Detto Fatto, 28 Novembre 2014: la verdissima torta al pistacchio dei Fiasconaro

By on novembre 28, 2014
foto torta al pistacchio

In questo ultimo giorno della settimana, il programma pomeridiano in onda su Rai 2 ci ha proposto un tutorial culinario molto utile per i pasticceri in erba. Mentre ieri Franco Aliberti ci ha insegnato a fare il pan brioche, oggi, assieme a Caterina Balivo, abbiamo ritrovato padre e figlio pasticceri siciliani che ci hanno fornito tutte le indicazioni per fare un buon pan di spagna e un goloso dolce.

Protagonisti della cucina di Detto Fatto, nella data del 28 novembre 2014, sono stati Nicola e Mario Fiasconaro, padre e figlio siciliani. Essi ci hanno proposto una ricetta molto facile da fare: la verdissima torta al pistacchio. Partiamo dal pan di spagna: 60 grammi di farina 00, 75 grammi di zucchero, 20 grammi di fecola, 3 uova e la scorza grattugiata di mezza arancia.

Iniziate con il montare in planetaria, con la frusta, le uova, lo zucchero e la scorza di arancia; separatamente mescolate e setacciate la farina con la fecola. A schiuma stabile, incorporate delicatamente la farina e la fecola; versate in una tortiera e cuocete a 200° per 20 minuti. Ora dedicatevi alla crema: 240 grammi di panna, 150 grammi di mascarpone, 50 grammi di pasta al pistacchio e 25 grammi di zucchero.

Sciogliete in planetaria lo zucchero nella panna fresca; versate il mascarpone, la pasta al pistacchio e montate. Tagliate il pan di spagna orizzontalmente in modo da formare due dischi e bagnate il primo disco con la bagna al mandarino (150 grammi di liquore al mandarino e 75 grammi di acqua); dopo averlo bagnato, farcite il primo disco con uno strato sottile di crema. Coprite ora con il secondo disco di pan di spagna, bagnate anch’esso con la bagna al mandarino e spalmate i bordi della torta con la crema della farcitura.

Per la decorazione avete bisogno di 5 fragole, 100 grammi di granella di pistacchio e zucchero a velo. Ricoprite tutto il bordo della torta con la granella mentre, nella parte superiore, decorate con dei ciuffetti di crema aiutandovi con una sac à poche munita di bocchetta Saint Honoré. Posizionate le fragole come in foto, spolverate dello zucchero a velo ed ecco la vostra verdissima torta al pistacchio … Detto Fatto!

Un alternativa a questo dolce, potrebbe essere il goloso budino alle tre confetture presentato oggi da Luca Montersino in Dolci dopo il Tiggì. Se invece avete bisogno di qualche idea riguardo a primi o secondi piatti, potete sempre leggere le gustose ricette al sapore di terra e mare realizzate a La prova del cuoco oppure le straordinarie crespelle alla fiorentina di Tessa Gelisio. Non ci resta che augurarvi un buon fine settimana a voi tutti e darvi appuntamento a lunedì prossimo. Ciao!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

One Comment

  1. francesca buttitta

    novembre 30, 2014 at 16:23

    a palermo abbiamo anche la pasticceria cappello con torte divine da provare ciao

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *