Legàmi, anticipazioni del 28 febbraio: Francisca nel mirino di Diana e Ricardo

By on febbraio 23, 2015
Foto Legàmi, 28 febbraio

E’ tempo di divorzi a Lisbona o meglio di chi tenta di ottenere il divorzio contro il volere del proprio partner. Cominciamo con Joao che, dopo l’aborto di Diana e le sue dimissioni dall’ospedale dall’ospedale, è andato da lei per chiederle il divorzio, ma la moglie non ha nessuna intenzione di concederglielo, come ci rivelano le anticipazioni di Legàmi.

Anche Gastao vuole assolutamente il divorzio e così va da Adelaide con i documenti da firmare per ottenerlo. La donna, che sta ancora a casa di Francisca, all’inizio si rifiuta ma poi si rende conto che non c’è nulla che possa fare per impedirlo. Nella puntata di sabato 28 febbraio, vediamo pure che Joao promette ad Ines che non si arrenderà.

Dalle nuove anticipazioni di Legàmi sappiamo anche che Isabel non sta passando un momento facile da quando ha detto a Luis che è attratta da un altro nome. Il marito infatti minaccia di non farle vedere più David e ha cominciato a metterglielo contro.

Dopo la visita di Eunice, Graciete si convince che le accuse che le ha fatto la madre di Diana siano giuste, così vuole costituirsi per pagare per quello che ha fatto. Diana, infine, non ha dimenticato il suo piano per fare ricadere su Francisca la colpa dell’assassinio di Henrique. Come scopriamo dalle anticipazioni di Legàmi la donna va da Ricardo e lo convince a telefonare alla polizia per far cadere i sospetti sulla zia.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *