Sister Cristina si esibisce in Francia e fa incetta di critiche e polemiche

By on novembre 20, 2014
foto Suor Cristina

Suor Cristina, orsolina e cantante provetta che ha stupito i telespettatori nella seconda edizione di The Voice of Italy e che il programma l’ha pure vinto, ha da poco pubblicato il suo album di debutto che non poteva che chiamarsi Sister Cristina. La tracklist presenta dieci cover tra cui Try, Like a Virgin, Somewhere only we know, Blessed be your name, Fix you, No one, I surrender, True colors, Price tag, Perto, longe, ou depoi e due inediti intitolati Fallin’ Free e L’amore vincerà.

E fin qui tutto bene. Poi l’album è uscito la scorsa settimana anche in Francia e la promozione è stata ampia grazie a spot televisivi e radiofonici e non sono mancati neanche poster sparsi per le città. Non solo, qui arriviamo al punto cruciale, Sister Cristina si è anche esibita in un programma televisivo, un Ballando con le stelle in versione francese. La cosa, però, non sembrerebbe essere stata di gradimento per tutti.

Suor Cristina in questa esibizione ha cantato uno dei suoi cavalli di battaglia, Like a Virgin, canzone che la stessa ha recentemente dichiarato, durante l’intervista di Massimo Giletti a L’Arena, di considerarla una preghiera d’amore. Non la pensano in questo modo, invece, alcuni commentatori francesi che hanno considerato che quel brano cantato da una suora fosse qualcosa di profano. Hanno anche aggiunto che la cosa è vista come una provocazione.

I commentatori, però, hanno dovuto ammettere che la versione di Suor Cristina è comunque molto casta e pura. In effetti, lo è. Insomma, un esordio francese non dei più felici! Come l’avrà presa la nostra Sister? Intanto speriamo che la suora-cantante possa continuare tranquillamente la promozione dell’album e che possa dimostrare il porprio talento anche a livello internazionale.

About Chiara Longo

Nata a Brescia nel 1985, si laurea in Comunicazione media e pubblicità alla IULM con una tesi dal titolo “L’advertising non convenzionale: il caso Coca-Cola”. Le sue principali passioni sono la televisione, l’advertising, il teatro e il doppiaggio per il quale ha potuto approfondire la conoscenza grazie al corso di doppiaggio presso il C.T.A. di Milano. I suoi programmi televisivi preferiti? Le serie tv (Sex and the city e Girlmore girls) e i programmi televisivi comici ( Zelig e Colorado Cafè).

3 Comments

  1. Conte Max

    novembre 20, 2014 at 17:40

    ehm… ok voi non avete colpa perché avete riportato una notizia dell’ANSA… ma vorrei dire a questo genio dell’Ansa che parla di commentatori (cioè fatemi capire… stile Pettinelli e Maionchi?) quali polemiche??? Standing ovation, questo si vede nel video di Dancer avec le stars … una esibizione bellissima… ho seguito la stampa francese (l’esibizione è stata giorno 9 novembre su TF1) ed erano tutti entusiasti di Soeur Cristina… e non è stata di certo l’unica esibizione visto che in Francia si contano almeno 8 live… da TF1 a France2 a France5 e Europe1 o come il live a Radio Chérie FM
    Certo che la stampa italiana è sempre sul pezzo… a dimenticavo… quanto stiamo in classifica mondiale per libertà di informazione? Abbiamo superato almeno il Botswana??? non penso!!!

  2. Angelo

    novembre 20, 2014 at 21:27

    Vorrei semplicemente dire che ho seguito il video dell’esibizione menzionato e non mi pare proprio che si veda quanto asserisce chi ha scritto l’articolo a meno che non era presente lì nello studio e ha visto tutt’altra cosa. Comunque il gradimento di Suor Cristina in Francia è altissimo tanto che i numeri delle esibizioni dal vivo e gli inviti vari in programmi e emittenti televisive e radiofoniche sono numerosi. Vorrei capire perché qua da noi in Italia stanno costruendo una marea di idiozie su questa giovane e talentuosa ragazza per ostacolarne il lavoro quando poi fortunatamente le vendite del CD dimostrano chiaramente che la gente sta apprezzando e molto. Su Amazon in musica digitale l’album è primo oltre che occupare il 1°,2°,3° e 4° posto nella classifica brani dove ci sono canzoni dello stesso cd di Sister Cristina.

  3. Rossella

    novembre 20, 2014 at 23:18

    Un filmato significa poco o nulla… adesso sentiamo intorno a noi una sorta di fermento – sappiamo che la situazione nei balcani potrebbe precipitare e quindi leggiamo le notizie con l’occhio di un uomo del 2114… ad uniformare la narrazione ci sono una serie di fatti che raccontano l’isolamento del meridione dal punto di vista della destra italiana… ad oggi non ci fa né caldo né freddo quello che accade in politica perché non ci riconosciamo in un ideale ben preciso e non ci sentiamo perseguitati, facciamo la nostra vita punto.
    Invece negli anni a venire tutto potrebbe cambiare, ci ho pensato proprio stamattina mente leggevo il necrologio di un avvocato salernitano che vide morire suo fratello per mano di un anarchico (siamo intorno agli anni settanta)… sul giornale c’era il volto molto franco di un uomo che ho avuto modo di conoscere anni fa… era un amico di famiglia, una persona veramente perbene… il suo primo piano ha evocato in me l’immagine di un’altra Italia che per tanti anni è stata rappresentata attraverso altri volti, volti che hanno finito per disperderla… infatti semmai i giovani si dovessero indignare non sarà per la storia che vogliono difendere i valori della loro terra e i loro valori… ci metterei la mano sul fuoco perché oggi la filosofia delle spiccate capacità relazionali ha accorciato qualsiasi distanza; questa retorica funziona nei libri di storia… penso che un giorno la carta stampata dovrà rendere conto dell’antiberlusconismo imperante… per quanto mi riguarda sono di destra ma non mi sono mai sentita perseguitata perché per la mia generazione essere di destra essere di sinistra era indifferente, magari loro avevano il privilegio di essere rappresentati da volti più sobri ma di mio sono sempre stata abbastanza sobria da apparire di sinistra… questo per dire che la storia la scriveranno i posteri sulla base di qualche frammento che lascia tutte le piste aperte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *