Dolci dopo il Tiggì, 5 marzo 2015: la ricetta della torta mimosa di Salvatore De Riso

By on marzo 5, 2015
foto dolci dopo il tiggi antonello aliberti

Inizia la corsa al pareggio, per Antonello Aliberti. Il pasticcere, indietro di un punto rispetto all’avversario Augusto Palazzi, si gioca la finale con la sfida lanciata oggi da Sal De Riso, che oggi propone un dolce della tradizione campana. Se Ambra Romani, con la sua Brooklyn Blackout, e Guido Castagna, con le brioches con gocce di cioccolato, hanno preferito le preparazioni di Augusto Palazzi, Mario Ragona ha preferito la cura nella decorazione di Antonello. Quest’oggi, Sal De Riso ci presenta la sua Torta Mimosa, perfetta per la Festa della Donna! Ecco come si prepara il dessert di Dolci dopo il Tiggì del 5 marzo 2015.

Ricette Sal De Riso, Torta Mimosa. Ingredienti per il pan di spagna: 4 uova, 8 tuorli, 220 g di zucchero, 200 g di farina, 40 g di fecola di patate. Per la bagna al limoncello: 300 g d’acqua, 150 g di zucchero, scorza di 1 limone, limoncello q.b. Per la crema chantilly al limone: 400 g di latte, 100 g di limoncello, 2 uova, 150 g di zucchero, 80 g di farina, scorza di 1 limone, 200 di panna.

In una planetaria, montiamo le uova intere con lo zucchero. Uniamo poi i tuorli e successivamente le farine setacciate. Versiamo il composto in due teglie imburrate e infarinate. Inforniamo per 30′ a 180°C. Nel frattempo, prepariamo la crema chantilly al limone. Lavoriamo le uova con lo zucchero (a mano o con le fruste elettriche), quindi uniamo la farina. Intanto, portiamo a ebollizione il latte con il limoncello e la scorza di limone. Estraiamo poi la buccia di limone, versiamo il latte sulle uova e riportiamo sul fuoco, cuocendo fino a che non si addensa (siamo sugli 85°C). Facciamo raffreddare e incorporiamo la panna montata.

foto_torta_mimosa

Prepariamo la bagna, facendo bollire l’acqua con lo zucchero e la scorza di limone. Facciamo raffreddare lo sciroppo e aggiungiamo il limoncello. A questo punto, priviamo uno dei pan di spagna della crosticina superiore e tagliamolo in tre parti. Inzuppiamo con la bagna e farciamo con la crema chantilly, magari aiutandoci con una sacca da pasticcere. Sovrapponiamo gli strati e ricopriamo la torta con la crema chantilly. A questo punto, riduciamo il secondo pan di spagna in tanti cubetti molto piccoli, con i quali ricopriamo la torta per dare un effetto mimosa. Decoriamo con una spolverata di zucchero a velo.

Per la crostata di frutta fresca di ieri, non lasciatevi scappare la ricetta di Dolci dopo il Tiggì del 4 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

2 Comments

  1. stefania

    marzo 7, 2015 at 12:52

    Scusate ma ho un dubbio, il composto devo dividerlo in due teglie o rifarne un altro uguale.

    • Martina Dessì

      marzo 7, 2015 at 22:08

      Cara Stefania, devi dividere il composto in due teglie! Grazie per averci letti, spero tornerai a trovarci. A presto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *