L’Oriana, dalla sfida a Khomeini all’attacco alle Twin Towers. Trama seconda parte

By on febbraio 17, 2015
Foto L'Oriana seconda parte

Oriana Fallaci era sicuramente una donna coraggiosa e forte ma anche dura, burbera e, soprattutto, fuori dal coro. Così l’abbiamo vista nella prima parte della miniserie che Rai 1 ha mandato in onda ieri sera, interpretata da Vittoria Puccini, e dedicata alla famosa giornalista e scrittrice italiana.

Nella seconda parte della fiction diretta da Marco Turco Oriana continua il racconto della sua carriera e della sua vita. L’abbiamo lasciata in un obitorio, creduta morta durante gli scontri tra i giovani e la polizia a Città del Messico nel 1968, e pochi mesi dopo mentre descrive il lancio dell’uomo sulla Luna, emozionata e felice come una bambina.

Le anticipazioni de L’Oriana ci rivelano che, nonostante i pericoli legati al suo lavoro di reporter di guerra e gli amori naufragati, la Fallaci non si abbatte, non ha paura e continua imperterrita a seguire la sua passione: raccontare il mondo. Nel 1973, poi, conosce l’amore della sua vita, il leader della resistenza greca Alekos Panagulis (Vinicio Marchioni).

Si conoscono quando lui esce dal carcere e da quel momento diventano una cosa sola, fino a quando la morte li dividerà. Oriana e Alekos sono uguali, sono liberi, hanno sete di verità e non sono ingabbiati in alcun partito. Purtroppo la giornalista perde il bambino che aspettava e poco tempo dopo anche Alekos, a causa di un incidente provocato. Da queste due tragedie nascono due libri in cui Oriana Fallaci riversa tutto il suo dolore. Il primo è Lettera a un bambino mai nato, un grande successo editoriale, l’altro è Un uomo, in cui parla del suo amore.

Il dolore è forte ma Oriana pensa che parlare e raccontare sia un dovere, specialmente in un mondo che ai suoi occhi è diventato un inferno. Ricomincia a viaggiare e le anticipazioni de L’Oriana ci raccontano le sue tante interviste a uomini potenti e tra queste la più coraggiosa e rocambolesca, forse. L’intervista al padre della rivoluzione islamica Khomeini, davanti a cui si toglie il chador che era stata costretta a mettere.

Una sfida enorme, l’ultima perchè adesso Oriana cerca pace. La giornalista lascia il suo lavoro e si ritira a New York per scrivere un libro sulla sua famiglia. Qui però l’11 settembre del 2001 accade qualcosa che cambia il mondo per sempre: l’attacco alle torri gemelle. Anche la vita della Fallaci è sconvolta ed inoltre, come sappiamo dalle anticipazioni de L’Oriana, la donna scopre di avere un tumore ai polmoni.

Adesso deve combattere di nuovo, contro la malattia e contro il terrorismo e il fanatismo religioso. E’ tempo di tornare al giornalismo d’assalto ma anche di riflettere su come questa Oriana, per certi versi così fondamentalista, sia completamente diversa dalla giovane Oriana, così aperta alle nuove culture e curiosa del mondo che la circondava. Quando ormai si sente vicina alla fine vuole tornare in Italia, nella sua Toscana e qui incontra Lisa (Francesca Agostini), giovane giornalista e futura madre.

Oriana, così, confrontandosi con questa giovane donna inizia a farsi delle domande e a chiedersi se le scelte fatte nella sua vita siano state giuste e se non si sia persa qualcosa di importante. A questo rimpianto, però, si affianca la convinzione che il suo modo di vivere e la sua passione per il giornalismo e per il mondo, anche se a volte troppo audaci e burrascosi, hanno fatto e faranno da apripista a tante donne dopo di lei, come ci rivelano le anticipazioni de L’Oriana.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *