Detto Fatto, 5 Dicembre 2014: gnocchi di patate americane al pesto di Federico Cappello

By on
foto logo detto_fatto

Quest’oggi nella cucina del programma pomeridiano condotto da Caterina Balivo, abbiamo trovato un ospite d’eccezione. Avete visto la prima edizione di Junior Masterchef? Ebbene, la conduttrice ha pensato bene di chiamare direttamente il secondo classificato. Non sapete di chi stiamo parlando? Seguiteci e vi diremo chi è questo baby-chef e cosa ci ha presentato.

Il cuoco di oggi, 5 dicembre 2014, di Detto Fatto è Federico Cappello. Quest’ultimo ci ha presentato la ricetta del giorno: gnocchi di patate americane al pesto. Ingredienti: 1 kg di patate americane, 150 grammi di farina 00 e 2 uova. Iniziate a cuocere le patate con la buccia in acqua salata per 50 minuti, sbucciatele mentre sono ancora tiepide e schiacciatele con lo schiacciapatate.

Iniziate ad impastare mettendo in una ciotola le patate, le uova, la farina e sale; mischiate il tutto e passate alla spianatoia. Formate un panetto, tagliatelo a pezzi e, con le mani infarinate, formate un rotolino lungo e stretto. Tagliatelo con una spatolina per creare gli gnocchetti e disponeteli in una spianatoia leggermente infarinata. Ora preparate il pesto …

foto_detto_fatto_federico_cappello_caterina_balivo

Ingredienti per il pesto: 20 foglie di basilico, 20 grammi di grana, 20 grammi di pecorino, mezzo spicchio d’aglio, pinoli (1 cucchiaio), granella di nocciole (1 cucchiaio), sale e olio extravergine d’oliva (q.b.). Frullate tutti gli ingredienti continuando ad aggiungere dell’olio fino a che non otterrete un impasto finissimo, liscio e cremoso. Ora cuocete gli gnocchi per 3-4 minuti e impiattate: versate un cucchiaio di pesto sul fondo del piatto e aggiungete al centro gli gnocchi con una foglia di basilico e una spolverata di granella di nocciole … Detto Fatto!

Dopo gli gnocchi di patate americane di Detto Fatto, ecco alcuni consigli culinari: Cotto e mangiato ci ha presentato i buonissimi fagottini pere e cioccolato; Dolci dopo il Tiggì, entrato già nel clima natalizio, ci ha offerto la ricetta per il torrone morbido “Tuttifrutti”; La prova del cuoco ha preparato le ricette a base di carne e pesce oppure potete scegliere la pizza da passeggio consigliata ieri da Michele Digiglio.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 6, 2014 at 13:04

    A proposito di cappello… nel programma Il più grande pasticciere non c’è consapevolezza degli spazi! Il laboratorio di pasticceria non è una sala e la conduttrice è tenuta ad indossare un camice da lavoro… altro che capelli al vento! Questo vale anche per i concorrenti… per quanto mi riguarda il programma non è aderente alla realtà. Nella vita di tutti i giorni un artigiano si deve misurare con una serie di controlli volti verificare l’idoneità della struttura e di chi opera in quegli spazi. C’è tutta la questione dell’igiene, del tesserino sanitario… questi dettagli – che non sono dettagli- non andrebbero banalizzati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *