Dolci dopo il Tiggì, 27 gennaio 2015: Anna Moroni presenta la torta stellata

By on gennaio 27, 2015
foto dolci dopo il tiggi 27 gennaio 2015

È martedì a Dolci dopo il Tiggì. Il talent più dolce della televisione italiana è ripartito con il campione in carica Augusto, imbattuto da quattro settimane, e con Marco, pasticcere d’ipermercato che ieri pomeriggio si è aggiudicato il primo cup cake della gara. La sfida di ieri si è consumata con la preparazione della golosa Banoffee di Ambra Romani, che l’ha qualificata come uno dei dolci preferiti da Margaret Thatcher, la Lady di Ferro. Ci apprestiamo ora a conoscere quale sarà il dolce preparato oggi negli studi della Dear. Cosa giudicherà oggi il Maestro Guido Castagna?

Prima di passare all’illustrazione del dolce di oggi, vediamo cosa ci ha riservato il palinsesto culinario del 27 gennaio 2015. Partiamo subito da La prova del cuoco e la sua ricchissima proposta di ricette. Scuola di polenta da nord a sud, pollo agli agrumi e uno strepitoso piatto vegano hanno condito, come sempre, il mezzogiorno di Rai1 (tutte le ricette de La prova del cuoco del 27 gennaio sono disponibili cliccando qui). Cotto e Mangiato e Tessa Gelisio si sono invece cimentati nei passatelli asciutti al pesto.

Arriviamo velocemente a Mattino Cinque e la proposta di oggi di Samya Abbary, che oggi si è cimentata nei suoi stuzzichini all’origano. Non ci resta ora che andare a vedere il dessert di oggi di Dolci dopo il Tiggì. Ancora una ricetta di Anna Moroni, che oggi ci insegna a fare la torta stellata. Un dolce molto semplice ma di grande effetto, da portare in tavola a colazione o per un’occasione speciale. Vediamo tutti gli ingredienti e il procedimento per realizzare la torta stellata di Anna Moroni.

foto_ingredienti_torta_stellata

Torta stellata di Anna Moroni. Ingredienti per il bisquit al cacao: 110 g di tuorlo, 140 g di uova, 170 g di zucchero, 50 g di burro, 120 g di farina 00, 30 g di fecola di patate, 40 g di cacao in polvere. Dosi per la panna al mascarpone: 700 g di panna, 250 g di mascarpone, 200 g di zucchero semolato, 1 bacca di vaniglia. Ingredienti per la farcitura: 200 g di biscotti al cacao, 200 g di crema di nocciole, 1 bicchiere di caffé. Per la finitura: cacao in polvere q.b., pasta di zucchero biancoa q.b., pan di spagna al cacao sbriciolato q.b.

Iniziamo con la preparazione del bisquit. Setacciamo tutte le polveri: farina, fecola e cacao. Scaldiamo le uova già lavorate con parte dello zucchero. Aggiungiamo una cucchiaiata di montata di uova al burro e facciamo sciogliere bene. Uniamo la parte restante dello zucchero alle polveri, alle quali uniremo anche le uova e il burro lavorato. Amalgamiamo dal basso verso l’alto e versiamo in una teglia foderata con della carta da forno. Livelliamo il composto per ottenere una placca rettangolare e inforniamo a 180°C per 15″.

Una volta che il bisquit sarà raffreddato, tagliamo tre dischi di diametri differenti, partendo da quello da 20 cm, per poi tagliare quello da 12 e infine il più piccolo. Conserviamo i ritagli di bisquit per la farcitura. Montiamo poi la panna (che deve essere fredda) con il mascarpone, lo zucchero semolato e la bacca di vaniglia. Versiamo ora la crema di nocciole nella sacca da pasticcere e prepariamoci alla farcitura. Partiamo dal disco più grande e imbeviamo con il caffè non zuccherato (aiutiamoci con un pennello). A questo punto, diamo uno strato di crema di nocciole. Sbricioliamo del bisquit avanzato, quindi diamo uno strato di panna al mascarpone. Procediamo in questa maniera per tutti gli strati.

Ricopriamo il dolce ottenuto con abbondante panna e livelliamo con una spatola, in modo da ottenere uno zuccotto. Polverizziamo il bisquit con il setaccio e spolveriamo il dolce. Rifiniamo con il cacao amaro e decoriamo con le stelle di pasta di zucchero. Diamo un ultimo tocco con un giro di fiocchi di panna alla base del dolce.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *