Ballando con le stelle, tra le polemiche Maska vince la sfida e Berruti si salva grazie pubblico

By on novembre 9, 2014
Foto Ballando con le stelle, sesta puntata

La sesta puntata di Ballando con le stelle è caratterizzata dalle sfide dirette tra le coppie rimaste in gara e dal ripescaggio di Joe Maska, che rientra in gara per volere del pubblico che, attraverso un sondaggio sulla pagina ufficiale dello show, lo ha preferito alle altre celebrities eliminate finora. L’uomo mascherato, così, torna sulla pista da ballo per la gioia di chi ha compreso ed apprezzato il suo messaggio.

Una puntata, quindi, che secondo le previsioni di Milly Carlucci (ma anche le speranze, considerati gli ascolti non soddisfacenti degli ultimi sabati) dovrebbe conquistare tanti telespettatori grazie alle emozioni che le sfide dirette, dentro o fuori, possono dare. Ad arricchire la pietanza però c’è anche altro.

La pista di Ballando con le stelle accoglie le esibizioni di ben tre ballerini per una notte, uno straniero e due italianissimi: l’idolo delle ragazzine Diego Dominguez e i due simpaticissimi attori Christian De Sica e Rocco Papaleo. Senza dimenticare, infine, la presenza garbata di Marco Liorni, nel ruolo di commentatore a bordo campo.

foto_valerio_aspromonte_ekaterina_vaganova

La puntata comincia con la presentazione delle sfide e l’ingresso in studio del ripescato. La prima sfida è di paso doble e vede la sensualità di Dayane Mello contro la simpatia di Enzo Miccio. La coppia Mello-Peron non convince molto Carolyn Smith, mentre quella Miccio-Tripoli non piace molto a Rafael Amargo ma il wedding planner prende tutto con la solita ironia. A vincere la sfida è Dayane Mello che è già alla settima puntata.

Si passa alla seconda sfida, sfida di charleston. A scendere in pista Giorgia Surina e Maykel Fonts contro Roberto Cammarelle e Natalia Titova. Entrambe le coppie convincono la giuria e anche il commentatore a bordo campo Marco Liorni, seduto questa volta accanto a Sandro Mayer, ma ad andare direttamente alla settima puntata è Giorgia Surina.

I concorrenti di Ballando con le stelle si prendono una piccola pausa perchè la conduttrice presenta il primo ballerino per una notte: Diego Dominguez, il bad boy della serie Violetta, che risponde alle domande delle fan inviate via web. Diego, accompagnato in studio dalla fidanzata, canta una canzone.

Si ricomincia con le sfide. Terza sfida di rumba: Valerio Aspromonte VS Giusy Versace. Una sfida tra due sportivi, molto difficile da giudicare. Lo schermitore, in coppia con Ekaterina Vaganova, piace a tutti per sensualità e tecnica, come piace moltissimo l’atleta paraolimpica con Raimondo Todaro per le emozioni che dà. Alla fine vince Valerio Aspromonte ma la decisione non è gradita al commentatore a bordo campo che apprezza la forza, la bravura ma anche il fascino e la bellezza di Giusy Versace.

Quarta sfida: sfida di boogie tra Giulio Berruti ed Andrew Howe. La bellezza e la passione contro l’allegria e la forza, un boogie più sensuale il primo, uno più gioiso il secondo. A vincere è l’allegria di Andrew Howe e Sara Di Vaira, nonostante la sensualità riconosciuta da tutti della coppia Berruti-Togni.

Ci si rilassa un po’ con l’ingresso in pista di un’altra coppia, una coppia cinematografica: quella formata da Christian De Sica e Rocco Papaleo. I due attori devono cimentarsi in un valzer per il secondo tesoretto, che sommato a quello di Dominguez, serve ad aiutare una coppia tra quelle che hanno perso le sfide dirette.

Si riprende la gara: l’ultima sfida è di tango e vede scendere in pista Tony Colombo contro Joe Maska. Il cantante neomelodico viene criticato dalla giuria che, secondo Anastasia Kuzmina, non riesce a vedere i miglioramenti. I giurati sono un po’ meno critici con Joe Maska e Veera Kinnunen e assegnano loro la vittoria, suscitando un accenno di polemica da parte del cantante. Forse dell’uomo mascherato è stato apprezzato il fatto che sia stato per la prima volta con gli altri concorrenti.

Finite le sfide comincia la manche di salsa colombiana per le coppie perdenti. Un genere di ballo difficilissimo, molto complicato e veloce. I primi a scendere in pista sono Enzo Miccio ed Alessandra Tripoli che ottengono 30 punti. Tocca, poi, a Roberto Cammarelle e Natalia Titova a cui la giuria assegna 32 punti, senza qualche parere discordante: Zazzaroni e Mariotto apprezzano, Smith e Canino un po’ meno. Tutti d’accordo, invece, nel giudicare Giusy Versace e Raimondo Todaro che ottengono 44 punti. La salsa colombiana della coppia Berruti-Togni guadagna 33 punti, anche se non piace per niente a Mariotto che la giudica fuori tempo ma apprezza l’impegno e il divertimento che trasmette.

Infine arriva il forse troppo maltrattato Tony Colombo. Si riprende il discorso della sfida persa con Maska e il cantante neomelodico si lamenta del risultato considerando la sua coreografia più difficile. Ha uno scontro con Canino che difende il suo giudizio anche se altri giurati, come Amargo, apprezzano la grinta e voglia di stare in pista del giovane concorrente. Alla fine la coppia Colombo-Kuzmina ottiene 33 punti.

A chi sono serviti i due tesoretti ottenuti da Diego Dominguez e dalla coppia De Sica-Papaleo? Il primo ha portato 49 punti ballando su un brano hip hop con una crew di ballerini; mentre i secondi hanno conquistato i 10 punti di Carolyn Smith con un improbabile ma divertente valzer eseguito con Elena Coniglio. Ad assegnarli è una coppia di esperti di salsa colombiana che dà i 59 punti a Roberto Cammarelle. E, così, il pugile si ritrova primo nella classifica provvisoria in attesa del televoto.

Nell’attesa del giudizio del pubblico riprendono le polemiche. Quella più simpatica di Marisa Laurito, quella un po’ più acida di Enzo Miccio che non capisce come Joe Maska possa essere gia alla settima puntata mentre lui si gioca la permanenza a Ballando con le stelle. Carolyn Smith, poi, polemizza con Tony Colombo. La presidente di giuria considera il percorso nello show di Cammarelle più difficile di quello del cantante che, essendo arrivato prima, ha avuto più tempo per allenarsi. Anche il garbato Marco Liorni contesta la giuria che ha fatto andare direttamente alla settima puntata Maska.

Chiuso il televoto, si chiudono le polemiche. I telespettatori da casa portano alla settima puntata Giusy Versace e il lasciapassare dei maestri Enzo Miccio. Si va allo spareggio finale che vede uscire due coppie. Il pubblico, alla fine, rimette però le cose a posto e premia con il 55 % di preferenze il febbricitante Giulio Berruti che, effettivamente, non avrebbe meritato di uscire da Ballando con le stelle prima di altri.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

One Comment

  1. Rossella

    novembre 9, 2014 at 14:10

    Ieri sera ho pensato alle stelline di Ballando; infondo potrebbe rivelarsi un errore l’aver cancellato i bambini dalla faccia della televisione… il problema era la prima serata; in questi giorni mi è capitato di rileggere “Le confessioni si un italiano” e così ho riflettuto sulla centralità del tema che Baudelaire sintetizza nell’espressione “verde paradiso degli amori infantili”… il figlio naturale della sorella della contessa di Fratta, Carlino, ha una cuginetta (la Pisana) e nel primo capitolo si traccia il suo ritratto che poi è la negazione del luogo comune che i bambini non devono essere adulti in miniatura. Bisognerebbe ritornare su questa storia perché i media ci propongono immagini che enfatizzano la verità… è facile scagliarsi contro la bambina che si mette lo smalto. Il punto è che la storia condannerà questa rigidità… infondo tante di noi si chiudevano in bagno per farsi le maschere di bellezza con la carta igienica e il latte: questi vezzi sono una cosa normalissima! Giocare a mamma e figlia è normalissimo, mettere il rossetto di tua madre è normalissimo… fare scenate di gelosia all’asilo non è comune ma è normalissimo! La personalità non cade dal cielo.
    Nievo la descrive in questo modo:
    “La Pisana era una bimba vispa, irrequieta, permalosetta, dai begli occhioni castani e dai lunghissimi capelli, che a tre anni conosceva già certe sue arti da donnetta per invaghire di sé, e avrebbe dato ragione a color che sostengono le donne non esser mai bambine, ma nascer donne belle e fatte, col germe in corpo di tutti i vezzi e di tutte le malizie possibili.”
    I bambini in “Un medico in famiglia” non ricordano neanche vagamente la Rosinella della Wertmüller… anche loro sono adulti belli e fatti ma in un altro senso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *