I Cesaroni chiudono, la settima stagione non ci sarà: shock per i fans

By on dicembre 29, 2014
foto I Cesaroni

La notizia è arrivata oggi come un fulmine a ciel sereno: I Cesaroni 7 non ci saranno. Brutta notizia per i fans della fiction che ci ha fatto compagnia per sei stagioni; la sesta, che si è conclusa da poco, ha visto coronare il sogno d’amore di Nina e Francesco. Nessun ritorno per i personaggi della Garbatella che in questi anni ci hanno fatto divertire, ma anche commuovere, raccontando vicende di vita quotidiana e regalando anche scenette poco probabili, ma dalla risata assicurata.

L’annuncio è stato dato dal direttore della fiction Mediaset Antonino Antonucci ai microfoni di TvZoom. Dietro a questa scelta ci sarebbe la questione degli ascolti, che sarebbero stati al di sotto delle aspettative. C’è poi il problema della trama; per una commedia diventa difficile allungare oltre la quinta stagione, il rischio è che la storia s’impantani con il passare delle repliche. Più semplice, invece, è riadattare le serie drammatiche.

In questi anni, infatti, abbiamo visto l’amore tormentato tra Marco e Eva fallire, la continua altalena del matrimonio tra Lucia e Giulio (che nell’ultima stagione si è dichiarato per Sofia), il triangolo amoroso Rudy-Alice-Francesco, il naufragio della liaison tra Stefania ed Ezio, per non parlare poi dei tanti personaggi nuovi che hanno arricchito il cast e la trama. Insomma, una fiction dai continui colpi di scena.

Certo la chiusura della serie non farà piacere agli spettatori fedeli de I Cesaroni, ma non ci sono solo brutte notizie per loro. Antonucci ha voluto precisare che la collaborazione con la Publispei non finirà. Mediaset, infatti, ha in cantiere altri progetti, primo fra tutti una commedia familiare che appassionerà sicuramente il pubblico e non farà rimpiangere i beniamini della Garbatella.

Tra le novità del prossimo anno ci sarà anche il ritorno di Raoul Bova, (recentemente ospite di Silvia Toffanin a Verissimo), in una fiction di otto puntate, che verrà girata ad aprile 2015, in cui l’attore si calerà di nuovo nei panni di un militare. Mentre il 2015 di Mediaset si aprirà a gennaio con la nuova serie Endemol “Solo per amore”, che vede tra i protagonisti Antonia Liskova, Kaspar Capparoni, Valentina Cervi e Massimo Poggio. Nell’attesa il pubblico di Canale 5 potrà consolarsi con “Senza Identità”, che nella prossima puntata vedrà Megan Montaner nei guai. Una programmazione ricca che allieterà sicuramente i fans de I Cesaroni che potranno appassionarsi alle vicende di nuovi avvincenti personaggi.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 29, 2014 at 19:55

    A più riprese in questi anni si è parlato del rapporta tra minori e religione. Andare al catechismo significa approfondire la conoscenza di Dio… è anche vero che il bambino tenderà a rimuovere il 95% di quello che ha appreso all’ultimo minuto prima di recarsi ad ogni incontro; non si tratta, allora, di una scelta destinata a condizionare né il suo pensiero né la sue scelte future. A questo punto sarebbe legittimo chiedersi perché questi e altri autori hanno potuto decidere come educare i figli degli altri? Abbiamo capito che il matrimonio non può durare tutta la vita perché loro lo hanno stabilito e questo doveva andare bene per tutti. Non posso che convenire con chi contesta il lavoro della critica… scrivere su un giornale significa mettere in vetrina i propri gusti e nessuno se ne dovrebbe avere a male se tanta gente può pensare che si tratta di gusti assai particolari.
    A mio giudizio è grave fermarsi sulla pagliuzza quando tutti vedono la trave! Questo si chiama pensiero unico… in questi anni si sono verificati fatti che reputo di una gravità inaudita!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *