Nek e Sanremo: “Finalmente la musica protagonista. Lo condurrei con Raf e Irene Grandi”

By on febbraio 12, 2015
foto Nek

Il Festival di Sanremo è ormai entrato nel vivo della gara e gli ascolti lo stanno premiando: calo per la seconda serata ma Conti batte Fazio. Stasera spazio alle reinterpretazioni dei classici della musica italiana da parte dei 20 big ma già domani 4 canzoni saranno eliminate. Uno degli artisti che ha riscosso maggior successo durante la prima serata, che nella classifica provvisoria vede a rischio eliminazione il duo Di Michele-Coruzzi, Grignani, Alex Britti e Lara Fabian, è stato sicuramente Filippo Neviani, in arte Nek.

L’artista romagnolo torna al Festival dopo diciotto anni. Allora s’impose con il brano “Laura non c’è”, divenuto un vero e proprio tormentone. Si è ripresentato quest’anno con una canzone d’amore “Fatti avanti amore” che sta già andando fortissimo in radio. Racconta sulle pagine del Corriere della Sera: “Mi sono divertito a cercare contaminazioni tra synth, rock e orchestra. Il bello della musica è capire come si evolve”.

Rispetto all’ultima volta a Sanremo, è cambiato: “Allora vivevo il Festival con frenesia. Adesso so dare un nome a ogni emozione e mi diverto”. Nek ritiene che la presenza di Arisa ed Emma in veste di co-conduttrici contribuisca a tenere accesi i riflettori sulla musica che, finalmente, è al centro di un Sanremo. E scherzando dice: “Se un giorno dovesse toccare a me, lo condurrei con Raf e Irene Grandi”. Nek, durante la prima serata, è stato il secondo artista più twittato dopo i Dear Jack.

Ama molto i social per l’immediatezza che regalano nel rapporto con il pubblico. Ma da genitore, sta anche attento a che la sua piccola Beatrice, che ora ha solo quattro anni, non finisca nelle trappole della rete: “Spero che crescendo capisca di avere degli strumenti straordinari a disposizione ma che sappia che non devono prendere il sopravvento sulla vita reale”. Padre amorevole, cantante che “fabbrica” emozioni, magari un giorno conduttore di Sanremo: auguriamo a Nek che la sua “Fatti avanti amore” diventi un piacevolissimo tormentone e, perché no, di vincere il Festival. In bocca al lupo!

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

One Comment

  1. doriano

    febbraio 12, 2015 at 20:31

    Romagnolo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *