Verissimo, Giulia Michelini si racconta: il lavoro, il ruolo di mamma e il futuro

By on febbraio 7, 2015
foto Giulia Michelini

Giulia Michelini, definita come la regina della fiction italiana, è entrata in punta dei piedi, oggi pomeriggio, nello studio di Verissimo. Educata, leggermente impacciata ed emozionatissima, la 29enne romana ha svelato i suoi segreti, la sua vita da mamma e i successi televisivi. Tempo di bilanci anche per l’artista conosciuta al grande pubblico come Rosy Abate di Squadra antimafia.

Dopo l’intervista a Costantino Vitaliano di sabato scorso, e le confidenze di Fanny Neguesha sull’ex, Mario Balotelli, Silvia Toffanin ha accolto nel suo salotto anche l’amatissima Giulia Michelini, iniziando subito con una domanda su “Squadra antimafia 7”: “Nell’ultima puntata della sesta stagione ti abbiamo visto diventare suora, vedremo ancora Rosy Abate?”. “Ci sarò – ha risposto l’attrice ma molto poco…le cose belle devono finire”. Poi Giulia Michelini ha parlato dei suoi esordi, ammettendo che è nato tutto per caso: “Ero in palestra ed ho incontrato Gabriele Muccino. Non avevo la minima idea che fosse lui, cercava degli attori per “Come te nessuno mai”…alla fine non mi prese ma successivamente abbiamo lavorato in “Ricordati di me”.

Brava, bella e simpatica, Giulia Michelini è anche mamma del piccolo Giulio. “Che madre sei?”, le ha chiesto Silvia Toffanin. “Non sono troppo severa, ma nemmeno permissiva. Facciamo delle cose fuori dalla norma, viaggiamo tanto, abbiamo fatto surf insieme per la prima volta….lui è fiero del mio lavoro, ma a volte è un po’ geloso“. “Ti piacerebbe avere un altro figlio?”, ha proseguito poi la padrona di casa. “Ne sogno tre – ha ammesso l’attricevorrei due figli vicini di età per farli crescere insieme”. “Per Marco Bocci che è diventato padre da poco hai qualche consiglio?, ha proseguito la Toffanin.  “Nessuno – ha risposto sorridendo Giulia – non mi permetto…se la caveranno benissimo, ne sono sicura”.

Poi qualche domanda sul lavoro, in particolare sulla nuova fiction “Il bosco”, che la vedrà protagonista prossimamente su Canale 5. “E’ un thriller psicologico in 4 puntate – ha affermato Giuliac’è un po’ di tutto in questa serie, il mio personaggio, Nina Ferrari, è una psicologa che prende la sua prima cattedra nel suo paese d’origine. Lei è particolarmente legata alla figura della madre che ha perso da piccola”.

L’attrice non ha svelato altro sulla fiction, ma ha confessato che questo per lei è un periodo particolare per quanto riguarda la vita privata. “Sono alla vigilia dei 30 anni, devo capire quello che voglio…sto entrando nel mondo degli adulti…sto rimettendo in gioco tutto. Mi guardo indietro e vedo dove sono arrivata”. Giulia Michelini ha chiuso con queste parole la chiacchierata nello studio di Verissimo, mettendosi a nudo e trasmettendo, senza risparmiarsi, le sue emozioni al pubblico di Canale 5.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

One Comment

  1. Rossella

    febbraio 7, 2015 at 20:32

    Le interviste mi sembrano molto superficiali. In genere quando seguo un’intervista di Fazio piuttosto che della Bignardi il mio pensiero va a quello che comunemente chiamiamo gossip ma che gossip non è. Il più delle volte si trovano ad intervistare personaggi non estranei al mondo dei social (il nostro mondo) e non gli pongono mai domande sul pezzo. Quando intervisti una soubrette che pubblica su Instagram le foto dei regali che riceve dal suo fidanzato hai il dovere di fare una lezione di scienze della comunicazione perché obiettivamente la signora della porta accanto – anche se non lo ammetterebbe mai- continua a seguire con interesse la vita di quello che gli sembrava l’uomo della sua vita. I social, da questo punto di vista, sono micidiali… una signora tempo fa, parlando con un’amica, esclamò: -il signorino è diventato romantico!- Insomma: da come parlava si capiva che durante il suo matrimonio non aveva mai ricevuto il classico pacchetto infiocchettato! Gli uomini sono abituati a ricevere regali anche durante il matrimonio e quindi non danno peso alla cosa… tutto questo è molto triste perché la donna arriva a mettere in discussione vent’anni della sua vita; voglio dire: anche se fosse uno cosa cambierebbe? Intanto aumenta il disagio sociale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *