Paola Perego e il flop di Domenica In: questione di coraggio? Lo spiega con un aforisma

By on dicembre 23, 2014
foto paola perego

Quando si parla di lei la polemica è sempre dietro l’angolo. Certo, non come con Barbara d’Urso ma entrambe condividono il potere di non lasciare indifferente il pubblico e di dividerlo in maniera piuttosto netta. Tuttavia sono acerrime nemiche e sono anche rivali in televisione visto che i rispettivi programmi sono competitor. La donna di cui stiamo parlando viene massacrata però per i propri flop.

Paola Perego viene dunque alla questione dell’insuccesso di Domenica In: fatto di coraggio? Pare di sì, o almeno così sembra spiegarlo tramite un retweet di un aforisma. Che la brava conduttrice non sopporti più di essere attaccata per i risultati piuttosto magri dei propri programmi? Potrebbe essere perché anche la scorsa stagione web e critica la massacrarono per La Vita In Diretta.

Una storia che si ripete, nuovamente, quella del flop. Adesso tocca a Domenica In e qualche maligno sembra volerla accusare di insuccesso anche per la prima serata di Così Lontani, Così Vicini quando in realtà gli ascolti sono pressoché simili a quelli della prima edizione. Che Paola Perego sia quindi diventata un bersaglio facile da colpire? Potrebbe essere.

“Ma il coraggio era anche quello: era la consapevolezza che l’insuccesso fosse comunque il frutto di un tentativo. Che talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai.” Questo è l’aforisma postato da Paola Perego, un modo per spiegare il flop di Domenica In? Gli ascolti del 21 dicembre infatti non sono stati molto buoni nonostante la presenza di un attore del calibro di Alessandro Preziosi e la mancanza di concorrenza.

Fa riflettere comunque sia il fatto che si parli di tentativo proprio perché il programma domenicale già da qualche anno era in crisi di ascolti e accettarne la conduzione è stata sicuramente una prova di coraggio da parte di Paola che però viene sistematicamente massacrata. Troverà la pace in una trasmissione di successo o dovrà cambiare di anno in anno la propria collocazione nel palinsesto?

About Manuel Lardelli

Nato nel 1996, giovane aspirante giornalista, frequenta il quinto anno del liceo linguistico. Le sue passioni sono la musica e la televisione; ama infatti Madonna e Kylie Minogue e si diletta a scrivere riguardo a ciò che succede davanti e dietro le quinte del piccolo schermo. Sogna una vita fatta di scadenze, corse, orari incerti, pezzi scritti, servizi montati e magari di apparire in video.

3 Comments

  1. Rossella

    dicembre 23, 2014 at 13:45

    Non si tratta di un insuccesso della Perego! La Perego non deve dimostrare niente a nessuno perché anni fa qualcuno ha creduto in lei e adesso non deve dimostrare niente a nessuno, tantomeno ai giornalisti che scrivendo di lei lavorano… l’auditel non conta niente! Io potrei vivere di Perego per tutta la vita… della serie: sono stata parrucchiera della Perego! Benissimo… i miei fatturati s’incrementerebbero al mille per mille! L’insuccesso sarà del servizio pubblico!
    La logica del “tutti a casa” non funziona neanche in politica… richiama un’idea di regime! Chi ha qualcosa di diverso da dire si faccia avanti… in democrazia si va avanti a colpi di maggioranze e non a colpi di stato! Potrei non stimare un politico e riconoscere che si tratta del fiore all’occhiello di quel partito… perché tanta ostilità?

  2. Edith

    dicembre 23, 2014 at 19:57

    Lorella sarà coco di che voice e prima san Remo perego deve rimanere in rai la valorizza molto di più iol le consiglio in solitaria versione estiva lorella è paola sono i volti di rai 1

  3. maria

    dicembre 24, 2014 at 02:53

    un bello programmo cosi lontani cosi vicini bravi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *