Uomini e Donne: si è spenta oggi la signora Rosetta, simpatico personaggio del trono over

By on gennaio 11, 2015
foto rosetta uomini e donne

La pagina ufficiale Facebook del programma televisivo l’ha salutata con una foto e una semplice frase: “Ciao Rosetta”, la simpatica signora aveva fatto breccia nel cuore di Maria De Filippi che si divertiva davanti alle sue gag in puntata.

Veniamo a sapere che la signora Rosetta si è spenta questo pomeriggio. Alcuni fan chiedevano di lei già da qualche mese. La simpatica vecchietta ha animato nei tempi scorsi le puntate del trono over di Uomini e Donne, arrivando in studio con la sua allegria e a volte con qualche accessorio strampalato.

Negli ultimi mesi però non si aveva più traccia di lei all’interno di Uomini e Donne e Maria De Filippi aveva fatto sapere che aveva voluto che la signora evitasse di affaticarsi troppo a causa dei viaggi per raggiungere gli studi della trasmissione dalla sua Brescia fino a Roma.

Per ripercorrere la storia televisiva di Rosetta bisogna andare indietro fino al 2009 con la sua partecipazione a un altro programma di Maria De Filippi: “C’è Posta per te”.

Nel 2012 ci ha lasciato un altro personaggio della stessa squadra di Rosetta, il signor Giuseppe di Rionero, simpatico signore che per il suo carattere fumantino faceva fatica a trovare una compagna.

Grazie alla verve di Rosetta nacque così il trono over 60, che poi continuò ad aprire la trasmissione con il suo arrivo e i suoi doni fatti di caramelle e simpatici omaggi diretti proprio a Maria De Filippi.

Ci uniamo ai saluti della redazione di Uomini e Donne, da oggi il trono over di Uomini e Donne con le sue vicende sarà meno allegro e leggero: ciao, mitica Rosetta!

About Stefania Cicirello

La sua tana attualmente è a Milano, la chiamano Ahnia ed è speaker radiofonica su Radio Danza dove conduce un programma in diretta tutti i venerdì dalle 17.00 alle 19.00. Indirizzo di studi prettamente artistico, Stefania parla tanto, viaggia e sogna di girare il mondo, disegna e respira l'aria delle sale di danza da quando aveva 5 anni. A 17 anni la sua prima esperienza all'interno di uno studio televisivo nei panni di una timida e impacciata valletta al fianco di Maurizio Mosca: di calcio non capiva nulla allora e poco è cambiato ma se le date la Moto Gp saprà intavolare la migliore delle discussioni da bar. Con la sua personalità creativa si interessa di grafica, fotografia, musica, danza e...tv!

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 11, 2015 at 21:53

    Rosetta ha portato in video l’italiano medio (inteso come lingua) e questo l’ha resa unica nel suo genere. L’italiano medio è una lingua autonoma che tende alla semplificazione… per la sua età era una donna ancora molto attiva e quello che mi stupiva quando la sentivo parlare era la povertà del lessico, quasi come se a Brescia la televisione fosse un optional. In realtà ho notato che le donne del nord vanno in bicicletta e comunque vivono la casa in maniera diversa da come poteva viverla mia nonna. Poco importa: la signora Rosetta, a maggior ragione, finisce per mettere in ginocchio il giornalismo italiano. Come? Molto semplice: ci dice che la lingua attuale non è rappresentata dai giornali e dalle televisioni. Questa è un’autentica rivoluzione copernicana, fermo restando che il telespettatore si trova in una condizione di passività e aggettivi come sfigato o stagionata potrebbero fare la differenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *