Una pallottola nel cuore, anticipazioni della terza puntata: Il passato che ritorna

By on novembre 4, 2014
Foto Una pallottola nel cuore, anticipazioni terza puntata

C’è poco da fare il pubblico italiano ama Gigi Proietti, lo ama in teatro, al cinema e anche in televisione e non vedeva l’ora di rivederlo in una fiction. Anche la seconda puntata di Una pallottola nel cuore ha avuto grandissimo successo e ha conquistato quasi 5 milioni e mezzo di telespettatori. Piace il cronista di nera interpretato dall’artista romano, piacciono le sue vicende professionali e personali.

Il nostro giornalista, infatti, non solo deve occuparsi di delitti che sono avvenuti tanti anni prima, ma deve anche risolvere qualche piccolo problema familiare che ha avuto origine nel suo passato. Aver saputo di avere una figlia ed un nipote e di aver ritrovato il suo grande amore è stato destabilizzante ma adesso Bruno sta cominciando ad essere contento di questa nuova realtà.

Per le ultime due puntate della fiction c’è qualche novita. Infatti l’appuntamento con la terza puntata di Una pallottola nel cuore è anticipato a domenica 9 novembre, mentre quello con la quarta ed ultima è previsto per il giorno dopo: lunedì 10. Nella puntata di domenica Bruno deve fare ancora i conti con la gelosia per Paola (Licia Maglietta) e con il rischio che Maddalena (Francesca Inaudi) lasci casa sua.

Una pallottola nel cuore, anticipazioni della terza puntata. Bruno Palmieri (Gigi Proietti), intanto, ci ha preso gusto a risolvere vecchi casi rimasti senza un colpevole e, così, anche domenica 9 novembre lo vediamo alle prese con un altro cold case. Nella terza puntata di Una pallottola nel cuore, dal titolo Il passato che ritorna, il cronista di nera ha a che fare con una donna uscita dal coma dopo quattro anni.

Donata Farinelli (Sara D’Amario) era la titolare di un’agenzia matrimoniale che qualcuno quattro anni prima aveva provato ad uccidere. La donna fortunatamente non è morta ma è entrata in coma e, ora, dopo quattro anni di rianimazione, si è svegliata. In prigione per il suo tentato omicidio c’è Lea Baldini (Anna Ferruzzo), impiegata dell’agenzia e amica di Donata. Tutti gli indizi erano contro di lei.

La donna delle pulizie l’aveva trovata accanto al corpo della vittima, le impronte di Lea erano state trovate su un posacenere di marmo considerato l’arma del delitto ed, infine, la donna aveva anche un movente: aveva sottratto dei soldi all’agenzia per pagare alcuni debiti del marito. Tutti motivi questi che avevano convinto i giudici a condannarla.

Bruno già quattro anni prima aveva seguito la vicenda e ora il suo interesse si riaccende e, così, nella speranza di ottenere qualche risposta va a trovare Donata Farinelli in ospedale. Qui assiste ad un litigio tra Gabriele Morelli (Rodolfo Corsato), marito della vittima, e quello della donna in prigione, Italo Baldini (Paolo De Vita). Quest’ultimo accusa il marito di Donata di essere il vero colpevole.

Bruno incuriosito avvicina Italo che gli racconta una storia interessante. Secondo lui il vero colpevole è il marito di Donata e il movente è il desiderio di farsi una nuova vita con i soldi dell’agenzia matrimoniale della moglie. Gabriele, infatti, vive con un’altra donna dal cui ha avuto un figlio e con la quale lavora all’agenzia. La compagna di Gabriele ha preso il posto di Lea. Italo, inoltre, è sicuro che Donata adesso potrà raccontare quello che è successo veramente e scagionare così la moglie.

La donna, però, interrogata dagli inquirenti dice di non ricordare niente. Per quale motivo? Vuole proteggere il marito oppure ha paura di lui? O, ancora, vuole nascondere qualche altro segreto? Bruno, ovviamente, da bravo giornalista con la passione per l’investigazione vuole saperne di più. Si mette ad indagare tra i clienti dell’agenzia, tra i cuori solitari che cercano disperatamente qualcuno con cui condividere la vita, rischiando molte volte di cadere nelle grinfie di gente senza scrupoli che vuole soltanto danaro.

E la verità arriva, sorprendente ed inaspettata come sempre. Bruno, indagando nel passato di alcune donne che si erano affidate all’agenzia per cercare l’anima gemella, riesce a scuotere e a provocare l’assassino che, così, esce allo scoperto. Appuntamento a domenica 9 novembre con la terza puntata di Una pallottola nel cuore per scoprire chi è.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *