Boss in incognito, Costantino della Gherardesca torna su Rai2 il 22 dicembre

By on dicembre 17, 2014

Boss in incognito”, la fortunata trasmissione condotta da Costantino della Gherardesca, in cui i “boss”, ossia affermati imprenditori a capo di importanti attività lavorano sotto mentite spoglie ai gradini più bassi della propria azienda, torna da lunedì 22 dicembre alle 21.10 su Rai2.  Dieci puntate con altrettanti “boss”, che hanno raccolto la sfida di trasformarsi per una settimana nei loro stessi dipendenti, in modo da cogliere le difficoltà e le effettive possibilità di miglioramento dell’azienda, per garantirne ulteriormente la crescita e aumentare il benessere dei lavoratori.

L’obiettivo di “Boss in incognito è capovolgere gli equilibri della realtà quotidiana, e dimostrare che non sempre chi ha grandi responsabilità (e grandi stipendi) è in grado di svolgere le mansioni considerate più semplici e, per questo, meno retribuite. Inoltre, grazie al programma due universi per lo più separati si incontrano.

Da un lato i boss che, decidendo di mettersi in gioco, hanno l’opportunità di cercare delle soluzioni di crescita e di miglioramento per il futuro all’interno della propria azienda, conoscendo meglio chi ci lavora, le condizioni in cui lo fanno e le loro storie. Dall’altro lato, i dipendenti che hanno l’opportunità di scoprire il lato “umano” del boss, spesso considerato privilegiato, inarrivabile e lontano anni luce.

Al termine della settimana, infatti, l’imprenditore convocherà nella sede centrale dell’azienda tutti i dipendenti con cui è entrato in contatto e, dopo aver svelato la sua vera identità, potrà premiarli e migliorare le loro condizioni di lavoro.

Boss in incognito è un programma rivoluzionario, nato dal genio di Stephen Lambert, che può contare sul lavoro e le idee di molti giovani”, racconta il conduttore Costantino Della Gherardesca. “Slegato dal sensazionalismo e dalle logiche commerciali, fa leva sui sentimenti in modo nuovo, con l’obiettivo di stabilire una comunicazione, tra dipendenti e boss, che sovverte la struttura classica”.

Ad inaugurare la nuova stagione sarà Fabrizio Piantoni, che con il cugino Nicola Risatti è a capo di una società attiva nel settore alberghiero. Azienda fondata nel secondo dopoguerra dai nonni di Fabrizio Piantoni, che aprirono un campeggio per austriaci sul Lago di Garda. Da allora molta strada è stata fatta e oggi Fabrizio è a capo di una catena alberghiera di successo. Così, per una settimana Fabrizio rifarà le camere, pulirà i bagni, servirà ai tavoli, farà l’animatore, l’aiuto cuoco e il lavapiatti, fino a che non svelerà la propria identità.

Il motivo per cui ho deciso di partecipare a Boss in incognito è che la crisi chiede di abbassare ancora i prezzi senza toccare minimamente la qualità dei servizi”, spiega Fabrizio Piantoni.Questo si può fare solo in due modi: o abbassando gli stipendi dei nostri dipendenti o facendo un lavoro da segugio per capire come ridurre al minimo gli sprechi e massimizzare le risorse che già abbiamo. E siccome abbassare gli stipendi dei lavoratori è una cosa che non prendiamo proprio in considerazione, perché sono loro il vero motore della nostra azienda, non ci rimane che rimboccarci le maniche e vivisezionare le nostre strutture per trovare falle e sprechi da sanare”.

About ErsiliaCrisci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *