Fabrizio Trecca è morto: la Tv in lutto per la scomparsa del conduttore di “Vivere Meglio”

By on novembre 12, 2014
foto Fabrizio Trecca

La notizia è stata annunciata da Barbara Palombelli, conduttrice di Forum, al termine della puntata di oggi (clicca qui per leggere le dichiarazioni della Palombelli su Rita Dalla Chiesa). Oltre ad essere stato un giornalista ed un conduttore, è noto al pubblico per aver fatto da medico personale a Silvio Berlusconi, ex Presidente del Consiglio. La sua carriera eclettica, che passa dalla medicina alla televisione, senza rinunciare alla scrittura.

Oggi la tv è in lutto: è morto Fabrizio Trecca, storico conduttore di “Vivere meglio“, programma Mediaset. La sua carriera, però, è cominciata come medico, per passare in televisione negli anni ’70. Inoltre scrive alcuni romanzi fantascientifici, come “Gemma“, diventato sceneggiato Rai nel 1975.

Autore di “Vivere Bene“, Fabrizio Trecca affianca per due anni Maria Teresa Ruta nella conduzione del programma su Canale 5. Nel 2000, però, il programma prende il nome di “Vivere bene per noi – Speciale Medicina” e dal 2001, il conduttore passa a Rete 4 con “Vivere meglio“, affiancato da diversi volti noti della televisione.

Vivere meglio“, famoso programma condotto da Fabrizio, si occupava di malattie, ponendo attenzione sui diversi momenti, dalla prevenzione alla diagnosi, arrivando alla cura. Non mancavano i consigli quotidiani, mirati ad un profondo benessere del corpo, consigli riguardanti, quindi, anche la ginnastica.

Il conduttore si è spento all’età di 74 anni, lasciando l’intera televisione e il mondo del giornalismo in lutto. La relazione, come medico personale, per trent’anni, con l’ex Presidente del Consiglio; la conduzione di diversi programmi d’informazione, e il suo interesse per la scrittura, hanno fatto di Fabrizio Trecca un grande uomo, la cui assenza sarà una grande mancanza per la televisione italiana.

About Giovanni Sicurello

One Comment

  1. Rossella

    novembre 12, 2014 at 18:38

    Era veramente una bella persona… tempo fa lo incrociai mentre stava con un gruppo di persone che gli stavano chiedendo la foto di rito e ricordo che mi sorrise perchè evidentemente pensava che facessi parte di quel gruppo… mi fece un’ottima impressione anche se non mi fermai perchè non me lo aspettavo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *