Cotto e mangiato: la dolcissima montagna di bignè e cioccolato del 19 dicembre 2014

By on dicembre 19, 2014

Bentrovati amici di Cotto e mangiato! A che punto siete con i regali di Natale? Ormai manca sempre meno al giorno che grandi e piccini aspettano con ansia tutto l’anno. Se la risposta non dovesse essere delle migliori, potete consolarvi con i regali quotidiani che la bellissima Tessa Gelisio, dona ai suoi telespettatori su Italia1. Di tutte le ricette che ha realizzato in questa settimana qual è stata la vostra preferita? Se non vi ricordate quali sono, date un’occhiata ai prossimi link.

Che ne dite della buonissima frittata con carciofi e ricotta, magari da servire come aperitivo, tagliata a quadrotti? Oppure per avere qualche spunto, circa il primo piatto da servire durante il cenone, ma non solo, potrete riprodurre la ricetta del sofisticato risotto alla melagrana, oppure i gustosi gnocchi di zucca con la provola affumicata.

Se invece i vostri gusti, dovessero risultare ancora più raffinati, potreste servire su un bellissimo piatto d’argento oppure in versione natalizia, delle deliziose tartare di trota, zola ed erba cipollina, da gustare con un prosecco prima di sedersi a tavola con tutta la famiglia! Ora però prendete carta e penna, e tutto l’occorrente per la ricreare la montagna di bignè al cioccolato, di soli 3 – 4 euro per circa 30 minuti di preparazione.

foto_bigne_01

Per iniziare a comporre il vostro dolcissimo albero, procuratevi circa 40 g di bignè e forateli nella parte inferiore. Ora potete preparare la crema pasticcera, facendo scaldare 100 g di latte, fino al punto di ebollizione e poi buttate una scorza di arancio o limone, oppure una stecca di vaniglia. Nel frattempo, rendete spumosi, come Tessa Gelisio vi mostra nella fotogallery, 70 g di zucchero e 2 tuorli di uova e poi 30 g di farina setacciata.

Adesso potete mettere sul fuoco a fiamma bassa, la pentola con il composto spumoso e versare a filo il latte fatto scaldare precedentemente, per creare la vostra crema. Appena vedrete formarsi delle bolle, continuate a girare con il cucchiaio di legno, per 1 minuto circa e poi spegnete il fuoco. Fate riposare la crema pasticcera e subito dopo potrete occuparvi dei bignè, i quali verranno riempiti con quest’ultima.

Per preparare il caramello, procuratevi 150 g di zucchero, in una casseruola abbastanza alta e 75 g di acqua. Appena lo zucchero sarà giunto ad ebollizione, girate in maniera vigorosa ed aggiungete l’acqua bollente. Quando il caramello sarà pronto, iniziate ad immergere la parte inferiore dei bignè ed adagiateli su di un piatto, creando una specie di piramide, o meglio di albero. Una volta conclusa la costruzione di bignè, versate il caramello rimasto su di essi.

Per preparare la copertura di cioccolato, mettete a sciogliere 100 g di cioccolato fondente e 100 g di cioccolato bianco con un goccino di latte, nel forno a microonde per pochissimi minuti. Non appena si sarà sciolto il cioccolato, versatelo a pioggia, sulla vostra costruzione di bignè. Qualora fosse di vostro gradimento, potete aggiungere della granella di nocciole e dello zucchero a velo, come fosse della neve.

Ed ecco a voi, l’ albero più dolce che ci sia! Con pochi e piccoli gesti, avete creato una montagna di bignè al cioccolato, che non ha nulla da invidiare con quelli delle pasticcerie! Per ricette come questa e tante altre, l’appuntamento è per lunedi 22 dicembre 2014 sempre su Italia1 nella cucina di Cotto e mangiato con la bravissima Tessa Gelisio.

About Leila Cimarelli

Leila Cimarelli, nasce il 10 marzo 1990, originaria di Roma, nel 2000 si trasferisce con la famiglia a Salerno. Amante del cinema, del teatro e della televisione, da sempre. Diplomata nel 2009 all'Istituto Tecnico Commerciale "A.Genovesi" - Salerno, nel 2010 si iscrive alla facoltà di Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo presso l' Università degli Studi di Salerno, laureandosi nel febbraio 2014. Ora è iscritta al corso di laurea magistrale di Editoria, Informazione e GiornalismoTelevisione dell’Università Roma Tre. Sogna un giorno, di poter lavorare nel mondo del giornalismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *