Detto Fatto, 22 dicembre 2014: antipasto di carne e ravioli di Natale per le feste

By on dicembre 22, 2014
foto detto fatto balivo

Mancano due giorni alla vigilia di Natale e Caterina Balivo, per iniziare la settimana al top, ha chiamato in causa due cuochi d’eccezione: Fabio Potenzano e Beniamino Baleotti. Oggi lo chef e il re della sfoglia hanno realizzato un antipasto di carne e un primo piatto davvero natalizio da aggiungere alle altre ricette che il programma ha offerto per preparare il menù delle feste.

L’antipasto di carne preparato oggi a Detto Fatto dallo chef Fabio Potenzano è il seguente: bocconcini di cappone al pistacchio con verdurine in agrodolce. Ingredienti per le verdure in agrodolce: 2 coste di sedano, 2 carote medie, 80 grammi di zucchero, 75 ml di vino bianco, 75 ml di aceto di vino bianco, 250 ml di acqua, una cipolla rossa, un piccolo sedano rapa, una mela verde, una foglia di alloro e sale (1 cucchiaino).

Tagliate tutte le verdure; scaldate tutti i liquidi (acqua, aceto e vino bianco) e aggiungete lo zucchero e l’alloro. Portate ad ebollizione lo sciroppo e lessate le verdure tagliate in quest’ultimo per 2-3 minuti circa. Passato il tempo dovuto, scolate le verdure e lasciatele raffreddare. Dedicatevi ora alla preparazione dei bocconcini di cappone, aiutandovi anche con la gallery sottostante.

foto_detto_fatto_antipasto_01

Ingredienti: 400 grammi di petto di cappone, 150 grammi di pancarré o pane raffermo, 150 grammi di pistacchi sgusciati, 2 uova, 100 grammi di farina 00, olio di semi di arachidi (un litro) e sale (q.b.). Iniziate con il frullare il pancarré (o pane raffermo) con i pistacchi; versate su una teglia e lasciate asciugare in forno a 100° per 5 minuti. Ora tagliate il petto di cappone in bocconcini e create una pastella sbattendo le uova con la farina e il sale. Passate i bocconcini nella pastella e poi nel pane al pistacchio; friggete in olio caldo a 170°, salate e … Detto Fatto: bocconcini di cappone al pistacchio con verdurine in agrodolce come antipasto di carne per il menù delle feste. Per l’impiattamento potete osservare e aiutarvi con le foto in gallery.

Seconda ricetta: ravioli di natale. Per realizzare questo primo piatto davvero natalizio occorre fare tre tipi di sfoglie diverse (classica, spinaci e pomodoro), ecco perchè è venuto in soccorso il re della sfoglia, Beniamino Baleotti. Partiamo dalla sfoglia classica: 200 grammi di farina per sfoglia e 2 uova. Ingredienti per la sfoglia verde: 200 grammi di farina per sfoglia, 70 grammi di spinaci e un uovo grande. Ingredienti per la sfoglia rossa: 200 grammi di farina per sfoglia, 70 grammi di concentrato di pomodoro e un uovo grande.

Impastate le singole farine disposte a vulcano assieme alle uova e aggiungete il concentrato di pomodoro (per la sfoglia rossa) e gli spinaci bolliti e tagliati (per la sfoglia verde). Ottenuto gli impasti, fateli riposare per 30 minuti avvolti nella pellicola trasparente. Successivamente, tirate una sfoglia non troppo sottile e tagliatela a metà: una parte sarà la base mentre l’altra la userete per ricoprire il tutto.

Ingredienti per il ripieno: 300 grammi di patate, 150 grammi di bietola, 120 grammi di parmigiano, 50 grammi di burro, un uovo, uno scalogno, noce moscata, sale e pepe (q.b.). Lessate le patate in abbondante acqua salata e fatele cuocere (con la buccia) per circa 45-60 minuti a seconda della grandezza delle stesse. Successivamente, pelatele e schiacciatele. Dopo aver lavato le bietole, tagliatele a pezzettoni e fatele bollire per circa 5-7 minuti in abbondante acqua salata (non buttate l’acqua perchè poi la userete per cuocerci i ravioli). Una volta pronte, scolate le bietole, raffreddatele con l’acqua corrente e tagliatele a tocchetti. Insaporite la bietola in un trito di scalogno e burro in padella; aggiungete sale e 40 grammi di parmigiano. Nelle patate schiacciate, aggiungete un uovo e i restanti 80 grammi di parmigiano; amalgamate con un pò di noce moscata e pepe. Aggiungete la bietola saltata in padella nelle patate e fate raffreddare il tutto per circa 30 minuti.

Ora spruzzate dell’acqua sulla sfoglia, aggiungete il ripieno e richiudete con l’altra parte della sfoglia e … Detto Fatto: ravioli di natale. La particolarità di questo piatto è che potete dare delle forme prettamente natalizie ai vostri ravioli usando la formina che più vi piace (come si evince chiaramente dalle foto). Potete preparare i vostri ravioli di natale in alternativa ai delicati tortellini in brodo presentati dallo stesso Beniamino Baleotti qualche giorno fa.

Prima di salutarvi, vi ricordo che potete osservare la gallery dell’articolo per aiutarvi nella realizzazione delle ricette odierne. Se durante le feste natalizie vi venisse voglia di dolce, in particolare di cioccolata, vi ricordiamo di provare la ricetta offerta da Katamashi qualche giorno fa: cioccolata in palle di vetro trasparenti. Dopo quest’ultimo consiglio, non ci resta che darvi appuntamento a domani!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *