Esclusi Sanremo 2015, sfoghi al veleno: parlano Clementino, Deborah Iurato e tanti altri

By on dicembre 15, 2014
foto logo sanremo

Sono arrivati 186 brani presentati quindi 166 rimarranno scontenti. [..] Con almeno 20 esclusi potevamo fare un altro festival“. Queste le parole introduttive di Carlo Conti di ieri, in L’Arena di Massimo Giletti, prima di presentare i 20 big in gara nel prossimo Festival di Sanremo. Ebbene, gli esclusi non hanno aspettato a parlare e hanno sfogato tutta la loro rabbia sui social.

Sfoghi al veleno oseremmo dire. A manifestare per primi la loro amarezza per la mancata partecipazione al 65° Festival della Canzone Italiana sono stati Clementino, Antonino e Deborah Iurato. La vincitrice dell’ultima edizione di Amici ha così rincuorato i suoi fans: “E’ una delusione lo sò ma noi “deborini” siamo determinati e faremo grandi cose“.

L’altro cantante divenuto famoso grazie al talent di Maria De Filippi, Antonino, ha affermato: “Come tutti voi ho appena seguito la comunicazione della lista ufficiale Big Festival di Sanremo. Mi dispiace molto di non essere stato scelto ovviamente perchè questa grande collaborazione con Loredana Bertè sicuramente meritava“.

A dimostrare la proprio amarezza sono stati tanti altri cantanti e anche con una maggiore rabbia. Partiamo da Clementino; quest’ultimo ha raccontato la propria delusione affermando però quanto segue: “visto i nomi dei partecipanti (platinette, i soliti idioti ecc…) forse è meglio così .. io faccio il cantante, mica il comico“. Il rapper ha anche denunciato, con amarezza, l’assenza di cantanti napoletani nel prossimo Festival di Sanremo.

Dure parole provengono soprattutto da quelli che vengono definiti “vecchia guardia”, ossia cantanti considerati ormai antichi, non più sulla cresta dell’onda. Partiamo da Donatella Rettore che denuncia sulla propria pagina Facebook quanto segue: “Nessun dolore dopo aver letto la lista. Era scontato, ma non pensavo proprio così! I tempi sono questi, mediocri!“. Cosa voleva dire la cantante? Forse che i nomi scelti rappresentano la mediocrità della musica italiana? Oppure che, in generale, la musica italiana è in crisi?

Altre frecciatine arrivano da anche da Franco Simone; quest’ultimo, in particolar modo, critica la scelta di troppi cantanti provenienti dai talent show affermando: “Dopo aver eliminato i programmi veramente musicali, la Rai mette Sanremo al servizio dei talent Mediaset! Cast degno di Scherzi a parte!“.

Delusioni e amarezze sono arrivate anche da altri cantanti: Karima, Michele Bravi, Laura Bono, Mariella Nava, Francesco Baccini, Marco Ligabue e tanti altri. Carlo Conti aveva detto che non tutti potevano essere soddisfatti ma a quanto pare gli esclusi di Sanremo 2015 proprio non ci stanno. Come ogni anno, il Festival di Sanremo sta facendo parlare di sè ancor prima di iniziare. Nel congedarvi, ci sentiamo di affermare una cosa: non esiste musica nuova e musica antica come non esistono cantanti nuovi e cantanti vecchi; la musica è una!. Viva il Festival di Sanremo.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

One Comment

  1. Simona Bellone

    dicembre 15, 2014 at 21:26

    Precisazione dovuta. Franco Simone ha espresso la sua indignazione per la scelta di alcuni sedicenti cantanti ammessi fra i BIG al Festival di Sanremo 2015, in qualità di cantautore, musicista ed autore internazionale, e non da candidato alla discutibile lista di questa competizione canora ligure. Dal Facebook Ufficiale di Franco Simone: “…io non ero tra i candidati. Non mi sono mai sentito molto festivaliero. La mia indignazione nasce dall’aver visto escludere nomi rispettabilissimi per far posto a personaggi che con la Musica non hanno mai avuto (e mai avranno) nulla a che fare!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *