Amici 14, la redazione contro Danilo: “Ha rifiutato il chiarimento con i professori”

By on dicembre 9, 2014
foto danilo ad amici

L’eliminazione di Danilo dalla scuola di Amici di Maria De Filippi ha provocato non poche polemiche partite dallo stesso ballerino. Nell’ultimo pomeridiano andato in onda su Canale 5 sabato 6 dicembre Kledi ha messo in discussione le qualità artistiche di Danilo, seguito poi dagli altri professori di ballo che hanno deciso per la sua eliminazione.

Dopo qualche ora dal verdetto, Danilo ha deciso di sfogarsi dal proprio profilo facebook mettendo in dubbio la veridicità del programma e insinuando che la sua eliminazione fosse arrivata per altri motivi e non per quelli spiegati dai professori in puntata. Un post che ha fatto il giro del web e che non è passato inosservato alla redazione di Amici.

Maria De Filippi e tutta la redazione hanno deciso di rispondere alle accuse di Danilo tramite la pagina ufficiale facebook del programma chiarendo come sono andati realmente i fatti. “Danilo ha chiesto un incontro con i professori per chiarire i motivi della sua eliminazione. La disponibilità dei professori e immediata ma Danilo rifiuta in quanto l’incontro si sarebbe tenuto a telecamere e microfoni accese per poi essere trasmesso su Whitty.it

La redazione ha precisato, inoltre, che l’incontro era stato organizzato a telecamere accesse affinchè non ci fossere ombre sulla sua eliminazione. “Le ragioni del suo rifiuto potrebbero essere varie. Decidete voi, questi sono i fatti”. Un chiarimento che la redazione ha pensato fosse necessario visto i tanti messaggi e dubbi arrivati da parte del pubblico dopo il post di Danilo Aiello.

About Federico Ranauro

Nato e residente in provincia di Salerno ma da cinque anni vive a Parma. Ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione e la specializzazione in Giornalismo e cultura editoriale presso l’Università di Parma. Ha la passione per la scrittura e lavora come giornalista da circa tre anni, in particolare nel settore sportivo e televisivo.

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 10, 2014 at 11:36

    E’ molto difficile sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di fare scelte etiche perché sono cresciuti in un’Italia (che peraltro è l’unica che conoscono) in cui all’espressione conflitto d’interessi si associava la persona di Silvio Berlusconi… si può dire che l’etica pubblica è una sconosciuta! Infondo oggi è difficile spiegare loro le sanzioni alla Russia perché nel quotidiano accade che un giornalista può diventare protagonista sulle pagine di giornali che trattano la cronaca rosa. Dunque a scuola t’insegnano che c’è una sostanziale differenza tra la vita di De Santis e quella di Leopardi… la vita del primo te la racconteranno eludendo aspetti legati alla sua vita privata; si dirà di lui che è nato in Irpinia, che ha fondato una scuola e con i suoi allievi ha preso parte all’insurrezione antiborbonica… poi arrivarono la prigione, l’amnistia e altri tre anni di carcere. Quindi andò in esilio a Torino e successivamente insegno al Politecnico di Zurigo; dopo l’unificazione rientrò in Italia e fu deputato della sinistra moderata ( se non ricordo male è stato anche ministro)… che dire? Anche lui – come Travaglio- sarà uscito con qualche ragazza… perché le antologie ignorano queste donne e dedicano uno o più paragrafi a Fanny Targioni Tozzetti?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *