Fiorella Mannoia, lo sfogo su Facebook: mai più collaborazioni con Renato Zero?

By on novembre 21, 2014

Le brutte sorprese non mancano nel mondo della musica, i rapporti anche in questo campo sono come gli amori, ci sono quelli che finiscono bene e quelli che finiscono male, anche se si parla di due grandissimi nomi del panorama musicale italiano, due icone incontrastate negli ultimi decenni. Oggi è una delle voci più belle di sempre a parlare sui social e a dare libero sfogo alle parole, svelando i dispiaceri che possono nascere durante la lavorazione ad un nuovo album.

Alessandra Amoroso oggi ha fatto un appello particolare sul web, mentre Fiorella Mannoia invece poche ore fa tramite il suo profilo Facebook ha condiviso con i suoi fans il dispiacere e la delusione dovuti al ripensamento di un suo collega famosissimo riguardo la collaborazione nell’album Fiorella, infatti svela come sia saltata la collaborazione con l’amico Renato Zero.

Sono sicuramente dure le parole di Fiorella Mannoia, ma anche cariche di dispiacere, poiché l’amico e collega Renato Zero sembra essersi tirato indietro sulla collaborazione prevista nell’album Fiorella, nel quale è contenuto il duetto tra i due sul brano Cercami dello stesso Renato.

La collaborazione con Renato Zero si è interrotta in maniera alquanto negativa: il duetto Cercami nella prossima riedizione dell’album Fiorella infatti non sarà più presente, e la stessa Fioerella Mannoia spiega il perché tra le righe del post sul profilo personale di Facebook Il giorno prima che l’album fosse pubblicato Renato si è tirato indietro dicendomi di non voler più partecipare a causa di pendenze della sua casa discografica…la stessa che da sempre distribuisce i miei dischi“. Fiorella Mannoia che nell’album Fiorella vanta collaborazioni importanti come quelle con Tiziano Ferro, Laura Pausini, Ligabue, Cesare Cremonini e tanti altri, tra cui vi era Renato Zero, si trova nella spiacevole situazione di dover rinunciare proprio a quest’ultimo. “Sapeva benissimo che era troppo tardi e che il disco era già praticamente nei negozi. A nulla sono serviti il mio dispiacere e la mia estraneità a tutto questo“, e continua “Abbiamo una visione diversa del rapporto con la musica…non avrei mai pensato di trovarmi in una situazione come questa, ma è andata così. Mi dispiace“.

About Cristoforo Zambrano

Nato a Salerno il 17 Settembre 1990. Diplomato nel 2009 al Liceo Scientifico G. Da Procida di Salerno. Studente DaViMuS all'Università di Salerno in procinto di laurearsi, appassionato di musica, cinema, teatro e televisione, fermo sostenitore delle serie tv che mettono insieme tutti questi rami. Dalla vena critica molto accentuata.

One Comment

  1. Rossella

    novembre 22, 2014 at 00:17

    Nell’immaginario collettivo Zero è il poeta e le sue canzoni sono poesie. Da quando a cominciato a collaborare con gli altri artisti ha dato vita ad una sorta di rivista, un’operazione che per molti versi si potrebbe ricondurre all’idea della rivista… quale rivista? La voce, io direi “La voce”! Ovviamente non è stato il protagonista principale… a lui si sono aggiunte personalità di spicco del nostro panorama musicale; uno su tutti Francesco De Gregori… “tu di la vita?” Poi ci sarebbero Venditti, Dalla e come dimenticare il professor Vecchioni! Insomma… li conoscete tutti, basta fare un po’ di mente locale! Insieme hanno contribuito a svecchiare la cultura contemporanea sdoganando quell’Idealismo che ai tempi di Prezzolini si diffuse grazie alla rivista di cui parlavo; rivista che in poco tempo divenne un autentico strumento d’intervento… l’Idealismo è una sorta di religione laica, “La voce” per “dare voce” alle nuove idee dei giovani (vedi Carone per il quale sono state spese parole che non passeranno mai)… tutti questi giovani artisti che in anni tanto controversi si sono dimostrati desiderosi di intervenire anche a mezzo stampa su temi etici di fondamentale importanza.
    Le querelle littéraire sono una cosa all’ordine del giorno, d’altro canto non sono l’unica rivista… si sono registrati momenti di tensione anche in casa Santoro… Santoro- Annunziata, Santoro-Travaglio! Purtroppo… è la religione delle lettere!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *