Domenica In speciale Sanremo: Paola Perego presenta Lara Fabian facendo una gaffe

By on febbraio 15, 2015
foto paola perego

Una scaletta colma di ospiti di un certo spessore quali i big di Sanremo , che per quest’anno conta anche concorrenti internazionali, può mandare in confusione anche il più bravo ed esperto conduttore ed infatti è quello che è successo a Paola Perego durante la diretta speciale di Domenica In dedicata a Sanremo.

Tra i campioni in gara, come è ormai risaputo, vi era la cantante francese nota in tutto il mondo Lara Fabian che si è dovuta accontentarsi di sentirsi chiamata in scena dalla conduttrice con il nome “Laura” erroneamente. Durante l’entrata in scena della cantante la gaffe viene subito fatta notare alla conduttrice che rimane basita e sconcertata nello scoprire il vero nome della concorrente internazionale di Sanremo.

Senza problemi e con la sua solita spontaneità ed umiltà la Fabian ha iniziato a cantare il suo brano portato al Festival intitolato “Voce“, un pezzo dall’aria internazionale che strizza un po l’occhio alla collega d’oltreoceano Celine Dion alla quale viene spesso paragonata per l’intensità, per la potenza e l’estensione vocale.

Al termine dell’esibizione, però, Pino Insegno è costretto a dover liquidare velocemente la cantante per problemi di scaletta riguardanti tempi che risultano troppo lunghi rispetto a quelli rimanenti per la diretta. Tuttavia, giustamente, Iva Zanicchi chiede insistentemente di fermare l’uscita della Fabian che è stata congedata senza critiche, domande o plausi per rivolgerle un vero e proprio encomio per la sua scelta audace ed umile di partecipare al Festival nonostante le sue origini straniere e la sua carriera costellata di successi internazionali.

Felice del commento rivoltogli fa notare la cantante che infatti non le sembrava giusto essere l’unica alla quale non è stato rivolto alcun commento e dunque da buon presentatore Insegno rimedia immediatamente porgendola al limite del palco per renderla visibile a tutto il pubblico dell’Ariston che la congeda, finalmente, come una vera star (quale è) merita con una standing ovation ed uno scrosciante applauso.

Lara Fabian rimane estasiata e si emoziona dinanzi il calore e l’ammirazione dimostratagli e saluta il pubblico italiano promettendo di tornare presto nella nazione che più di tutte sente anche un po sua.

About Vittorio Nathan Camillo

Nato a Napoli, il 26 Giugno 1993, diplomato in lingue e laureato in "Scienze della comunicazione", appassionato di musica, tv, spettacolo ed affascinato da qualsiasi forma d'arte. Un posto particolare nella sua vita lo riserva al canto, infatti, ha preso parte a diversi concorsi canori riscuotendo spesso ottimi consensi; ancora nel 2012 produce il suo primo singolo dal titolo "Intorno a me" col quale si aggiudica la vittoria al Festival di Baiano 2014. Tra le sue ambizioni oltre quella di affermarsi come cantante, anche quella di diventare un giornalista e scrivere per le più importanti testate giornalistiche.

19 Comments

  1. Liza

    febbraio 15, 2015 at 20:20

    Spesso il talento, l’eleganza e l’umiltà spaventano. Speriamo che Lara torni davvero in Italia.

    • Franca

      febbraio 15, 2015 at 20:30

      Non avrei mai pensato vedere una grande artista come LARA FABIAN essere trattata con cosi poca deferenza.

      Lara sei grande e chi non ti apprezza non ti merita

      • Gianmaria

        maggio 15, 2015 at 01:42

        Franca, firmerei volentieri la tua osservazione; posso però fare una piccolissima correzione al finale? Lara sei grande e chi non ti apprezza non capisce proprio niente di musica!

  2. Marco

    febbraio 15, 2015 at 20:48

    Ciao. Lara Fabian è italo-belga, non francese 🙂

  3. Giorgio Tempesta

    febbraio 15, 2015 at 20:48

    La partecipazione di Lara è disseminate di assurdità (vedi critici musicali, così si definiscono, che non conoscendola si documentano, non su youtube per scoprire cosa e come canta, ma su wikipedia e ritiene che tanto basti ad esprimere un giudizio) e di imprecisazioni come sottolineato dall’autore dell’articolo. A proposito, Lara è belga-italiana-canadese ma non assolutamente francese.

  4. Francesco

    febbraio 15, 2015 at 21:30

    La Perego ha sbagliato volutamente il nome di Lara. Sapeva benissimo come si chiamasse, visto che Lara è stata ospite proprio da lei, quando conduceva Buona Domenica (2007, duetto “Un cuore malato” con Gigi d’Alessio). Poi Insegno che ha un’improvvisa fretta per via dei tempi televisivi è poco credibile, hanno avuto tempo per tutti…tranne che per Lara? E’ che volevano farlo capire chiaramente che non fosse la benvenuta, si dovrebbero vergognare tutti. Una stella della musica mondiale, trattata così da dei presentatori incompetenti ed ignoranti…e una stampa italiana bassa, squallida e presuntuosa. La prossima volta che Lara viene in Italia ( se dovesse mai ritornare – e lo spero-) dovrebbero dire a qualsiasi presentatore italiota mediocre di trattarla con il dovuto rispetto che merita una delle più potenti ed emozionanti voci a livello mondiale. Sanremo non è per i grandi.

    • maria cristina

      febbraio 16, 2015 at 15:47

      sono pienamente d’accordo trovo scandaloso ….anche il fatto che non sia arrivata in finale …..una voce come Lara merita di arrivare e non solo in finale ….spero solo che quando ritornerà la gente si accorgerà finalmente di lei …..grande donna grande voce e grande artista. Io la segue da sempre e ho viaggiato per vederla nei suoi concerti credetemi è una persona straordinaria con un cuore straordinario …..e l’avete tutti vista alla fine dell’esibizione dalla Perego.??,,beh lei è così si emoziona sempre nei suoi concerti e questo è segno di una grande umiltà e professionalizza’…..è una persona vera …..peccato che l’Italia non lo ha capito

  5. Flavia

    febbraio 15, 2015 at 21:58

    paola perego regina delle gaffe, prende posto in rai perchè raccomandata da suo marito Lucio Presta, ma sua volta slurp-slurp dell’ebete nazionale

  6. Rossella

    febbraio 15, 2015 at 22:08

    Ieri pomeriggio nel programma di Bernardini hanno avuto come ospite Carlo Conti e dallo studio c’è stato un intervento sui motti del conduttore toscano. Penso che Conti non abbia lanciato alcuna massima i vita, in quel contesto ha fatto largo uso della “presta risposta”. A cosa serviva il “leggiadro motto”? Serviva ad arginare gli ostacoli e a riaffermare le proprie doti intellettuali! Certo: in epoca medievale il motto esemplare aveva scopi moraleggianti ma Conti non stava conducendo il Festival di Sanremo. Si trovava in uno studio televisivo dopo una settimana non facile… al suo posto avrei fatto altrettanto! Questo per dire che non ci possiamo attaccare alle parole… è importante anche lo spirito con cui si dicono e si fanno le cose! Gli artisti in gara e gli ospiti, secondo la sottoscritta, non si possono lamentare di nulla. Mi sono soffermata su questo episodio con tutto il rispetto per chi fa bene ad indignarsi, ci mancherebbe!

  7. pina

    febbraio 15, 2015 at 22:09

    la signora perego deve avere più rispetto per il popolo italiano che ha decretato la vittoria a sanremo del VOLO
    Forza Ragazzi siete grandi e unici

  8. Angelo Fanciulli

    febbraio 15, 2015 at 23:13

    Sconcertante, semplicemente sconcertante! Questo è il trionfo del provincialismo italiano: non si trovano un paio di minuti per un’artista del calibro di Lara Fabian ma per tutti gli altri si.

    • maria cristina

      febbraio 16, 2015 at 15:50

      infatti

  9. laura

    febbraio 15, 2015 at 23:46

    Mamcanza di tempo? Problemi.di scaletta? Non ci credo..se non hai tempo non fai cantare pet la seconda volta Grignani e non fai esibire Nek con 3 canzoni..una mancanza di rispetto enorme!

    • maria cristina

      febbraio 16, 2015 at 15:50

      d’accordissimo

    • paola

      febbraio 16, 2015 at 18:25

      una vergogna per la rai di cui paghiamo labbonamento.se non si sa comportarsi si cambia mestiere,dovrebbero farle delle scuse e ancora non basterebbero.poi ci si chiede perchè i turisti non vengono in italia,non sono rispettati-

  10. maria cristina

    febbraio 16, 2015 at 15:52

    e sopratutto se hai problemi di tempo non perdi tempo per fare il tuo numero scendendo fra la gente per avere i baci dalle donne questo ha portato via circa 20’……..e allora …….come la mettiamo.?????????

  11. Marco Zimoli

    febbraio 17, 2015 at 16:20

    Premetto che la canzone di Lara Fabian non mi è piaciuta nè la sua interpretazione. Tanto premesso Lara Fabian è e rimane una grande artista ed risulta indecente che Paola Perego sia talmente ignorante da non conoscerne nemmeno il nome. Un plauso invece ad Iva Zanicchi, che nonostante abbia spesso delle usite discutibili, questa volta da esperta di musica qual è ha richiamato l’attenzione sulle scempio che si stava compiendo in trasmissione.

  12. bob

    febbraio 20, 2015 at 01:33

    ciao a tutti io sono un musicista .e dico solo che lara fabian e una spanna sopra gli altri lei tiene concerti in tutto il pianeta cosa che questi cantanti di sanremo ( a parte il volo ) non potrebbero mai fare . e stata trattata senza il giusto rispetto ma si sa’ in Italia si va avanti solo a colpi di lingua tranne alcune eccezioni e in fondo ciliegina sulla torta arriva la perego che di musica non capisce una beata m…..chia . comunque presentatori a parte .grande lara fabian grandissima

  13. Gianmaria

    maggio 15, 2015 at 01:35

    La lettura di questi commenti mi ha allargato il cuore; è davvero sconcertante come si siano comportati con lei e l’assoluta ignoranza di sedicenti critici musicali (critici o maldicenti?). Lara Fabian è un’artista a 360°, autrice di canzoni che esaltano l’Amore ha raggiunto vette incredibili nella vendita dei suoi dischi. Ha una capacità interpretativa assolutamente straordinaria, così il suo rispetto verso tutti, musicisti e coristi che l’affiancano.
    Invito a cercare su YouTube il live del concerto tenuto a Parigi nel 2001 o anche solo, della stessa serata, l’interpretazione di Je t’aime: il coinvolgimento del pubblico è a livelli eccezionali, tanto che Lara Fabian si commuove …e anche chi vede quel filmato.
    Ultima nota: ha sangue italiano (e già questo dovrebbe riempirci d’orgoglio) perchè figlia di una Siciliana ed è proprio a Catania che Lara trascorse l’infanzia. Condivido l’auspicio: la RAI deve invitare Lara Fabian in Italia come ospite d’onore: è il minimo per rimediare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *