La prova del cuoco, 4 dicembre 2014. I piatti della tradizione con il Campanile Italiano

By on dicembre 4, 2014
foto la prova del cuoco 4 dicembre 2014

Le due energiche sorelle di Massama aprono la puntata oggi con le ricette del loro territorio. La risposta non ha tardato ad arrivare, i signori di Crodo (Piemonte) sono riusciti a sconfiggere le campionesse in carica, aggiudicandosi questa manche del torneo. Si continua in bellezza con la Cucina della Pasta Fresca di Alessandra Spisni: vediamo cos’ha preparato per noi la maestra sfoglina e bolognese doc.

La prova del cuoco, 4 dicembre 2014. I piatti della tradizione con il Campanile Italiano. Fantastici i piatti proposti nella puntata di ieri, con una Luisanna Messeri in grande spolvero. La proposta di Rai1 è proseguita con il meraviglioso ciambellone di Natale proposto da Anna Moroni nel corso di Dolci dopo il Tiggì.

La prova del cuoco, 4 dicembre 2014. I piatti della tradizione con il Campanile Italiano. Ancora idee gustose dall’offerta gastronomica televisiva di ieri, con le caserecce alla salvia e gorgonzola preparate a Cotto e Mangiato. Per chi è in vena di dolce, da non perdere la torta ai marron glacé realizzata a Detto Fatto.

foto_la_prova_del_cuoco_ravioli_asiago

Ravioli di Asiago al pepe verde grosso di Alessandra Spisni. Ingredienti per la sfoglia: 4 uova, 400 g di farina da sfoglia. Ingredienti per il ripieno: 300 g di Asiago grattugiato grosso, 100 g di ricotta. Ingredienti per il condimento: 100 g di pomodorini di pachino, 1 cucchiaino di capperi, 1 cipolla, 1 bicchierino di vino bianco secco, 2 cucchiai di pepe verde, 150 g di burro, sale. Tiriamo la sfoglia nella maniera classica, quindi pieghiamola a metà e lasciamo asciugare. Schiacciamo bene la ricotta e aggiungiamo l’Asiago grattugiato grossolanamente. Amalgamiamo bene il composto. Realizziamo la farcitura con dei ciuffetti di formaggio adagiati sulla sfoglia, lasciando degli spazi di circa un dito. Copriamo con il resto della sfoglia e schiacciamo bene per evitare che si formino delle bolle d’aria, tagliamo i ravioli con una rotella dentata. Soffriggiamo la cipolla bianca tagliata grossolanamente, facendola appassire con metà del burro. Sfumiamo al vino bianco. Aggiungiamo i pomodori e i capperi lavati bene. Lasciamo cuocere e aggiungiamo il pepe verde schiacciato con la punta del coltello. Lessiamo i ravioli in acqua bollente e salata e condiamo con la salsa al pepe verde.

Cestini di brisée con insalata di puntarelle, cavolo rosso e pompelmo di Anna Moroni. Ingredienti: 300 g di pasta brisée, 2 cucchiai di burro fuso, 200 g di puntarelle pulite, 200 g di cavolo rosso, 1 pompelmo rosa, 100 g di groviera, 50 g di uvetta, chicchi di melograno, olio extravergine d’oliva, aceto balsamico, sale. Prepariamo l’insalata mettendo insieme tutti gli ingredienti e condendo con aceto balsamico e olio. Prepariamo i cestini di pasta brisée stendendo la pasta con il mattarello. Tagliamo dei cerchi grossi con i quali foderiamo delle ciotoline imburrate. Inforniamo per 15′ a 200°C. Lasciamo raffreddare i cestini e riempiamo con l’insalata.

Bocconcini di vitello speziati al mascarpone di Antonella Clerici. Ingredienti: 800 g di spezzatino di vitello, 4 bacche di ginepro, 1 chiodo di garofano, 1/2 cucchiaino di cannella in polvere, 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere, aglio in polvere, farina, 600 mL di brodo di carne, 120 g di mascarpone, olio extravergine d’oliva. Con un mortaio, polverizziamo i chiodi di garofano e le bacche di ginepro. Uniamo la polvere alla cannella, allo zenzero e l’aglio in polvere. Facciamo sfrigolare le spezie nell’olio caldo, quindi aggiungiamo la carne. Aggiungiamo un cucchiaio di farina, aggiustiamo di sale e bagniamo con il brodo caldo. Cuocere per 45′. Togliere dal fuoco e aggiungiamo il mascarpone. Servire ben caldi, accompagnati a un savarin di riso pilaf.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *