Elisabetta Canalis tra impegni e amore diventa la reginetta dell’Opera di Vienna

By on gennaio 15, 2015
foto Elisabetta Canalis

Lei, bella e sarda, all’estero ha fatto molto parlare di sè, grazie al suo fidanzamento ufficiale con George Clooney. Un carattere tutto pepe che ha dimostrato di avere anche nella sua co-conduzione al festival di Sanremo con Gianni Morandi e Belen Rodriguez. Stiamo parlando di Elisabetta Canalis.

La showgirl, dopo essersi di recente sposata e aver trovato così la felicità è riapparsa su tutti i giornali per una notizia importante che la riguarda. Dopo Sofia Loren, Gina Lollobrigida e Claudia Cardinale, Elisabetta Canalis diventa la loro erede.

Infatti, il web è impazzito dalla notizia che oggi il sito ansa.it ha fornito ai fans. Secondo “Ansa”, Elisabetta sarà la reginetta del ballo dell’Opera di Vienna, in programma il 12 Febbraio e sarebbe stata invitata dall’imprenditore austriaco, Richard Lugner .

Una grande soddisfazione per la showgirl e per noi italiani che siamo rappresentati dalla sua bellezza e raffinatezza che completano la sua personalità. Essere considerati l’erede di Sofia Loren non può che renderla fiera di sè.

A quanto sembrerebbe il matrimonio con Brian Perri, le ha portato fortuna e chissà non arrivi anche la prima gravidenza per la showgirl. Elisabetta però, è troppo impegnata ed evidentemente non trova il tempo almeno per il momento, per diventare mamma.

In bocca al lupo ad Elisabetta Canalis, la sua semplicità e umiltà l’aiuteranno in questa nuova avventura che sicuramente supererà alla grande. Forza Elisabetta.

 

About Diego Schepis

Diego Schepis classe 1992 è nato a Messina ama l'odore del mare e i colori della sua Sicilia. La sua passione è la scrittura inoltre è appassionato anche di musica ed ama principalmente il genere pop. Per qualche anno ha studiato canto ma principalmente è autodidatta. Odia le persone che si credono perfette perchè crede che la perfezione non esiste. Va d'accordo invece con chi con molta calma e sincerità espone le proprie idee senza attaccare nessuno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *