European Film Awards: Pif si aggiudica il premio nella categoria European Comedy

By on dicembre 14, 2014
foto pif

Pif, ex Iena del programma di Italia1 ne ha fatta di strada e, ultimamente, è diventato un personaggio molto stimato sia dai fan che dalla critica. Dopo le Iene, ha partecipato a vari programmi come Il testimone in onda su Mtv, Io voto, ancora su Mtve poi ha fatto un cameo nella serie tv Un posto al sole in onda su Rai3. Infine, quest’anno, su Rai1 ha partecipato al programma Sanremo e Sanromolo.

Pif, comunque, ha saputo distinguersi soprattutto quando ha debuttato come regista cinematografico. Il film in questione, uscito nel 2013, in cui è anche l’attore principale, è La mafia uccide solo d’estate di cui si è parlato molto e che è stato prodotto dalla Wildside. E’ una storia ambientata a Palermo he racconta le attivitù criminale di Cosa Nostra dagli anni ’80 fino agli anni ’90.

Inoltre, la pellicola è ispirata al linguaggio utilizzato dalla trasmissione in cui, sopra ricordavamo, il regista ha preso parte, ovvero Il testimone. Dicevamo che il film ha avuto un ottimo riscontro da parte della critica e, in effetti, anche Pietro Grasso, presidente del Senato, lo ha considerato il miglior film che tratta come argomento la Mafia. Si è aggiudicato, però, anche il premio del pubblico al Torino film festival e ha vinto anche come Miglior opera prima al David di Donatello 2014.

E’notizia fresca, invece, quella per cui Pif, sempre per la stessa pellicola, è stato capace di dare lustro al nostro Paese. Gli European Film Awards sono stati un’altra occasione speciale per Pif. In effetti, il regista porta a casa un altro premio, vincendo la 27esima edizione degli Oscar europei nella categoria European Comedy. Un vero successo per la nostra ex iena!

About Chiara Longo

Nata a Brescia nel 1985, si laurea in Comunicazione media e pubblicità alla IULM con una tesi dal titolo “L’advertising non convenzionale: il caso Coca-Cola”. Le sue principali passioni sono la televisione, l’advertising, il teatro e il doppiaggio per il quale ha potuto approfondire la conoscenza grazie al corso di doppiaggio presso il C.T.A. di Milano. I suoi programmi televisivi preferiti? Le serie tv (Sex and the city e Girlmore girls) e i programmi televisivi comici ( Zelig e Colorado Cafè).

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 14, 2014 at 18:34

    Diciamo che da diversi punti di vista sto diventando un tantino euroscettica. Infondo il rapporto tra l’Europa e la corruzione non sembra ben definito… prendiamo il tema della violenza sulle donne e sui bambini e chiediamoci perché questo tema non è vissuto come un’emergenza sociale? Perché? Da che mondo è mondo si dice che donne e bambini sono sacri, questa regola è scritta nella coscienza dell’uomo e non occorre una particolare intelligenza per realizzare che le operazioni culturali che investono la morale finiscono per avere un riverbero sulla coscienza dell’uomo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *