Uomini e Donne trono over: Elga ne scarta un altro, colpa dei modi litigiosi

By on novembre 17, 2014
foto Elga

Puntata movimentata quella di Uomini e Donne di oggi. Il trono over è sempre uno dei più tormentati; siamo passati dalla storia di Erminia e Antonio D., all’attacco di Gianni verso la signora Francesca accusata di “essere in studio solo per fare balletti davanti alle telecamere”. Non sono mancate poi le frecciatine di Liat (che al momento sta frequentando Graziano e forse è la donna giusta per lui) a Francesco, accusato di cercare storie finte solo per stare al centro dell’attenzione. Ma il fulcro della puntata è stata la diatriba tra Elga e Luca.

Li avevamo lasciati ben disposti l’uno verso l’altra: lui la definiva “intelligente, arguta e bellissima” ed era pronto ad innamorarsi seriamente, lei aveva apprezzato il selfie del maratoneta e sembrava presa anche mentalmente. Qualcosa è andato storto però e le carte in tavola sono cambiate inaspettatamente.

E’ l’avvocatessa a voler chiudere con Luca, colpa di alcuni comportamenti che il corteggiatore ha avuto in puntata e fuori e che la 43enne non ha per niente apprezzato. “Quando mi sento con una persona ballo con quella”, ha commentato Elga. Invece, Luca in studio ha più volte invitato altre donne a danzare. Gelosia? Pare proprio di si. Elga, infatti, ha sempre ribadito di volere l’esclusiva da un uomo e questi atteggiamenti non li tollera.

Ma non è solo questo ad aver scatenato la decisione dell’avvocatessa. L’incompatibilità tra i due è anche caratteriale. I modi di Luca, infatti, non sono proprio piaciuti ad Elga. “Io sono un uomo grintoso – ha dichiarato il maratonetase una cosa non mi sta bene lo dico”. Questi atteggiamenti, considerati forse un po’ troppo litigiosi da Elga, l’hanno allontanata da Luca, tanto che in puntata ha affermato “non voglio vicino a me una persona che possa reagire in un determinato modo”.

Un altro buco nell’acqua insomma, una piccola delusione per chi aveva sperato in questa nuova coppia. La frequentazione tra i due si interrompe e alla classica domanda di Maria: “con chi vuoi ballare?”, Luca risponde con Stefania, mentre Elga sceglie Guido. Che la bella avvocatessa pensi all’ex di Barbara? Tutto è possibile.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

2 Comments

  1. Rossella

    novembre 17, 2014 at 19:58

    Elga mi è sembrata particolarmente provata; la sua storia, per grandi linee, ha finito per confluire in quella di Erminia e Antonio D… il mio pensiero è andato alla puntata in cui una delle dame aveva lamentato la superficialità di un cavaliere reo di averla riempita di complimenti, uno su tutti: sei bellissima!
    Oh… niente, proprio non le era andato giù! A detta della dama si sarebbe trattato di una notazione assolutamente puerile e fuori luogo: -bellissima io?- Avreste dovuto vederla, vestita di una modestia assolutamente disarmante tenne a precisare che si considerava una bellezza nella media, niente di trascendentale… che dire? Non mi sembrava il caso di prendersela per così poco; ad ogni modo la contrapposizione tra razionalismo e irrazionalismo è parte integrante di questo periodo storico… un conflitto che si era presentato già a fine Settecento ( la battaglia per i lumi contrapposta allo Sturm un Drung, a Rousseau, ad alfieri al wertherismo, ecc.) poi nell’ottocento gli intellettuali progressivamente cominciarono ad abbandonare l’atteggiamento antiborghese; la borghesia egemone si allontanava dalle forme positive e progressive per assumere posizioni reazionarie e oscurantiste, posizioni figlie di una visione imperialistica più aggressiva… molti miti si insediarono nel pensiero della classe dominate… decadentismo e naturalismo in molti casi si sovrappongono: ci sono aspetti decadenti nel naturalismo e aspetti naturalistici nel pensiero decadente… pensiamo al vitalismo panico di Zola o al legame di D’Annunzio con le novelle verghiane (Terra vergine unisce il regionalismo verista ad una forma di regressione tipicamente decadente, quasi ferina).
    Una donna quandanche insicura della sua bellezza leggerà quel sei bellissima nell’unico modo in cui può essere letto razionalmente… tradotto grossolanamente potrebbe suonare più o meno così : – ti mangerei con gli occhi!- Non in senso letterale… intendiamoci! E’ per questo che gli opinionisti, a più riprese, richiamano all’ordine le dame e i cavalieri… Erminia ha rivelato qualche particolare di troppo, niente di male ma forse sarebbe stato meglio chiudere! L’intimità di coppia non si costruisce a tavolino… volente o nolente si tratta di una forma di censura, in futuro da uomo vivrei con qualche inibizione la mia intimità con lei. Nella vita questi vizi di forma si traducono in nevrosi… non sarà il loro caso ma vi assicuro che la burocrazia ha salvato tanta gente! Ricevere la rosa rossa significa dare un preciso indirizzo alla conoscenza… infondo l’identificazione tra la donna e il fiore è uno dei temi della letteratura decadente e deriva dal gusto floreale dello stile liberty! In televisione si tratta di un espediente elegante che certo non vuole eludere la sostanza della storia… ricevere la rosa rossa è impegnativo, se fosse un personaggio di fantasia sarebbe un Super Orma, un supereroe a metà tra l’orsetto e il maialino!

  2. Pingback: News Uomini e Donne: Erminia femme fatale, un tripudio di corteggiatori | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *