Cotto e mangiato: la buonissima crostata senza lattosio del 19 novembre 2014

By on novembre 19, 2014

Buon pomeriggio carissimi amici! La ricetta presentata quest’oggi nel programma culinario di Italia1, nonchè antagonista (in termini di rete e di fascia oraria) de La prova del cuoco, con le ricette della cucina del casale e risparmio di oggi, è stato un dolce davvero gustoso e ideale per gli intolleranti al lattosio, realizzato con appena 5 -6 euro per 1 ora di tempo e suggerito dalla fan Giorgia della provincia di Mele.

Tessa Gelisio, con la ricetta di questa fan di Cotto e mangiato, ricorda a tutti gli spettatori, che è possibile inviare le proprie ricette al sito internet www.cottoemangiato.studioaperto.it e sperare che la conduttrice, tra le tantissime email che le arrivano quotidianamente, scelga proprio la vostra, proprio come è toccato a Giorgia. Questa ricetta senza lattosio, è una valida alternativa a chi magari non può mangiare dolci troppo elaborati come quelli presentati a Dolci dopo il Tiggì, con la torta della nonna di Anna Moroni.

Seguendo la ricetta di Giorgia, per ricreare anche voi la buonissima crostata senza lattosio di Cotto e mangiato, non vi resta che iniziare a preparare la pasta frolla. In una impastatrice, oppure formando la tradizionale fontana su un tavolo, ponete al centro 300 g di farina e, nel mezzo, mettete 150 g di margarina vegetale tagliata a pezzi. Subito dopo, aggiungete 1 uovo, 100 g di zucchero, 1/2 bustina di lievito e la scorza del limone grattugiata.

foto_crostata_01

Cominciate così a lavorare questi ingredienti e ad amalgamare la margarina con la farina. Continuate per un po’ di minuti a lavorare questi ingredienti cercando di amalgamarli il più possibile, senza però scaldare troppo la frolla. A questo punto, come viene mostrato anche nella fotogallery, insieme agli altri step da fare, dovete formare una palla con la pasta frolla, avvolgerla nella pellicola alimentare e lasciarla riposare in frigorifero per circa 30 minuti. Aiutandovi con un mattarello, prendete la frolla e stendetela, e adagiatela in una teglia tonda, che avrete precedentemente imburrato e infarinato.

Ora libero sfogo alla fantasia! Potete mettere 250 g di marmellata di pesche o di qualsiasi altro gusto. Ricordate di mettere da parte un panetto di pasta frolla, per fare delle decorazioni, magari prendendo spunto da Tessa Gelisio, che ha deciso di applicare due cuori di diversa grandezza sopra alla crostata senza lattosio di Giorgia, inoltre, potrete aggiungere a pioggia, delle mandorle sgusciate.

Finalmente potrete infornare la vostra crostata, in un forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Giunta a cottura, lasciate raffreddare ed estraete la torta dallo stampo, a piacere potete spolverarla con dello zucchero a velo.

Ormai i programmi di cucina, oltre alle tradizionali ricette salate, come quella di ieri di Cotto e mangiato, con il delicato orzo ai funghi e spinaci, giorno dopo giorno, tirano fuori dal cilindro, ricette dolci sempre più sfiziose e apprezzate dagli italiani, ad esempio
quella presentata a Detto Fatto, con i gustosi e americani brownies.

Non dite che le idee non ve le abbiamo date, per rendere i vostri pranzi e le vostre cene sempre sfiziose e che distaccano dalla monotonia quotidiana! Perchè aspettare il week end per concedersi dei piccoli peccati di gola? Se volete altre ricette come queste di oggi, non dovete far altro che attendere qualche ora, per una nuova puntata di Cotto e mangiato a partire dalle 12.50 sempre su Italia1, con la bravissima Tessa Gelisio.

About Leila Cimarelli

Leila Cimarelli, nasce il 10 marzo 1990, originaria di Roma, nel 2000 si trasferisce con la famiglia a Salerno. Amante del cinema, del teatro e della televisione, da sempre. Diplomata nel 2009 all'Istituto Tecnico Commerciale "A.Genovesi" - Salerno, nel 2010 si iscrive alla facoltà di Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo presso l' Università degli Studi di Salerno, laureandosi nel febbraio 2014. Ora è iscritta al corso di laurea magistrale di Editoria, Informazione e GiornalismoTelevisione dell’Università Roma Tre. Sogna un giorno, di poter lavorare nel mondo del giornalismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *