Cotto e Mangiato, i dolci del 2 gennaio 2015: le golosissime ciambelline al limone

By on gennaio 2, 2015
foto ciambelline

L’ultima settimana del 2014 (o la prima del 2015?) si è aperta con i meravigliosi fusilli al pesto di salvia e mandorle che Tessa Gelisio ha servito ai telespettatori di Cotto e Mangiato nella puntata andata in onda lunedì, prima di passare allo strepitoso coniglio ai sapori, un tripudio di sensazioni, portato a tavola come secondo nella puntata trasmessa martedì. E oggi, dopo una settimana ricca di piatti prelibati, non poteva mancare un dolce favoloso: la conduttrice di Pianeta Mare ha infatti deliziato i telespettatori di Studio Aperto con delle morbide e “tentatrici” ciambelline al limone, a dir poco stupende!

Un dessert favoloso! Queste ciambelline sono infatti irresistibili, oltre che facili da preparare. Insomma, perfette da servire in queste festività natalizie, per prendere per la gola gli ospiti. La ricetta spiegata al dettaglio e la ricca gallery fotografica che illustra, dall’inizio alla fine, tutte le fasi della realizzazione, sono disponibili di seguito. Prima di preparare le ciambelline, Tessa specifica che la ricetta le è stata inviata dal suo amico chef Roberto Di Mauro.

Mettere nel robot da cucina 100 grammi di farina di riso, 50 grammi di farina di avena, 150 grammi di zucchero di canna bio, una bustina di lievito istantaneo, i semini di mezzo baccello di vaniglia (da togliere con un coltello), il succo di mezzo limone con la scorza grattugiata, 300 grammi di latte di riso (Tessa sottolinea che queste strepitose ciambelline sono adatte anche agli intolleranti ai latticini, poichè non contengono assolutamente lattosio), 50 grammi di olio di mais e azionare.

foto_ciambelline_01

Dopo aver lavorato il composto nel robot da cucina per pochi minuti, utilizzarlo per riempire degli stampini per ciambelle in silicone (per metà del loro volume, non di più, poichè durante la cottura le ciambelline gonfieranno). Scaldare in forno a 180 gradi per un quarto d’ora. Terminata la cottura, sformare le ciambelline, spolverarle con un po’ di zucchero… e divorarle! Cotte… e mangiate! Sono davvero buone!

La conduttrice ricorda infine ai telespettatori che in edicola è appena uscito il nuovo numero di Cotto e Mangiato con 60 straordinarie ricette light, da provare subito! E per restare in tema culinario, clicca qui per scoprire e goderti la ricetta delle gustose lenticchie servite a tavola per il cenone di Capodanno e qui per assaporare la deliziosa insalata di valeriana, un piatto francese leggero e salutare, proposto nella puntata di ieri. Buon Appetito e Buon Anno!

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 2, 2015 at 15:22

    I programmi di cucina mi fanno pensare ai “persuncielli” e agli “spapani”, due categorie (distinte e separate) che descrivono l’importanza della generosità nella vita dei meridionali; i “persuncielli” e gli “spapani” sono uniti dall’atavica paura di apparire dei “pidocchiosi”… obiettivamente l’ostentazione di tanta abbondanza deve aver avuto un riverbero sulla storia del Mezzogiorno d’Italia (e non solo). Penso che alla base del diffuso malcontento che si respira nel Paese ci sia anche l’atmosfera da reality show che induce le persone a sentirsi sempre sott’osservazione, un po’ come la signora che entrando nella bottega del panettiere si sentiva in obbligo di giustificare quel mezzo pezzo di pane: – va bene così, tanto siamo due persuncielli!- (Non moriremo di fame!)I processi alle intenzioni fanno parte dell’essere umano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *