La prova del cuoco, 20 gennaio 2015: i piatti del ricco mezzogiorno di Antonella Clerici

By on gennaio 20, 2015
La prova del cuoco 20 gennaio 2015

Superato indenne il terrificante lunedì, siamo di nuovo in forma per assistere a una nuova e gustosissima puntata de La prova del cuoco. Come promesso da Antonella Clerici in tempi non sospetti, il mondo del web si è fuso con quello della tv e ha portato sul teleschermo le ricette della blogger Alessandra Pellegrino. Innovazione contro tradizione: una sfida all’ultimo ingrediente sulla caponata, grande classico della cucina italiana. Contesa finita in parità e appuntamento rinnovato per la prossima settimana, nella quale assisteremo a una nuova gara di Anna 2.0 (le ricette de La prova del cuoco del 19 gennaio 2015 sono presenti cliccando qui).

Rimaniamo in tema di ricette e diamo una sbirciatina alle altre ricette presentate ieri in tv. Tradizione del lunedì, la presenza di Ambra Romani tra i fornelli di Dolci dopo il Tiggì. L’istrionica chef-pasticcera ci ha insegnato a preparare una favolosa blueberry cheesecake. Caterina Balivo e gli amici di Detto Fatto buttano invece un occhio alle intolleranze alimentari e ci regalano la ricetta dei cantucci senza glutine, unita alla classica pizza gourmet.

Spostiamoci ora direttamente a Mediaset, per scoprire cos’ha preparato la dolce Samya Abbary nel corso della puntata di Mattino Cinque. La bellissima cuoca di Canale 5 si è cimentata nella preparazione della schiacciata fiorentina: un grande classico da non lasciarsi scappare! Tessa Gelisio e il suo Cotto e Mangiato ci regalano invece uno spunto su come tenerci in forma, con la preparazione dell’insalata di spinaci, patate e fagiolini. Scopriamo ora insieme quali sono le ricette de La prova del cuoco del 20 gennaio 2015.

foto_zuppa_d_orzo

Zuppa d’orzo di Anna Moroni. Ingredienti: 300 g d’orzo perlato, 150 g di speck, 200 g di cipolle, 2 patate, prezzemolo, carota, sedano, porro, aglio, mezzo cucchiaio di estratto di carne, pepe, sale e olio. Tritiamo sedano, carota, cipolla e un porro e facciamo rosolare con lo speck tagliato a dadini. Aggiungiamo le patate tagliate a pezzetti. Laviamo bene l’orzo e cuociamo nel brodo vegetale. Una volta completata la cottura, uniamo l’orzo alle verdure.

Manzo all’olio con patate fondenti di Andrea Mainardi. Ingredienti: 1 kg di cappello del prete, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio, 2 acciughe dissalata, 30 g di pangrattato, 2 dL d’olio extravergine d’oliva, 3 dL di vino bianco, 1 mazzetto di prezzemolo, 4 patate, sale e pepe q.b. Ingredienti per il brodo di carne: 2 L d’acqua, 2 carote, 2 cipolle, 2 gambi di sedano, 1 osso di manzo, 1/2 kg di polpa di manzo, 2 patate, sale q.b. Prepariamo il il brodo nella maniera classica con sedano, carota e cipolla, facendolo cuocere per almeno 4 ore. Facciamo rosolare sedano, carota e cipolla con due acciughe dissalate. Facciamo insaporire bene e aggiungiamo il cappello del prete e un bicchiere di vino bianco, senza farlo sfumare completamente. Uniamo il pan grattato e via via bagniamo con il brodo. Lasciamo cuocere per due ore. Sbucciamo le patate e tagliamole abbastanza spesse per il lungo. Sistemiamo le patate a fette in una teglia da forno e bagniamo le patate con il sughetto ottenuto dalla cottura del manzo. Mettiamo in forno a 150-160°C per 40′. Frulliamo il sughetto di cottura della carne e impiattiamo il manzo all’olio con le patate e la sua crema.

Spaghettoni con vongole e carciofi alla mentuccia di Antonella Clerici. Ingredienti: 320 g di spaghettoni, 3 carciofi, il succo di mezzo limone, 1 mazzetto di mentuccia, aglio in polvere, 100 g di vongole sgusciate, vino bianco, olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Iniziamo a cuocere la pasta in acqua bollente e salata. Intanto, mondiamo i carciofi e tritiamo la mentuccia. Facciamo aprire le vongole con poco olio e cuociamo i carciofi in una pentola alta con la mentuccia e l’olio. Scoliamo la pasta direttamente sulle vongole, quindi uniamo i carciofi cotti e tagliati a pezzetti. Guarniamo con qualche foglia di mentuccia.

Mezzalune di patate con cuore al cavolo nero di Sergio Barzetti. Ingredienti per 4 persone: 300 g di patate lessate e schiacciate, 100 g di farina di farro, 100 g di farina di grano tenero, 1 uovo, sale e noce moscata q.b. Per il ripieno: 500 g di cavolo nero, 80 g di pecorino di Pienza, olio extravergine d’oliva, 1/2 acciuga sott’olio, alloro. Per il condimento: 80 g di pecorino di Pienza, 60 g di mandorle con la pelle, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Puliamo il cavolo nero, privandolo della costa centrale. Sbollentiamo il cavolo nero in acqua e alloro per circa 6′. Scoliamo, strizziamo e tritiamo finemente. Teniamo da parte l’acqua di cottura. Spadelliamo per qualche minuto con un filo d’olio e l’acciuga. Condiamo con il pecorino grattugiato fine e teniamo da parte. Lavoriamo le patate schiacciate con l’uovo, il sale, la noce moscata e le farine. Uniamo il composto col cavolo nero. Lasciamo riposare per 10′. Stendiamo la pasta abbastanza spessa, tagliamola in tanti dischi con un coppa pasta e spennelliamo con l’albume d’uovo. Farciamo ogni disco con una cucchiaiata di ripieno. Chiudiamo a mezzaluna, praticando una certa pressione le dita e lasciamo asciugare su un vassoio infarinato. Cuociamo le mezzalune nell’acqua di cottura del cavolo nero, scoliamo e mantechiamo in una padella con olio e acqua di cottura.

Tagliatelle integrali al ragu di seitan di Marco Bianchi. Ingredienti: 500 g di tagliatelle integrali, 750 g di seitan naturale, 6 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro, 600 mL di passata di pomodoro, 15 pomodori datterino, 2 cipollotti, paprika affumicata q.b., 9 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, pepe nero macinato q.b., sale q.b. Frulliamo insieme il seitan e il cipollotto, senza tritare troppo finemente. Intanto, tagliamo i pomodorini in 4 e mettiamoli in padella. Uniamo il trito di seitan e il concentrato di pomodoro. Uniamo infine l’olio e la paprika affumicata. Lasciamo bollire dolcemente per 20′. Mettiamo a bollire le tagliatelle e condiamo con il ragu di seitan.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *