Detto Fatto, 29 dicembre 2014: mezzelune con salsiccia e torta con avanzi delle feste

By on dicembre 29, 2014
foto caterina balivo

Bentornati! Con la speranza che abbiate passato buone feste, Detto Fatto con Caterina Balivo è tornato in onda con i suoi tutorial. Per quanto riguarda la cena di Capodanno, oggi il re della sfoglia Beniamino Baleotti ci ha offerto un buon primo piatto mentre il re degli avanzi, Franco Aliberti, ci ha fornito un’ottima idea per utilizzare gli avanzi delle feste natalizie e creare delle gustosissime torte.

Iniziamo con il primo piatto: mezzelune con salsiccia. Ingredienti per la sfoglia: 250 grammi di farina da sfoglia, 50 grammi di farina di castagne e 3 uova grandi. Iniziate con il mescolare insieme le due farine creando una fontana con dentro le uova; amalgamate tutti gli ingredienti e fate riposare per almeno 30 minuti nella carta trasparente. Successivamente tirate la sfoglia dello spessore da tortellone.

Ingredienti per il ripieno: 350 grammi di ricotta di pecora, 150 grammi di salsiccia di maiale, 80 grammi di grana, un uovo intero, noce moscata e sale quanto basta. Aggiungete l’uovo intero alla ricotta e successivamente la salsiccia; amalgamate con il parmigiano e aggiustate di sale e pepe. Prendete una sac à poche e riempitela con il composto. Prima di proseguire, guardate la gallery con le fasi fondamentali della ricetta.

foto_torta_01

Immagine 1 di 25

Torta con avanzi delle feste 01

Prendete la sfoglia e con un tagliapasta ottenete dei cerchi uguali per formato e misura; inserite il ripieno al centro di quest’ultimi e richiudeteli formando una mezzaluna. Non vi resta che cuocerli in abbondante acqua salata e avrete ottenuto così le vostre mezzelune con salsicciaDetto Fatto!

Seconda ricetta: torta con avanzi delle feste. Ingredienti per l’impasto: 100 grammi di frutta secca a guscio, 100 grammi di zucchero, 200 grammi di burro, 200 grammi di farina 00, un uovo e un grammo di sale. Per realizzare questa torta proposta oggi dal re degli avanzi, Franco Aliberti, dovete mischiare il burro con lo zucchero e unire, successivamente la farina, l’uovo e il sale. Aggiungete la frutta secca (dopo averla tagliata in granella) e fate riposare in frigo per 30 minuti avvolgendo il composto nella pellicola trasparente. Passato il tempo dovuto, stendete la sfoglia e foderate lo stampo.

Dedicatevi ora alla crema: tagliate a cubetti 150 grammi di frutta secca disidratata e portate 150 grammi di acqua a bollore. Mettete a bollire la frutta per un paio di minuti; frullate il tutto e adagiate la crema ottenuta sul fondo della torta livellandola con un cucchiaio. Vi ricordo che potete sempre sfogliare la gallery per aiutarvi nella preparazione di entrambe le ricette.

Ingredienti per il ripieno: 100 grammi di burro, 100 grammi di frutta secca a guscio, 100 grammi di zucchero a velo, 20 grammi di farina 00 e un uovo. Polverizzate la frutta con lo zucchero a velo; successivamente mescolate la polvere di frutta con il burro e montate. Unite la farina, l’uovo e fate riposare in frigo per 20 minuti. Cuocete in forno per 20 minuti a 175° e una volta pronta, non vi resta che lucidare la superficie con lo sciroppo (quest’ultimo si ottiene sciogliendo 100 grammi di zucchero in 100 grammi di acqua) e … Detto Fatto: torta con avanzi delle feste.

Volete alcuni consigli culinari per festeggiare nei migliori dei modi la cena di Capodanno? Ecco a voi: antipasto di carne da accompagnare con ravioli colorati ripieni di patate e, a seguire, un filetto di vitello presentato giorni fa da Tommaso Arrigoni. Avete un panettone avanzato dalla feste natalizie? Potete divertirvi a decorarlo come ci ha insegnato la famiglia Fiasconaro. A domani!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *