voleva come minimo un matrimonio (vedi Tognazzi Vianello) oggi basta molto meno… il palco è il luogo meno indicato per fare spettacolo, meglio stare in platea! Infatti settimana scorsa ho intravisto anche Veronica Ciardi e mi è sembrata la vera diva della serata… mi ha sinceramente colpito la sua espressione!
    Per quanto mi riguarda ho trovato più interessante l’intervista Palombelli- Marazzita, quel momento è centrale per la liturgia del programma… Mediaset è una vera corazzata, se sciopera la Palombelli la gente si potrebbe anche chiedere perché ha scioperato! Si mettono in discussione perché i tempi sono cambiati e non sarebbero credibili se guardassero il telespettatore dall’alto in basso. Barbara D’Urso è sempre sotto la lente d’ingrandimento… tra dentista, avvocato, ecc. Capito? Sono come noi! Condividiamo la stessa sorte… in Rai parlano dal pulpito! La gente avrà pensato che vogliono un aumento… di questi tempi! Ancora ne parliamo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *