Hair, sfida all’ultimo taglio: giudici implacabili, fantascienza e pillole di stile

By on marzo 30, 2015
Foto Hair giudici

Costantino della Gherardesca aveva promesso atmosfere almodovariane e ironia a fiumi per il suo nuovo reality, partito ieri sera in prima serata su Real Time, ed Hair-sfida all’ultimo taglio, non ha deluso le aspettative. Nove parrucchieri non professionisti si sono dati battaglia a colpi di forbici, spazzola e lacca nel tentativo di convincere i due giudici del programma e passare il turno.

Tre prove a serata, tempi serrati e giudizi implacabili, il tutto condito dalle battute taglienti di Costantino che, dopo Pechino Express e Boss in Incognito, conferma quel tipo di conduzione ironica e unica nel suo genere, mai volgare e sempre precisa al millimetro. Ieri sera, completo blu scuro (t-shirt compresa) e battuta sempre pronta, Costantino è stato affiancato da due implacabili giudici che hanno osservato e valutato le capacità dei singoli concorrenti e deciso che meritava di passare il turno e chi, invece, andava eliminato dal gioco.

Charity Cheah, stupenda copia di Lucy Liu inguainata in due abiti neri, il primo con scollo all’americana e il secondo con inserti in tulle trasparente, nonchè prima importatrice dei saloni Toni&Guy in Italia e professionista del settore hair-styling, ha dato molto valore all’originalità e all’armonia delle acconciature. Adalberto Vanoni invece (direttore artistico di Aldo Coppola) anche lui in completo blu scuro, è stato pungente, ma sicuramente più tenero della collega, e ha dato giudizi tecnici implacabili. Tutto questo perchè, nella prima puntata di Hair, i concorrenti hanno dovuto affrontare tre prove: una creativa, una tecnica e una spettacolare.

La prova tecnica ha richiesto di realizzare un ciuffo alto almeno 15 cm (con tanto di prova del nove fatta con il “ciuffometro”); la prova tecnica ha previsto la realizzazione su delle pupette di un taglio carrè e infine, la prova spettacolare, ha visto la creazione di acconciature futuristiche con tema “la fantascienza” da realizzare su delle modelle professioniste, impiegando anche materiali inusuali ed exstensions per delle pettinature da sfilata di haute couture parigina dell’anno 4000.

Le varie prove hanno avuto ovviamente dei tempi prestabiliti (1 ora per il ciuffo, 45 minuti per il carrè e 3 ore per la prova spettacolare) e ogni prova è stata caratterizzata da delle penalità per i concorrenti arrivati ultimi, il tutto con in sottofondo musiche western o simili per creare pathos, i commenti pungenti dei giudici e le pillole di stile di Costantino della Gherardesca (ieri sera sulla storia del ciuffo e della fantascienza nel campo della moda e dell’hair-styling) elargite attraverso registrazioni ad hoc.

In Hair però c’è stato spazio anche per la storia personale dei concorrenti, tutti con vite differenti, lavori estranei al mondo dell’hair-styling, con i loro sogni e anche un passato sofferto in alcuni casi, ma tutti con la voglia di vincere il contratto di lavoro messo in palio come premio finale per chi vincerà il programma e andrà così a lavorare per Toni&Guy. Ieri sera la prima concorrente eliminata è stata Sabrina, una ragazza giovane e creativa, ma non abbastanza secondo i giudici del reality.

Chi passerà il prossimo turno? Basta aspettare 7 giorni: appuntamento dunque a domenica prossima con la seconda puntata di Hair – sfida all’ultimo taglio.

About Claudia Giordano

Milanese di nascita e romana d’adozione. Giornalista, web editor e social media strategist, nel 2013 ha fondato il suo blog BlondyWitch.com che punta i riflettori sul mondo della moda a 360°. Laureata in Moda e Costume, con un Master in Marketing e Comunicazione e uno in Social Media, è appassionata di tv e gossip, ma anche di marketing, musica rock e astrofisica. Ama scrivere di ciò che la appassiona ed esprimere la sua creatività a tutto tondo attraverso parole ed immagini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *