C’è posta per te parte col botto: Maria De Filippi regina degli ascolti del sabato

By on gennaio 18, 2015
foto maria de filippi

E’ iniziata ieri la nuova stagione (sicuramente gloriosa) di uno dei programmi più seguiti della regina di casa Mediaset: C’è posta per te che, per quest’anno, non sarà registrato ma le storie che appassionano da anni tutta Italia arriveranno direttamente live dagli studi Elios dove ormai Maria è di casa.

La prima puntata di cui sono stati ospiti Marco Bocci e Alex Gadea (meglio noto come Tristan della seguitissima telenovela Il Segreto“) ha registrato ascolti da urlo, degni della padrona di casa, ormai abituata ai numerosi successi e consensi da parte del pubblico che quotidianamente ottiene anche con gli altri suoi programmi “Amici di Maria De Filippi” e “Uomini e Donne“.

Maria si è guadagnata lo scettro di regina del sabato sera del 17 Gennaio con un totale di 5.929.000 telespettatori per uno share del 27,23%. Un vero successo, dunque, che sta a simboleggiare l’attesa del ritorno del programma e l’amore sviscerato che il popolo nutre verso la conduttrice. Niente da fare, infatti, neanche per l’attesissima serie Gomorra di cui sono state mandate in onda le prime due puntate su Rai 3 che hanno totalizzato solo il 1.450.000 telespettatori con uno share del 5,88%.

Poco meglio, ma non all’altezza della conduttrice di Canale 5 che ha decisamente sbaragliato la concorrenza, il film di Fausto Brizzi con Vincenzo Salemme trasmesso su Rai 1EX” che ha registrato un ascolto di 3.165.000 telespettatori per uno share del 13,28%.

Non ha tradito le aspettative la conduttrice di Amici ed infatti è partito col botto il programma che non lascia speranze alla concorrenza e che non è di certo abituato a bassi ascolti, anzi, ma che promette già di volare con lo share e con gli ascolti di puntata in puntata, di ospite in ospite. Maria De Filippi, dunque, non cala la corona e si conferma la regina degli ascolti del Sabato sera.

About Vittorio Nathan Camillo

Nato a Napoli, il 26 Giugno 1993, diplomato in lingue e laureato in "Scienze della comunicazione", appassionato di musica, tv, spettacolo ed affascinato da qualsiasi forma d'arte. Un posto particolare nella sua vita lo riserva al canto, infatti, ha preso parte a diversi concorsi canori riscuotendo spesso ottimi consensi; ancora nel 2012 produce il suo primo singolo dal titolo "Intorno a me" col quale si aggiudica la vittoria al Festival di Baiano 2014. Tra le sue ambizioni oltre quella di affermarsi come cantante, anche quella di diventare un giornalista e scrivere per le più importanti testate giornalistiche.

2 Comments

  1. Rossella

    gennaio 18, 2015 at 14:29

    Non me lo aspettavo. Un mio stretto collaboratore, nonché fratello, mi ha raccontato una delle storie e mi sono detta sarà un flop. Si trattava della storia che vedeva come protagonista una giovane coppia alle prese con i genitori di lui… assolutamente improbabile come cosa, almeno dal mio punto di vista! Un tempo i ragazzi si lasciavano accecare dall’amore perché vivevano il matrimonio come una forma di emancipazione dalla famiglia paterna e, spesso e volentieri, si lasciavano affascinare da ragazze che dell’emancipazione erano il manifesto. Le madri dal canto loro appartenevano ad una generazione che vedeva il matrimonio come un vincolo indissolubile e i figli non le volevano deludere… quelle madri interiorizzavano la loro sofferenza ed erano spettatrici passive dell’infelicità dei figli. Oggi tutto è cambiato… voglio dire: la gente è più aperta all’idea che un matrimonio si possa, di fatto, annullare! Prima: apriti cielo! L’annullamento del matrimonio nell’immaginario collettivo rappresentava una sorta di mortificazione della virilità dell’uomo. A dirla tutta penso che nella stragrande maggioranza dei casi si tenda a soprassedere, a non sposarsi… la legge sul divorzio ha fatto prevalere i particolarismi, non si parla più di valore della famiglia: credere nella famiglia significa credere nella propria famiglia! Infatti la storia ha convinto il pubblico della rete: non ci avrei scommesso! Io mollerei baracca e burattini per molto meno… infatti credendo nel matrimonio non mi sposerei per nessuna ragione al mondo! In tutta franchezza penso che non riuscirei a convivere con le ex fidanzate di un uomo… sono tutte scelte che non sono state fatte e… come si fa? Porti i bambini nello stesso asilo ? Non potrei farcela! Sono abbastanza all’antica da questo punto di vista, vedo il tentennamento come una prerogativa della ragazza e se proprio dovessi scegliere opterei per qualcuno che ha fatto la scelta e non si è trovato bene. Ma anche no… sto bene come sto! A limite preferirei darmi alla pazza gioia.

  2. Marco

    gennaio 18, 2015 at 17:01

    il programma è registrato. La prima puntata per l’esattezza fu registrata a fine agosto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *