Detto Fatto, 13 novembre 2014: ravioli di spinaci con patate e stracchino e la torta delizia alle mandorle

By on novembre 13, 2014

Pronti a farvi ispirare dai tantissimi tutorial presentati quest’oggi da Caterina Balivo? Per un’ acconciatura elegante stile Audrey Hepuburn, potete seguire il tutorial di Morena Lo Giudice, che troverete nel sito del programma di Rai2. Grazie ai consigli di Elisa Ospina, per gli uomini e le donne rotondette, riuscirete ad essere sempre al top ad ogni situazione. Infine con Martina Rodini, riuscirete ad ottenere dei grandiosi risultati per i capelli grazie al rosmarino.

La prima ricetta di Detto Fatto del 13 novembre 2014, vede come protagonista un piatto salato, bellissimo da vedere e buonissimo da gustare! Ecco a voi i ravioli di spinaci con patate e stracchino, con sugo di pomodoro e salsiccia. Ingredienti per la sfoglia: 300 g di farina da sfoglia “00”, 2 uova e 60 g di spinaci. Prendete la farina, formate una bella fontana larga e sgusciate le uova che andrete a sbattere per amalgamarle.

Dopo aver lessato gli spinaci, tritateli ed uniteli alle uova. Impaste il tutto con la farina, finchè non otterrete un impasto verde liscio ed omogeneo. Consiglio: quando si mette un composto bagnato, come gli spinaci, bisogna togliere un uovo dalla ricetta base, per evitare troppa umidità all’impasto. Coprite quest’ultimo con la pellicola trasparente e fatelo riposare per almeno 30 minuti. Successivamente, tirate la sfoglia verde non troppo sottile.

foto_ravioli_01

Ingredienti per il ripieno: 300 g di patate, 150 g di stracchino, 50 g di parmigiano, sale q.b., 1 uovo e noce moscata. Dalla sfoglia verde che avete precedentemente steso, ricavate dei quadrati di circa 6 cm. Prendete le patate lessate e schiacciatele in una terrina. Aggiungete dello stracchino, sale, parmigiano e la noce moscata. Amalgamate tutti questi ingrediente e legateli con un uovo intero. Riempite i vostri quadrotti di pasta sfoglia con il ripieno e chiudetela a forma di triangolo. Con i rebbi della forchetta fermate i bordi, formando dei decori sulla pasta. Fateli cuocere in abbondante acqua salata per circa 5 minuti.

Ingredienti per il ragù di salsiccia: 350 g di salsiccia, 500 ml di passata di pomodoro, 2 scalogni, 1 cucchiaino di strutto, mezzo bicchiere di vino bianco, olio q.b. e sale grosso. Prendete l’olio e fatelo scaldare con lo strutto. Aggiungete lo scalogno tritato e fatelo imbiondire. Una volta sgranata la salsiccia a mano, unitela al soffritto, facendola rosolare e sfumandola con del vino bianco. Aggiungete la passata di pomodoro nella padella con il sale grosso, e fate cuocere per circa 15 minuti a fuoco basso. Scolate i vostri ravioli di pasta sfoglia verde e conditeli con la salsa alla salsiccia e parmigiano.

La seconda ricetta invece, riguarda un dolce tipicamente siciliano, visti gli ingredienti, preparato dai Fiasconaro, si tratta della torta delizia alle mandorle. Ingredienti per la pasta di mandorle: 250 g di farina di mandorle, 200 g di zucchero, 25 g di miele di arancio e 4 albumi circa. Iniziate a mescolare la farina di mandorle con lo zucchero e aggiungete il miele d’arancio. Infine incorporate gli albumi.

Ingredienti per la bagna al nero d’avola: 200 g di nero d’avola, 50 g di acqua, 50 g di zucchero, 1 stecca di cannella, 1 arancia e 2 chiodi di garofano. Grattuggiate la scorza d’arancia e portate a bollore acqua e zucchero insieme alla cannella, la scorza e i chiodi di garofano. Coprite con la pellicola alimentare e lasciate raffreddare. Togliete le parti solide ed unite il nero d’Avola.

Ingredienti per completare la torta: 500 g di confettura di albicocce senza pezzi, 200 g di mandorle, 100 g di acqua e 200 g di zucchero. Infine segnatevi gli ingredienti per il Pan di Spagna: 3 uova intere, 75 g di zucchero, 60 g di farina “00”, 20 g di fecola e mezza scorza di arancia grattugiata. Montate nella planetaria con la frusta, le uova, lo zucchero e la scorza di arancia. A parte, mescolate e setacciate la farina con la fecola. A schiuma stabile, incorporate delicatamente le farine e versate il composto in una tortiera di diametro di 18 cm. Lasciate cuocere per 20 minuti circa a 200°.

Non vi resta che unire tutti gli ingredienti. Tagliate orizzontalmente il disco di pan di Spagna e con un pennellino inzuppate con la bagna il primo disco. Farcite uno dei dischi con la confettura di albicocce e posizionate il secondo disco. Inzuppate anche quest’ultimo pan di Spagna e con l’utilizzo di una spatola, spalmate uno strato sottile di confettura sulla torta coprendone anche i bordi. Con l’ausilio di una sacche a poche con una bocchetta “delizia”, create con la pasta di mandorle, un decoro come potete vedere nella fotogallery, su tutta la superfice. Completate la decorazione con delle mandorle intere e lasciatela riposare per tutta la notte a temperatura ambiente. Fatela cuocere a 180° per 15 minuti e nel frattempo preparate lo sciroppo e portatelo a bollore acqua e zucchero. Lasciate raffreddare il tutto e una volta che la vostra torta delizia alle mandorle, sarà finalmente fredda, spennellate sulla superficie lo sciroppo.

Un menù davvero ricco quello di Detto Fatto, che a quanto pare ha seguito la scia della pasta sfoglia verde utilizzata oggi in una delle ricette de La prova del cuoco. A differenza di Cotto e mangiato, che con il polpo al tarufo, invece ha optato per un secondo piatto molto curioso. Senza dimenticare i Dolci dopo il Tiggì con la ronnamunacella, che vede tra i suoi ingredienti delle mandorle. Cosa aspettate a mettere in pratica queste bontà?

About Leila Cimarelli

Leila Cimarelli, nasce il 10 marzo 1990, originaria di Roma, nel 2000 si trasferisce con la famiglia a Salerno. Amante del cinema, del teatro e della televisione, da sempre. Diplomata nel 2009 all'Istituto Tecnico Commerciale "A.Genovesi" - Salerno, nel 2010 si iscrive alla facoltà di Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo presso l' Università degli Studi di Salerno, laureandosi nel febbraio 2014. Ora è iscritta al corso di laurea magistrale di Editoria, Informazione e GiornalismoTelevisione dell’Università Roma Tre. Sogna un giorno, di poter lavorare nel mondo del giornalismo.

2 Comments

  1. Pingback: Cotto e mangiato: i facilissimi brutti ma buoni del 14 novembre 2014 | LaNostraTv

  2. Pingback: Detto Fatto, 14 Novembre 2014: i golosi chocopops e baccalà dalla Norvegia a Paestum | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *