Detto Fatto, 29 gennaio 2015: il maritozzo con crema di caffè e merende in barattolo

By on gennaio 29, 2015
foto maritozzi

Dopo il Tiramisù 2.0 di Alessandro Servida e i cartocci di Carnevale realizzati ieri dalla famiglia Fiasconaro, la cucina di Detto Fatto con Caterina Balivo non smette di regalarci ricette di dolci. Nella puntata odierna, infatti, è tornato il pasticcere Franco Aliberti; quest’ultimo ci ha deliziato il pomeriggio preparandoci dei buonissimi maritozzi con crema di caffè. Anche oggi, però, doppio appuntamento culinario: è tornato Nicola Trentin con le sue merende in barattolo.

Iniziamo subito con il darvi gli ingredienti per preparare il lievitino per i maritozzi (questo è un lievito speciale, la cui azione è velocizzata rispetto al lievito normale): 50 grammi di latte, 8 grammi di lievito di birra e 5 grammi di zucchero. Detto ciò, iniziate a scaldare il latte fino a farlo intiepidire; successivamente, aggiungete il lievito di birra e lo zucchero. Mescolate con la frusta e lasciate riposare.

Passate all’impasto: 200 grammi di farina 00, 50 grammi di farina 0, 3 uova, 40 grammi di zucchero, 10 grammi di miele, 60 grammi di burro, 10 grammi di lievito di birra e 5 grammi di sale. Primo passaggio: unite in planetaria le farine, il lievito di birra e il lievitino precedentemente preparato; aggiungete poi lo zucchero, il miele, 2 uova, il sale e, per finire, il burro ammorbidito. Una volta ottenuto il composto, fatelo riposare in frigo per circa un’ora.

foto_maritozzo_01

Passata l’ora, prendete il composto, tagliatelo e iniziate a formare delle palline da circa 70 grammi; schiacciate quest’ultime per darle una forma ovale e lasciate lievitare in un luogo caldo. Spennellate con un uovo per darle l’effetto doratura durante la cottura e cuocete in forno a 180° per 8-10 minuti. Dedicatevi ora alla crema di caffè (gli ingredienti potete leggerli nella foto presente nella gallery): bollite zucchero, acqua e chicchi di caffè; filtrate dalla crema i chicchi e versatela sui tuorli per pastorizzarli. Montate il mascarpone con la panna e unite al composto; non vi rimane che farcire i vostri maritozzi e … Detto Fatto: maritozzi con crema di caffè.

Seconda ricetta di oggi: merende in barattolo. Sfogliate la gallery per gli ingredienti e iniziate con il versare l’acqua e il lievito di birra in un contenitore; aggiungete la farina e mescolate finchè il composto non avrà legato bene. Lasciate lievitare per almeno 2 ore e mezzo a temperatura ambiente coprendo la ciotola con la pellicola trasparente (ricordatevi di bucare la stessa con la forchetta per fare dei piccoli forellini). Preparate ora il pane: versate la farina in planetaria aggiungendo il malto, l’acqua, il sale e iniziate a mescolare; nel frattempo, ungere i vasetti con dell’olio (come mostra la gallery). Tagliate il formaggio a dadini e spezzate le noci. Una volta che gli ingredienti si sono mescolati bene, versate il tutto nel contenitore della biga liquida e aggiungete il lievito di birra; iniziate ad impastare il composto finchè non si sarà amalgamato bene, aggiungendo, poco alla volta, dell’acqua. Lasciatelo riposare per due minuti e versatelo sul tavolo per lavorarlo con le mani fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo; aggiungete l’olio extravergine d’oliva, le noci e il formaggio. Lasciate riposare per 10 minuti circa al fine di far partire la lievitazione.

A questo punto, dividete l’impasto e formate delle palline; inserite quest’ultime nei vasetti di vetro senza coperchio e metteteli nel forno con solo la luce accesa, lasciandoli lievitare per 45 minuti. Una volta lievitato, togliere i vasetti dal forno e far riscaldare quest’ultimo fino a 100°; inserire nuovamente i vasetti per 2 minuti e terminare la cottura per altri 8 minuti ad una temperatura di 200°Detto Fatto: merende in barattolo di Nicola Trentin.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

One Comment

  1. Povia stefania

    gennaio 30, 2015 at 04:38

    Ciao Caterina 6 stupenda ho visto il selfi spero si scrive così
    fatto della cena a casa tua mamma mia sono tutte un po bruttina non me ne vogliano ma tu spicchi tra tutte ….forse è la posizione dell’auto scatto
    però tra tutte le stelle tu sei quella che brilla di più
    ciao ciao

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *