Elena Ceste e Gilberta Palleschi: Mattino Cinque racconta le storie delle donne scomparse

By on novembre 7, 2014
foto Elena Ceste

Anche oggi Mattino Cinque, testata giornalistica VideoNews, si è occupato degli ultimi casi di cronaca nera ancora irrisolti. Nel salotto di Federica Panicucci si è discusso apertamente sulle evidenti incongruenze del marito di Elena (il giallo degli occhiali), su eventuali possibili moventi e alibi che potrebbero far luce su particolari ancora ignoti e determinanti ai fini delle indagini. Questa sera l’appuntamento è alle 21.15 su Rete 4 con Quarto Grado per approfondire e ricostruire tutti i momenti di quella tragica mattina.

Molti i dubbi che sorgono sul caso Ceste, dubbi che coinvolgono soprattutto il marito della povera Elena, Michele Buoninconti, e le incongruenze riguardo alle sue ricostruzioni della mattina in cui scomparve la giovane donna di Costigliole d’Asti. Mattino Cinque come ogni giorno è pronto ad occuparsene e a fornire ai telespettatori aggiornamenti e interviste esclusive sul caso.

Elena, trovata morta dopo 9 mesi, e nessuno crede alla versione del suicidio. Che sia stato un omicidio premeditato? Si vocifera che gli inquirenti siano vicini ad una clamorosa svolta. In collegamento questa mattina dalla Panicucci, Don Zappino, il parroco oggetto del misterioso messaggio inviato da una cabina telefonica di Angria nel quale si sostiene che Zappino, la mattina della sparizione di Elena, stesse trascinando la donna per i capelli verso la chiesa. Ma è evidente che tale messaggio è stato inviato per sviare le indagini: il parroco infatti, secondo una testimonianza di una sua collaboratrice ieri a Pomeriggio 5, era a quell’ora a dire Messa e non avrebbe comunque un movente.

foto_ceste

In studio si parla anche del movente economico. Infatti la casa in cui vivevano i coniugi era intestata soltanto a Elena, non al marito, ed è probabile che Michele, dopo la possibile confessione della moglie di avere un amante, si sia sentito alle strette da un imminente divorzio, dal quale non avrebbe ottenuto giovamento economico e avrebbe per questo ucciso la moglie. Sono comunque solo supposizioni.

Si passa al caso Gilberta Palleschi, professoressa di Sora scomparsa da 6 giorni. La sua scomparsa è ancora avvolta nel mistero, le ricerche continuano nella zona adiacente al fiume dove lunedì sono stati ritrovati gli oggetti appartenenti alla donna (bracciali, chiavi e auricolari) con cui era andata a fare jogging. Soltanto mercoledì sono stati trovati una collanina e una cintura da uomo, forse per depistare le indagini, dato che quel luogo era stato battuto a lungo dai carabinieri giorni prima. Famigliari e amici ignorano chi potesse voler male alla giovane donna, ed escludono un’eventuale ipotesi di suicidio. Il caso rimarrà sotto i riflettori di Mattino Cinque fino a quando non si avranno nuovi e fondamentali aggiornamenti.

About Marco Mutolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *