Detto Fatto, menù delle feste: i delicati tortellini in brodo di Beniamino Baleotti

By on dicembre 17, 2014
foto detto fatto caterina balivo

Dopo il tris di salmone come antipasto e le triglie con scarola di ieri, ecco che oggi si aggiunge il primo piatto a quello che è il menù delle feste offerto per noi, e per voi telespettatori a casa, da Caterina Balivo e i suoi cuochi. Si parla di un primo piatto e chi poteva suggerirlo, se non lui: il re della sfoglia Beniamino Baleotti. Quest’ultimo ci ha proposto un classico piatto natalizio ma con qualcosa in più.

Oggi, 17 dicembre 2014, il re della sfoglia è stato chiamato da Detto fatto per offrirci la ricetta del primo piatto del menù delle feste: i delicati tortellini in brodo. Ingredienti per il brodo: un pezzo di osso di manzo, 300 grammi di biancostato di vitello, 1/4 di gallina, 4 ali di pollo, 3 cipolle bionde, 3 carote, 3 coste di sedano, 3 foglie di salvia, una patata con buccia, un pomodoro, una foglia di alloro e sale grosso (q.b.).

Mettete in una pentola alta e capiente tutte le carni con il sedano, carota e cipolle tagliate a pezzettoni; aggiungete la patata, un pomodoro segnato e ricoprite con dell’acqua fredda. Aggiungete il sale grosso, la salvia e la foglia di alloro. Fate cuocere a fiamma molto bassa per 8-10 ore (12 ore sarebbe il tempo perfetto).

foto_detto_fatto

Per la sfoglia, invece, occorrono: 300 grammi di farina da sfoglia e 3 uova grandi intere. Fate una fontana con la farina e, dopo aver sgusciato le uova, impastate il tutto per ottenere un composto omogeneo. Fate riposare quest’ultimo per almeno 30 minuti coperto dalla pellicola trasparente; passato il tempo dovuto, stendete il composto, tirando una sfoglia bella sottile. Tagliate dei quadratini (3 cm per lato).

Ingredienti per il ripieno: 100 grammi di lombo maiale, 100 grammi di prosciutto crudo, 100 grammi di mortadella, 100 grammi di parmigiano reggiano, noce moscata e sale. Tagliate a pezzi il prosciutto, il lombo e la mortadella e tritate il tutto con il tritacarne (no con il robot a lame). Passatelo tre volte nella macchina fino ad ottenere un composto morbido e quasi cremoso. Mettete la carne tritata in una terrina e aggiungete il sale e la noce moscata; amalgamate il tutto con del parmigiano e coprite con la pellicola trasparente. Farcite i quadratini di pasta e chiudeteli facendo combaciare le punte; chiudete i lati avvolgendoli intorno al dito indice. Per vedere la forma finale che il tortellino dovrebbe avere, potete sfogliare la nostra gallery. Non vi resta che scolare il brodo in una pentola e quando quest’ultimo inizierà a bollire, metteteci dentro i tortellini e fateli cuocere. Serviteli caldi e fumanti e … Detto fatto: i delicati tortellini in brodo di Beniamino Baleotti.

Vi piace come sta venendo questo menù delle feste? Diteci la vostra opinione. Noi vi diamo appuntamento a domani. Ciao!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 17, 2014 at 20:59

    I programmi di mamma Rai sembrano il frutto del lavoro di una squadra di tecnici. Questo accade perché non si valorizza la figura dell’autore, non si fornisco quei cenni biografici che in una società plurale rappresentano il sale della democrazia. Non viviamo negli anni cinquanta!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *