La prova del cuoco, 17 novembre 2014. Profumi e sapori del lunedì di Rai1

By on novembre 17, 2014

Si parte alle 12.01 in punto. Dopo il doveroso omaggio la vincitore del Junior Eurovision Song Contest, la bionda conduttrice di Legnano si precipita dal saggio Bigazzi, che quest’oggi ci ha deliziato con un’interessante dissertazione sulla qualità del latte. Si prosegue con La Sfida in famiglia, per poi arrivare ai simpaticissimi Alessandra Spisni e Andrea Mainardi, seguiti dalle ricette semplici e gustose del cuoco salutista Marco Bianchi.

La prova del cuoco, 17 novembre 2014. Profumi e sapori del lunedì di Rai1. Dopo la puntata di sabato, capitanata dagli abili Marco Di Buono e Lorenzo Branchetti, gli amici del coooking show della prima rete sono tornati in diretta per regalarci una nuova settimana ricca di gusto. Se siete degli amanti del mare, non perdete il Brodetto di Nasello in due versioni presentato da Tessa Gelisio nel corso della puntata di ieri di Pianeta Mare.

La prova del cuoco, 17 novembre 2014. Profumi e sapori del lunedì di Rai1. Come vi abbiamo anticipato, le idee da portare sulla nostra tavola partono con la bolognese doc Alessandra Spisni, che ha preparato delle rosette al forno con mortadella e verza. Andrea Mainardi è andato in giro per il mondo con il Panino Feijoada, mentre Marco Bianchi si è cimentato nei suoi pizzoccheri tricolore.

foto_la_prova_del_cuoco_rosette

Rosette al forno con mortadella e verza di Alessandra Spisni. Ingredienti: 350 g di farina da sfoglia, 3 uova, 50 g di spinaci cotti e strizzati, 500 g di latte fresco intero, 30 di farina 00, 45 g di burro, noce moscata grattugiata, sale e pepe. Per il condimento: 100 g di grana grattugiato, 200 g di mortadella a fette, 500 g di verza, 200 g di burro, un pugno di sale grosso, vino bianco secco q.b. Prepariamo la sfoglia nella maniera classica. Mettiamo a sciogliere il burro in una padella antiaderente e intanto mettiamo a bollire il latte. In una padella a parte, prepariamo il roux per la besciamella, che aggiungeremo poi al latte bollente profumato con una grattata di noce moscata. Scottiamo la verza nel burro sciolto e lasciamo appassire bene. Intanto, lessiamo la pasta in acqua bollente e gettiamola poi in acqua fredda. Stendiamo la pasta sulla spianatoia e spolveriamo di grana. Adagiamo ora delle fette di mortadella, quindi finiamo di farcire con la verza. Arrotoliamo bene la pasta e tagliamola in tanti dischi della spessore di circa 3 cm. Adagiamo le rosette su una teglia da forno e guarniamo con la besciamella e il grana. Mettiamo a gratinare in forno, per 15′ a 180°C.

Panino “Feijoada” di Andrea Mainardi. Ingredienti: 500 g di fagioli neri, 200 g di luganega, 4 panini tipo rosette, 200 g di pancetta affumicata a cubetti, 1 cipolla bianca, 1 spicchio d’aglio, olio e.v.o. q.b., un mazzetto di prezzemolo, 1 foglia d’alloro, sale e pepe q.b. Per la salsa: una cipolla bianca, 2 pomodori ramati, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 foglia d’alloro, sale e pepe, 1 limone, 1 peperoncino fresco piccante. Cuociamo in padella i fagioli neri (dopo averli ammollati in acqua e alloro per una notte intera) e la salsiccia luganega sgranata. Cuociamo per due ore, ricoperti d’acqua e aggiustati di sale e pepe. In una padella a parte, rosoliamo la pancetta con la cipolla tagliata finemente e l’aglio. Uniamo un po’ di brodo dei fagioli e del prezzemolo tritato. Aggiungiamo il tutto ai fagioli neri e facciamo addensare. In una ciotola, condiamo i pomodori tagliati a dadini, la cipolla, il prezzemolo, succo di limone e un filo d’olio. Apriamo dei panini e farciamo con la Feijoada, quindi aggiungiamo con l’insalatina di pomodori.

Pizzoccheri tricolore di Marco Bianchi. Ingredienti: 300 g di farina di grano saraceno, 100 g di farina di semola di grano duro, sale, acqua tiepida. Per il condimento: 200 g di crescenza, 200 g di coste, 12 pomodori secchi sott’olio, 4 cucchiai d’olio d’oliva, sale e pepe. Uniamo le due farine e aggiungiamo l’acqua. Lasciamo riposare e quindi stendiamo la pasta per ottenere i pizzoccheri. Tagliamo le coste a striscioline e lessiamole in acqua bollente. Sciogliamo la crescenza in padella e condiamola con i pomodori secchi tagliati a pezzetti. Intanto, cuociamo i pizzoccheri, in acqua bollente e salata, per circa 10′. Condiamo la pasta con la salsa di crescenza e un giro d’olio rigorosamente a crudo.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

One Comment

  1. Pingback: La prova del cuoco, le ricette del 18 novembre 2014. Patate e cipolle regine della cucina | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *