Una pallottola nel cuore, Proietti indaga nel mondo dell’arte: anticipazioni dell’ultima puntata

By on novembre 9, 2014
Foto Una pallottola nel cuore, ultima puntata

Ultima indagine per il nostro Bruno Palmieri (Gigi Proietti) che, nella quarta puntata di Una pallottola nel cuore, viene tirato in ballo da Maddalena (Francesca Inaudi). Infatti è la figlia ritrovata che lo porta a risolvere un altro caso irrisolto che risale a quattro anni prima. Questa volta il giornalista indaga nel mondo dell’arte, dei collezionisti e dei falsi d’autore, per scoprire la verità sulla morte di due giovani.

La passione di Bruno per l’investigazione è sempre forte e, quando il suo istinto e il suo fiuto, affinati da anni di esperienza, gli fanno intravedere la possibilità che la realtà non sia come sembra, non può fare altro che cercare di scoprire la verità. E, così, lunedì 10 novembre arriviamo all’ultimo cold case di Una pallottola nel cuore.

In questo percorso televisivo di grande successo il nostro cronista non ha solo indagato però. Ha scoperto di essere padre e nonno, ha ritrovato il suo grande amore e sta vivendo una seconda giovinezza. Come finiranno le sue vicende professionali e personali? Scopriamolo nelle anticipazioni dell’ultima puntata di Una pallottola nel cuore.

foto_una_pallottola_nel_cuore_gigi_proietti

Maddalena è alla ricerca del suo primo vero articolo e, nell’episodio di lunedì intitolato Il vero e il falso, trova questo e non solo. La giovane cronista, insieme al vicequestore Enrico Vella (Ruben Rigillo), si trova sul luogo di un incendio. Ad essere andato a fuoco è il laboratorio di restauro di Roberto Grassi che è rimasto vittima delle fiamme.

Mentre Maddalena, da brava giornalista, raccoglie le testimonianze di chi era presente, incontra una sua vecchia amica: Violante Baldi Guarnieri (Chiara Mastalli), appartenente ad una nobile famiglia di Roma. Le due ragazze si erano conosciute in occasione della mostra di Luca Ridolfi, fidanzato dell’epoca di Violante e morto di overdose poco dopo il loro incontro.

La giornalista, oltre a questa triste notizia, dall’amica viene a sapere che lei conosceva il giovane restauratore e, infatti, la sua reazione è di grande disperazione. Violante è sconvolta e parla, addirittura, di una maledizione che avrebbe colpito lei, Luca e Roberto, entrambi morti, ed un’altra loro amica, Norma (Noemi Angeloni), di cui non si hanno più notizie da tempo.

Bruno, dopo il racconto di Maddalena, rimane colpito da questa macabra coincidenza e comincia ad interessarsi al caso. Viene a sapere che la polizia sta indagando sull’incendio perché ci sono forti sospetti che possa essere stato doloso e anche la scientifica conferma questa teoria. Il primo ad essere sospettato è un importante collezionista d’arte, Danieli (Blas Roca Rey). I sospetti ricadono su di lui perché è appassionato di opere di Giovanni Boldini e, nell’incendio del laboratorio, è andato distrutto proprio un quadro di questo artista di sua proprietà, dipinto che era là per essere restaurato. I sospetti degli inquirenti sono che Danieli abbia causato l’incendio per riscuotere i soldi dell’assicurazione del quadro.

La ricostruzione, però, non convince il nostro cronista di nera che, dopo aver ascoltato Violante, certa che Luca, quattro anni prima, non sia morto per overdose ma per omicidio, è sempre più sicuro che le due morti siano collegate. Comincia così ad indagare nella vita di Luca. Bruno riesce a trovare lo spacciatore che all’epoca riforniva il ragazzo. Grazie a lui viene a sapere qualcosa che era sfuggita alla polizia: Luca, molto talentuoso, guadagnava tanti soldi realizzando falsi d’autore.

Bruno, con l’aiuto di Maddalena, ripercorre il passato di Luca, gli anni all’Accademia, i suoi compagni, le prime persone che hanno creduto in lui. Tra queste c’è il gallerista Giosuè Maijini (Luigi Petrucci) con cui il giovane aveva un rapporto molto forte. Bruno riesce ad intervistarlo e, immediatamente, si rende conto che l’uomo sa più di quello che dice. Maijini, per esempio, conosce Danieli, perché quest’ultimo ha acquistato proprio nella sua galleria il dipinto andato distrutto nell’incendio.

Un mistero che si presenta sempre più intricato ma Palmieri non si arrende e con il suo fiuto riesce a collegare i tristi destini di Luca, Roberto e Noemi e a scoprire chi è il colpevole. Per sapere il suo nome non perdete l’ultima puntata di Una pallottola nel cuore, in onda lunedì 10 novembre su Rai 1.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *