L’Arena batte Domenica Live. Massimo Giletti re della domenica e Barbara d’Urso insegue

By on febbraio 9, 2015
Foto Ascolti domenica 8 febbraio

Domenica scorsa nella programmazione televisiva del pomeriggio Rai 1 ha vinto la gara degli ascolti, superando di un bel po’ Domenica Live di Barbara d’Urso grazie a L’Arena di Massimo Giletti. Inoltre il contenitore pomeridiano di Mediaset ha superato la coppia Paola Perego e Pino Insegno per una manciata di telespettatori, infatti Domenica In ha avuto 2.507.000 telespettatori e Domenica Live, nel suo segmento più seguito, 2.642.000. Insomma le distanze si assottigliano sempre di più.

Cosa sarà successo ieri? Barbara d’Urso avrà riconquistato lo scettro della domenica pomeriggio? Purtroppo no, il fedele pubblico che segue la conduttrice partenopea non ha avuto la meglio su quello che preferisce il giornalista torinese e, così, L’Arena ha battuto ancora una volta Domenica Live. Massimo Giletti infatti ha conquistato 4.424.000 telespettatori e 23.02 % di share. Questi risultati, forse, sono dovuti anche al duro scontro con Mario Capanna, avvenuto durante la parte del talk Protagonisti in cui il conduttore Rai ha avuto 3.044.000 telespettatori e il 17.14 % di share.

Questi risultati gli hanno permesso di superare di nuovo Barbara d’Urso, nonostante i tanti ospiti che hanno riempito il pomeriggio di Canale 5. Così Domenica Live ha avuto l’11.62 % di share e 2.177.000 telespettatori (nella prima parte), il 13.27 % di share e 2.367.000 telespettatori (nella seconda parte), il 15.37 % di share e 2.764.000 telespettatori (nella terza parte) e infine il 15.72 % di share e 3.117.000 telespettatori (nell’ultima parte). Segmento televisivo in cui comunque non si confrontava con Massimo Giletti.

La medaglia di bronzo, poi, è andata ancora una volta a Paola Perego e Pino Insegno e a Domenica In che è stata seguita da 2.388.000 telespettatori facendo registrare il 12.89 % di share. Un risultato non entusiasmante per la trasmissione che ospitava, tra gli altri, Valeria Marini e il giornalista e scrittore Mario Calabresi, e che è stata battuta per tutta la sua messa in onda da Barbara d’Urso.

L’altra coppia della domenica pomeriggio, quella formata da Camila Raznovich e Dario Vergassola, con il programma di Rai 3 Kilimangiaro non ha convinto particolarmente il pubblico. Il programma dedicato ai viaggi ospitava l’attrice Valeria Solarino e si è posizionato all’ultimo posto della classifica degli ascolti con 1.260.000 telespettatori e il 6.81 % di share. Infine un gradino più in alto troviamo il calcio su Rai 2, dove Quelli che il Calcio con Nicola Savino ha avuto con Quelli che aspettano 1.255.000 telespettatori e il 6.49 % di share e con la trasmissione vera e propria 1.576.000 telespettatori e l’8.84 % di share.

Cosa succederà domenica prossima? Il trasferimento di Domenica In da Roma a Sanremo, in occasione del Festival della Canzone Italiana, porterà qualche cambiamento per ciò che riguarda gli ascolti e risolleverà le sorti di Paola Perego e Pino Insegno? Vi diamo appuntamento a lunedì 16 febbraio per scoprirlo.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

One Comment

  1. Rossella

    febbraio 9, 2015 at 12:56

    Il background di Giletti ha un peso non indifferente; sarebbe interessante soffermarsi sull’immagine dei due conduttori. Giletti da un po’ di anni a questa parte ha cominciato a proporsi al grande pubblico in una maniera insolita, voglio dire: non ha timore di raccontare gli anni che passano! L’immagine della D’Urso riflette una concezione della vita diametralmente opposta: vita come valore in sé concluso. Questa visione ha molti punti di convergenza con il pensiero di Protagora e con la cultura greca. Protagora scrive “L’uomo è la misura di tutte le cose”… in questa prospettiva si capirà che Braccialetti rossi è la perfetta sintesi del mondo di valori di epoca ellenistica. In quella fiction la malattia diventa uno stile di vita alternativo. L’amore per il corpo umano porta i contemporanei a fidarsi di un canone… la bella ragazza incarna un ideale di bellezza anche quando non la irradia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *