La prova del cuoco, 24 gennaio 2015: ravioloni con ricotta e spinaci e tanto altro

By on gennaio 24, 2015
foto la prova del cuoco 24 gennaio 2015

I fornelli sono caldi e tutti sono in postazione per una nuova puntata de La prova del cuoco. La ricca anteprima condotta da Marco di Buono e Lorenzo Branchetti si è avvalsa anche oggi della presenza di Anna Moroni, Natalia Cattelani, Tata Francesca Valla e lo gnomo dei boschi Augusto Tocci. In chiusura, tornerà invece Antonella Clerici, che quest’oggi guiderà la gara dei cuochi con due ospiti d’eccezione: Elena Santarelli e Dario Vergassola. Prima di scoprire le ricette di oggi, vediamo cosa possiamo replicare attingendo dalle puntate dei giorni scorsi.

Terra e mare per la puntata de La prova del cuoco di ieri. Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone hanno preparato un tataki di palamita e i tradizionali crauti alla tirolese: due piatti semplici da replicare immediatamente a casa! La settimana di Dolci dopo il Tiggì si è invece chiusa in bellezza con la pastiera napoletana di Sal De Riso. Rimaniamo in Rai ma spostiamoci sulla seconda rete e scopriamo che Detto Fatto e Caterina Balivo ci hanno insegnato a preparare il brunch per il week-end.

Chiusura di settimana in dolcezza per Tessa Gelisio, che ci ha deliziato con la sua torta di mele, cannella e zucchero. Ancora a base di mele, la ricetta di Samya Abbary, che nel corso del suo Mattino 5 ha preparato le sue delizie alle mele. Vediamo ora insieme le ricette de La prova del cuoco del 24 gennaio 2015 e partiamo subito dal grande piatto della domenica, cucinato per noi da Anna Moroni.

foto_ravioloni_ricotta

Ravioloni con ricotta e spinaci al burro e bottarga di Anna Moroni. Ingredienti per la pasta: 200 g di farina di grano tenero, 2 uova, olio extravergine d’oliva, sale. Per il ripieno: 200 g di spinaci lessati, 200 g di ricotta mista, 50 g di grana grattugiato, 1 uovo, sale, pepe nero. Inoltre: 40 g di burro, 30 g di bottarga di muggine, grana grattugiato, prezzemolo. Schiacciamo bene la ricotta e uniamo gli spinaci scottati e strizzati. Amalgamiamo bene con l’uovo e insaporiamo con il grana. Diamo una macinata di pepe e aggiustiamo di sale. Prepariamo la pasta unendo tutti gli ingredienti insieme e tiriamo con la macchinetta. Adagiamo la pasta sulla raviolatrice e farciamo i fori con il ripieno. Copriamo con la sfoglia e tagliamo passandoci sopra l’apposito mattarello. In alternativa, si può procedere alla realizzazione dei ravioli anche a mano, nella maniera classica. Lessiamo in acqua bollente e salata e nel frattempo facciamo sciogliere il burro. Scoliamo i ravioli direttamente nel burro e condiamo con una spolverata di bottarga fuori dal fuoco.

Torta ricca di carne di Natalia Cattelani. Ingredienti: 700 g di carne macinata mista, 1 cipolla bianca, 2 cucchiai di senape, 2 uova, 50 g di formaggio grattugiato, 100 g di pane raffermo. Per la farcitura di funghi: 350 g di funghi champignon, 1 spicchio d’aglio, 1 mazzetto di prezzemolo, sale e pepe, 1 cucchiaino di fecola, 1/2 bicchiere d’acqua. Facciamo rosolare i funghi con un po’ d’olio. A fine cottura, aggiungiamo un cucchiaino di fecola e il prezzemolo tritato. Prepariamo un battuto di uova, burro, grana e sale. Uniamo pian piano le patate schiacciate e giriamo fino ad amalgamare. Intanto, condiamo la carne con il pane ammollato, la cipolla, la senape e l’uovo. Impastiamo bene. Prendiamo uno stampo ad anello e versiamo all’interno un terzo della carne, livelliamo bene ed estraiamo l’anello. Realizziamo tre dischi di carne e inforniamoli uno ad uno per 10′. Una volta cotta la carne, aiutiamoci con una teglia da forno e diamo uno strato di funghi e uno di puré di patate. Una volta completati gli strati, rifiniamo con il purè di patate i lati e la parte superiore. Guarnire con le mandorle a lamelle. Mettiamo a gratinare in forno.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *