E’ morta Anita Ekberg, la musa senza tempo de “La dolce vita” di Federico Fellini

By on gennaio 11, 2015
foto anita ekberg

Una carriera lunga una vita, cominciata a soli 19 anni quando vinse il titolo di Miss Svezia. L’attrice è entrata nell’immaginario collettivo grazie al ruolo in un film di Federico Fellini.

Anita Ekberg si è spenta questa mattina in una clinica ai Castelli romani dove era ricoverata. Malata da tempo ci ha lasciato oggi all’età di 83 anni.

L’attrice fu resa celebre in Italia dalla sua partecipazione a un film “eterno”: “La dolce vita”, capolavoro di Federico Fellini dove la bella e giovane Anita stregò tutti, al fianco di Marcello Mastroianni.

Una scena in bianco e nero, una soltanto, che stregò l’Italia intera: il bagno nella Fontana di Trevi con l’abito lungo, i capelli sciolti e quella frase: “Marcello, come here!”. Un’immagine simbolo che nessuno riuscirà a dimenticare.

All’anagrafe Kerstin Anita Marianne Ekberg era nata a Malmö in Svezia il 29 settembre 1931, patria in cui nel 1950 divenne proprio Miss Svezia con la sua prorompente bellezza.

La giovane Anita si trasferì negli Stati Uniti per partecipare a Miss Universo ma le si aprirono invece le porte di Hollywood che al tempo cercava proprio bellezze del genere: bionde e col volto da bambola.

Vinse un Golden Globe come miglior attrice emergente nel 1956 grazie alla sua partecipazione nel film “Hollywood o morte!”. Il ruolo di Sylvia ne “La dolce vita” di Fellini arriva nel 1960, tornerà a lavorare con il regista negli anni a seguire.

Nella sua lunga carriera Lavora al fianco di attori quali Frank Sinatra e Ursula Andress. A metà degli anni sessanta decide di stabilirsi in Italia continuando a lavorare per alcune produzioni europee. Negli anni ottanta invece abbandona l’immagine di sex symbol e si impegna in diversi ruoli come caratterista.

Negli anni duemila arriva a lavorare in due episodi nella fiction “Il bello delle donne” su Canale 5 e nel 2010 festeggiò con Carlo Conti, ora impegnato con l’impresa imminente di Sanremo 2015, ne “I migliori anni” il cinquantesimo anniversario de “La dolce vita”.

Ciao Anita.

About Stefania Cicirello

La sua tana attualmente è a Milano, la chiamano Ahnia ed è speaker radiofonica su Radio Danza dove conduce un programma in diretta tutti i venerdì dalle 17.00 alle 19.00. Indirizzo di studi prettamente artistico, Stefania parla tanto, viaggia e sogna di girare il mondo, disegna e respira l'aria delle sale di danza da quando aveva 5 anni. A 17 anni la sua prima esperienza all'interno di uno studio televisivo nei panni di una timida e impacciata valletta al fianco di Maurizio Mosca: di calcio non capiva nulla allora e poco è cambiato ma se le date la Moto Gp saprà intavolare la migliore delle discussioni da bar. Con la sua personalità creativa si interessa di grafica, fotografia, musica, danza e...tv!

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 11, 2015 at 20:07

    “Marcello, come here!” potrebbe essere il manifesto della morale sessuale cattolica o comunque di un’epoca in cui il sentimento costituiva la linea di demarcazione tra erotismo e pornografia. Nella mia mente non ci sarebbe spazio per un uomo che prende (seriamente) quel genere d’iniziativa… infatti Siffredi, dal mio punto di vista, non è molto credibile come divo del cinema hard.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *